6 Giornata – Campo Ale&Ricky di Vinovo

Alla Juventus bastano 5’ per chiudere la partita: a Vinovo il match contro il Napoli Femminile termina 2-0

Per la sesta giornata di Serie A TimVision a Vinovo si affrontano la Juventus, reduce dalla vittoria fuori casa contro la Roma, e il Napoli di mister Pistolesi.

La squadra di casa schiera la seguente formazione: Aprile, Hyyrynen, Nilden, Salvai, Lenzini, Cernoia, Pedersen, Caruso, Staskova, Zamanian, Bonfantini.

Risponde mister Pistolesi che per la prima volta in stagione può schierare anche un reparto avanzato con: Aguirre, Garnier, Di Marino, Abrahamsson, Corrado, Gonzales Rodriguez, Erzen, Colombo, Chatznikolaou, Goldoni, Jaimes

La Juventus si porta in vantaggio dopo 36 secondi dal fischio d’inizio con Caruso che in area di rigore colpisce di testa il pallone, messo in mezzo dalla sinistra da Cernoia. Portiere battuto e palla in rete. 

Al 4′ calcio d’angolo per il Napoli conquistato da Goldoni che calcia in porta trovando la deviazione delle bianconere. Nulla da fare per il Napoli per un fallo commesso in attacco durante la battuta del corner. 

Al 5′ raddoppio della Juventus con un tiro dalla distanza di Zamanian respinto da Aguirre sui piedi di Cernoia che da due passi non può far altro che spingere il pallone in rete. In questo avvio di partita, la Juventus è padrona del campo e al 10’ è ancora pericolosa con Bonfantini che entra in area e calcia ma questa volta Aguirre fa buona guardia.Il Napoli prova a scuotersi al 12′ con Colombo che recupera un buon pallone e calcia dal limite dell’area ma sbaglia la conclusione. Al 15′ corner per il Napoli con il pallone messo in mezzo ma nessuno riesce ad intervenire e l’azione si perde.  

Finalmente si vede un buon Napoli in campo e al 17′ arriva una buona occasione per Chatznikolau che tenta di superare Aprile con un bel pallonetto dalla distanza ma il pallone termina di poco alto sopra la traversa. Al 22′ buona azione di Bonfantini sulla destra, la calciatrice es Roma, tenta il tiro ma è brava Aguirre a bloccare.

Al 24′ Eleonora Goldoni serve Erzen che crossa in mezzo per Colombo, nel tentativo di colpire il pallone, l’azzurra si scontra con il portiere bianconero Aprile.

Il gioco viene interrotto per permettere l’ingresso dei soccorsi. Dopo circa un minuto riprende il gioco.

Al 29′ altra occasione per la Juve con la solita Bonfantini che scambia il pallone con Caruso ma è ancora una volta pronta Aguirre che chiude lo specchio della porta e le nega la gioia del gol. Al 30′ mister Pistolesi effettua la prima sostituzione, esce Corrado ed entra Acuti. Tre minuti dopo, precisa e attenta diagonale difensiva di Garnier che in area di rigore protegge il pallone sull’attacco di Zamanian.  

Dopo 2’ di recupero le squadre vanno negli spogliatoi sul risultato di 2-0 per le padrone di casa.

Prima dell’inizio del secondo tempo, le due squadre effettuano alcune sostituzioni, per il Napoli escono Colombo e Sara González Rodríguez ed entrano Popadinova e Melanie Kuenrath; per la Juventus escono invece Salvai, Bonfantini e Zamanian, ed entrano Sara Gama, Hurtig e Boattin

Al 47′ ci prova il Napoli con la sempre presente Eleonora Goldoni che calcia dalla distanza ma non trova la porta.

Al 50′ Abrahamsson recupera palla su Hurtig e prova a servire Chatzinikolau ma chiude bene Lenzini. 

Si fa vedere la Juventus al 61′ con Hurtig che entra in area di rigore e mette il pallone in mezzo, Aguirre però respinge. È il momento delle sostituzioni, al 62′ cambio per il Napoli, esce Deppy Chatzinikolaou ed entra Imprezzabile mentre al 64’ nella Juventus esce Caruso ed entra Rosucci.

Un minuto dopo, Aguirre sbaglia il rinvio, il pallone termina sui piedi di Hyyrynen che calcia ma spedisce il pallone sul fondo. La partita dopo i primi dieci minuti totalmente a favore delle padrone di casa è diventata molto più equilibrata ed anzi il Napoli in alcuni momenti si lascia preferire alla Juventus.

Clamoroso il “non fischio” da parte dell’arbitro quando Eleonora Goldoni servita da Soledad entra in area di rigore, protegge benissimo il pallone e viene atterrata nettamente da Pedersen.

Rigore solare per tutti, tranne che per il direttore di gara che lascia incredibilmente correre. Lo sguardo del Capitano del Napoli quando si rialza è abbastanza eloquente, il contatto è stato netto e si sarebbe dovuto assolutamente fischiare il penalty a favore delle ragazze azzurre. 

Al 72′ tiro dell’azzurra Kuenrath dal limite dell’area, respinto da Sara Gama. Quattro minuti dopo, torna a farsi viva la Juventus con Staskova che calcia al volo, dopo aver ricevuto palla da Boattin ma il tiro è alto sopra la traversa. 

Al 79′ cambio nella Juventus, esce Nilden ed entra Matilde Lundorf Skovsen. All’85′ errore per il Napoli in fase di disimpegno, interviene Staskova che calcia in porta ma trova Aguirre pronta alla respinta.

Il direttore di gara concede 2’ di recupero che scivolano via senza clamorose occasioni. Il match tra Juventus e Napoli femminile si conclude sul risultato di 2-0 per la squadra di casa che con questo risultato raggiunge le 30 vittorie consecutive in Serie A.

Nella prossima giornata in programma il 31 ottobre, dopo una lunga sosta, le azzurre affronteranno la Sampdoria in casa, mentre le bianconere saranno impegnate nell’anticipo di sabato 30 Ottobre in trasferta contro l’Inter.

Juventus – Napoli femminile 2 – 0 

Juventus: Aprile, Hyyrynen, Nilden (33’ st Lundorf), Salvai (Cap)(1’ st Gama), Lenzini, Cernoia, Pedersen, Caruso (19’ st Rosucci), Staskova, Zamanian (1’ st Boattin), Bonfantini (1’ st Hurtig). A disposizione: Peyraud-Magnin, Giai, Pfattner, Beccari. Allenatore: Joseph Adrian Montemurro

Napoli femminile: Aguirre, Garnier, Di Marino, Abrahamsson, Corrado (29’ pt Acuti), Gonzales Rodriguez (1’ st Kuenrath), Erzen, Colombo (1’ st Popadinova), Chatznikolaou (17’ st Imprezzabile), Goldoni, Jaimes. A disposizione: Chiavaro, Toniolo, Capitanelli, Severini, Porcarelli. Allenatore: Pistolesi Alessandro

Marcatori: 1’ pt Caruso (J), 5’ pt Cernoia (J)

Arbitro:Mario Davide Arace di Lugo di Romagna – Assistenti:Michele Piatti di Como, Marat Ivanavich Fiore di Genova – Quarto ufficiale:Tommaso Zamagni di Cesena)

Ammonito:25’ st Pistolesi (allenatore Napoli femminile)