SHARE

Juventus – Florentia San Gimignano 6 – 1 (3 – 0)

Juventus: Giuliani, Skovsen Lundorf, Boattin (71’ Giordano), Salvai (cap.), Sembrant, Cernoia (61’ Bonansea), Rosucci (61’ Caruso), Pedersen (46’ Zamanian), Staskova, Girelli, Hurtig (35’ Alves) All. Rita Guarino
A disposizione: Soggiu, Bacic, Hyyrynen, Gama, Giordano, Caruso, Bonansea, Zamanian, Alves

Florentia San Gimignano: Tampieri, Bursi, Dongus (cap.), Pisani, Boglioni, Ceci (55’ Imprezzabile), Re (75’ Kuenrath), Bardin (46’ Wagner), Cantore, Dahlberg (66’ Anghileri), Martinovic
All. Stefano Carobbi
A disposizione: Lonni, Rodella, Anghileri, Wagner, Kuenrath, Bolognini, Diversi, Imprezzabile

Direttore di gara: Sig. Pascarella (Nocera Inferiore) Primo Assistente: Sig. Bocca (Caserta)
Secondo Assistente: Sig.ra Vettorel (Latina) Quarto Ufficiale: Sig. Calzavara (Varese)

Marcatrici: 6’ Skovsen Lundorf, 29’ Pedersen, 41’ Cernoia, 47’ Salvai (aut.), 60’ Staskova, 68’ Staskova, 70’ Bonansea

Ammonizioni: 35’ Girelli, 54’ Cernoia

Commento:

Un’altra sconfitta per San Gimignano. Oggi contro la prima della classe il risultato negativo sembrava essere inevitabile, ma un passivo così pesante non fa bene all’ambiente, al gruppo e ai tifosi che non se lo meritano. Nonostante si sia rivisto a sprazzi un buon gioco offensivo, soprattutto all’inizio della ripresa, la fase difensiva ha sofferto troppo anche in questa partita, di fronte ad avversarie comunque superiori.

Partita difficile allo Juventus Training Center di Vinovo, per San GImignano l’avversario più ostico possibile, le bianconere capolista uscite dalla Coppa Italia per mano della Roma.

Le padrone di casa, infatti, partono subito forte, Pedersen non inquadra la porta dopo 2’ e al 6’ passano in vantaggio con il tiro-cross di Skovsen Lundorf che inganna Amanda Tampieri e si insacca sotto l’incrocio dei pali. Ancora Juventus pericolosa con Cernoia, in grande spolvero, la sua punizione supera la barriera ma viene respinta da Tampieri.

Al 15’ si affaccia in avanti la Florentia, Cantore in contropiede prova a sorprendere Giuliani dalla lunga distanza, ma il tiro è alto. il forcing bianconero non si placa e la Juventus raddoppia ancora con un pizzico di fortuna: Cernoia crossa tagliato per Pedersen che va di testa, Tampieri fa il miracolo, ma sul rimpallo la palla carambola sul ginocchio di Pedersen che insacca.

Cresce la Florentia San Gimignano, con un paio di azioni interessanti, manca sempre però l’ultimo guizzo, che arriva al 36’ Martinovic scavalca Giuliani con un pallonetto, il portiere bianconero non si ferma e travolge la n.9 neroverde, per il direttore di gara non è rigore.
Nel momento migliore delle ospiti arriva il colpo del KO, ancora un errore in disimpegno, troppo ritardato e faticoso regala la palla a Cernoia che dal dischetto scarica il sinistro imprendibile per Tampieri.

Nella ripresa si accende la luce tra le neroverdi, 10 minuti di buon calcio, pressione e attenzione in difesa propiziano il goal del 3 a 1: ottima azione di Ceci che libera Cantore sulla destra, la n.20 entra in area, crossa teso per Martinovic, Salvai nel tentativo di anticipare scarica il pallone nella sua porta.

10 minuti, però, a questi livelli non bastano, contro un’avversaria così forte, che si rimette subito a distanza di sicurezza: Staskova sigla una doppietta in pochi minuti, prima di testa su cross di Cernoia, e poi di piatto imbeccata da un’altruista Bonansea. La n.11 bianconera si prende la gloria al 70’ siglando in slalom il 6 a 1.

Finisce 6 a 1 per la Juventus, ma non finisce il momento negativo per le ragazze neroverdi. Domenica prossima si torna a San Gimignano, contro la Roma.

Federico Oggioni