31/01/2023

13 giornata – 22 gennaio 2022

Al campo Ale&Ricky di Vinovo si affrontano Juventus e Fiorentina, match valido per la tredicesima giornata di Serie A TimVision. 

Le ragazze di Montemurro vanno a caccia della 13esima vittoria su altrettante gare fin qui disputate, mentre la squadra allenata da Patrizia Panico è in cerca di riscatto, dopo la pesante sconfitta per 6-1, rimediata la scorsa settimana contro il Sassuolo, peggior risultato di sempre della Viola in Serie A. 

Joe Montemurro si affida al 4-3-3 con: Aprile, Hyyrinen, Gama, Lenzini, Nilden, Caruso, Rosucci, Cernoia, Bonansea, Staskova, Hurtig. 

Patrizia Panico risponde con un 4-4-2 così composto: Tasselli, Cafferata, Kravets, Breitner, Vigilucci, Huchet, Neto, Mascarello, Boquete, Giacinti, Sabatino. 

A Vinovo è tutto pronto e il direttore di gara Kumara può fischiare l’inizio del match. 

La partita stenta a decollare e i primi minuti della contesa sono abbastanza confusi con diversi errori di palleggio da ambe le parti. 

Al 10′ l’ottima triangolazione Bonansea-Cernoia-Rosucci porta alla conclusione mancina di Nilden che termina solo sull’esterno. 

Al 14′ un apparentemente innocuo retro passaggio di Hurtig mette in difficoltà Aprile che sulla pressione di Sabatino regala il pallone a Giacinti. L’attaccante gigliata con un morbido tocco sotto scavalca l’estremo difensore bianconero con un pallonetto da manuale. Si tratta della prima rete in maglia viola alla sua prima da titolare per la numero 19 che porta clamorosamente in vantaggio la Fiorentina. 

La squadra di Montemurro tenta la reazione: al 21′ Rosucci ci prova dalla distanza senza però riuscire ad imoensierire Tasselli che fa buona guardia e si impossessa della sfera. 

Due minuti dopo siamo già dall’altra parte con Giacinti che calcia a giro da lontanissimo, ma Aprile si fa trovare pronta. 

Al 28′ la Fiorentina si appresta a battere un calcio di punizione dopo un intervento falloso di Cernoia ai danni di Giacinti. Mascarello va alla conclusione e il pallone finisce in rete complice un’uscita sbagliata da parte di Aprile che va a scontrarsi con Kravets. Il gol non viene però convalidato perchè il signor Kumara ravvisa un fallo sul portiere bianconero. 

La rete Viola però è nell’aria e non tarda ad arrivare. Al 34′ le ospiti raddoppiano grazie al tiro teso di Neto che trova la sfortunata deviazione di Gama nella sua stessa porta. 

La Fiorentina galvanizzata dal doppio vantaggio continua a macinare campo e a creare problemi alle padrone di casa. 

Al 37′ Boquete lancia un buon pallone in profondità per Huchet, ma l’uscita alla disperata di Aprile riesce a fermare l’iniziativa delle Viola. 

Al 41′ c’è una nuova chance per la francese che calcia dal limite di prima intenzione ma fuori misura. 

Sei minuti dopo, nel secondo dei 2′ di recupero concessi dall’arbitro, le padrone di casa dimezzano lo svantaggio grazie al super gol di Valentina Cernoia. In questa circostanza una disattenzione di Vigilucci permette a Staskova di fornire l’assist vincente per il magico sinistro della centrocsmpista bianconera, superlativa nell’infilare Tasselli pescando il 7. 

Il primo tempo si chiude sul 2-1 in favore della Viola che con una grande prova di carattere e una buona gestione della gara sono riuscite a portarsi in vantaggio in questa prima frazione di gioco. Brava la squadra di Patrizia Panico, anche a sfruttare a pieno un paio di errori difensivi delle bianconere. Le ragazze di Montemurro, piuttosto disattente si rimettono in carreggiata grazie alla perla di Valentina Cernoia. 

Ad inizio ripresa la Juventus parte subito con il coltello tra i denti, con Bonansea che non inquadra la porta con il destro dalla distanza. 

Al 56′ colossale occasione per la formazione di Joe Montemurro: sempre Bonansea dalla destra scodella in area per Staskova. La ceca, si accomoda la palla con la coscia e calcia al volo: la conclusione impatta clamorosamente sulla traversa e termina fuori. 

Le padrone di casa continuano a premere e al 58′ agganciano le avversarie sul 2-2 grazie al gol di Arianna Caruso che sfrutta il cross perfetto di Hyyrinen piazzando un preciso destro al volo sul primo palo. 

Al 67′ torna ad attaccare anche la Fiorentina con Mascarello che tenta la conclusione dal limite, ma il suo tiro debole e centrale non può impensierire Aprile. 

Al 74′ Mister Montemurro effettua il suo primo ed unico cambio della partita sostituendo Hurtig con Bonfantini. Ne approfitta anche Patrizia Panico con un doppio cambio: escono Mascarello e Neto, entrano Baldi e Tortelli. 

Il pareggio che sta maturando sul campo, sta stretto alla Juventus che torna ad asseddiare la porta avversaria alla ricerca del gol della vittoria. Al 76′ occasionissima con Caruso che adomestica un pallone al limite, si gira in un fazzoletto e calcia col destro. La sua conclusione si perde di poco a lato. 

All’83’ Barbara Bonansea dalla sinistra si invola a grandi falcate verso la porta avversaria, giunta in area di rigore serve Bonfantini che, sola davanti al portiere si fa ipnotizzare da Tasselli sciupando l’opportunità. Si resta quindi sul 2-2 all’Ale&Ricky di Vinovo. 

Due minuti dopo ci riprova Bonansea, molto attiva in questi ultimi minuti di partita. Stavolta la numero 11 bianconera prova la conclusione personale con un rasoterra bloccato docilmente dall’estremo difensore gigliato. 

Dopo 4′ di recupero il direttore di gara sancisce la fine della contesa. Termina in parità tra Juventus e Fiorentina, una bellissima partita ricca di gol e spettacolo. “Un mezzo miracolo sportivo” come lo ha definito Valentina Giacinti al termine del match, che permette alla Viola di stoppare a quota 33 i successi casalinghi della Juventus. 

RISULTATO E TABELLINO: 

JUVENTUS-FIORENTINA: 2-2

MARCATRICI: 14′ Giacinti, 34′ aut. Gama, 45+2′ Cernoia, 58′ Caruso. 

JUVENTUS: Aprile, Hyyrinen, Gama, Lenzini, Nilden, Caruso, Cernoia, Rosucci, Bonansea, Staskova, Hurtig (74′ Bonfantini). A disposizione: Forcinella, Sembrant, Panzeri, Grosso, Giai, Zamanian. Allenatore: Joe Montemurro. 

FIORENTINA: Tasselli, Cafferata (64′ Aronsson), Kravets, Breitner (78′ Catena), Vigilucci, Neto (75′ Tortelli), Mascarello (75′ Baldi), Huchet, Boquete, Giacinti, Sabatino. A disposizione: Schroffenegger, Bartalini, Fortunati, Lundin, Monnecchi. Allenatrice: Patrizia Panico. 

AMMONIZIONI: Nessuna

ARBITRO: Kumara

ASSISTENTI: Regattieri e Agostino

QUARTO UOMO: Nuzzo

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer