6 Giornata – Stadio Mirko Fersini di Formello

Allo Stadio Mirko Fersini di Formello, la Lazio gioca la sua prima partita post Carolina Morace che è stata sollevata dall’incarico dopo la quinta sconfitta consecutiva di Sassuolo, al suo posto in panchina è stato chiamato Massimiliano Catini. Il neo tecnico biancoceleste ha schierato la seguente formazione: Ohrstrom, Gambarotta, Fordos, Labate, Heroum, Castiello, Savini, Di Giammarino, Andersen, Martin, Cuschieri.


Risponde il tecnico Panico con: Cetinja, Apicella, Luik, Cox, Fusini, Ferrandi, Ferrario, Banusic, Ippolito, Tudisco, Salvatori Rinaldi. 

Nel Pomigliano, Moraca non è convocata mentre Ippolito parte titolare dal primo minuto.
Al 9’ Ippolito prova un destro a giro ma Ohrstrom blocca senza affanni.
Un minuto dopo la Lazio passa in vantaggio con Andersen servita dalla spagnola Martin mette a segno la rete dell’1-0. 
Al 20’, il Pomigliano prova a scuotersi con un destro di Banusic che però termina alto sopra la traversa. È ancora Banusic al 29’ che impegna severamente Ohrstrom, brava a rifugiarsi in calcio d’angolo. Sul finire della prima frazione di gioco, c’è un sinistro alto di Salvatori Rinaldi. Termina così il primo tempo con le due squadre che si equivalgono ma con la Lazio che è riuscita a portarsi in vantaggio per 1-0.
Nella ripresa, le ragazze ospiti sono caparbie e trovano il meritato pareggio con una rete in spaccata di Salavtori Rinaldi 
A questo punto, e pantere di Domenico Panico ci credono e continuano ad attaccare, mentre la Lazio appare in difficoltà, tanto che mister Catini inserisce Visentin e Pittaccio  per Cuschieri ed Andersen. Al 67’ per fallo su Visentin.,Ferrario viene espulsa, il direttore di gara estrae il rosso diretto.
Cambia lo scenario della partita è questa volta è la Lazio che con l’uomo in più vuole provare a vincere la partita.
Ci prova Martin su calcio piazzato, ma il tiro termina di un soffio a lato.
Dopo un minuto è ancora la squadra locale a rendersi pericolosa con Visentin che svirgola il pallone.
Al 75’ occasione d’oro per la Lazio, l’estremo difensore del Pomigliano esce male dalla sua porta ma Martin non riesce ad approfittarne, il suo pallonetto termina largo. All’82’ Salvatori Rinaldi cerca la compagna di reparto Banusic con il difensore Fordos della Lazio che commette il più classico degli autogol.
Nonostante l’inferiorita numerica, il Pomigliano ribalta il risultato e passa a condurre per 2-1. 
Il direttore di gara assegna 4’ di recupero e proprio all’ultimo respiro Visentin ha il pallone buono per pareggiare ma il tiro è miracolosamente respinto dal portiere Cetinja.
Al triplice fischio dell’arbitro, il Pomigliano, può festeggiare il secondo successo di fila, il primo esterno, mentre per la Lazio arriva il pesante sesto k.o. consecutivo.

LAZIO WOMEN-POMIGLIANO 1-2

Marcatrici: 10Andersen (L); 49Rinaldi (P); 82aut. Fördös (L)

LAZIO WOMEN (4-3-3) – Öhrström; Gambarotta, Fördös, Labate, Heroum; Castiello, Savini (c), Di Giammarino; Andersen (59′Visentin), Martin, Cuschieri (58′Pittaccio).

A disp.: Pezzotti, Santoro, Mattei, Berarducci, Falloni, Mastrantonio, Guidi, Pittaccio, Visentin. All.: M. Catini

POMIGLIANO (4-2-3-1) – Cetinja; Fusini, Cox, Luik, Apicella (c); Ferrario, Ferrandi (64′Vaitukaityte); Tudisco (72′Puglisi), Ippolito, Banušic (85′Ejangue), Rinaldi

A disp.: Russo, Varriale, Puglisi, Massa, Vaitukaityte, Capparelli, Vitale, Panzeri, Ejangue Siliki. All.: D. Panico

Marcatrici: 10Andersen (L); 49Rinaldi (P); 82aut. Fördös (L)

Arbitro: Ermanno Feliciani (sez. Teramo) 

Ammonite:33′Castiello (L); 80′Di Giammarino (L); 86′Martin (L); 89′Ippolito (P); 89′Pittaccio (L); 90+5 Labate (L)

Espulse: 67′Ferrario (P)