29/05/2024

Amichevole di prestigio allo Stadio delle Tre Fontane tra la nazionale italiana e la Colombia. 

Dopo 20 anni di assenza la nazionale azzurra torna a giocare nella Capitale, Roma ormai è diventato un punto di arrivo per il calcio femminile, quello che le ragazze di Alessandro Spugna stanno facendo per il movimento italiano è qualcosa di unico e sensazionale.

È la prima partita della storia che si gioca tra le due nazionali e arriva a 100 giorni esatti dall’inizio del mondiale.

Milena Bertollini schiera la seguente formazione: Durante, Di Guglielmo, Salvai, Linari, Lenzini, Giugliano, Pavan, Caruso, Beccari, Cantore, Giacinti.

Errore difensivo al 1’ di Lenzini e subito occasione da gol per la Colombia con il tiro da buona posizione di Usme che viene respinto dalla chiusura di Linari; la calciatrice della Roma in questa giornata, indossa la fascia di Capitano della nazionale.

Pericolosa ancora la Colombia all’8’ con il tiro dalla distanza di Ramirez deviato in calcio d’angolo dall’ottimo intervento di Durante.

Al 10’ ottimo calcio di punizione battuto dalla destra da Giugliano con inserimento in area di rigore di Beccari che devia il pallone verso la porta ma Perez blocca a terra.

Ripartenza azzurra al 13’ con lancio di Beccari per Giacinti che si invola sull’out di sinistra, entra in area di rigore e a tu per tu con il portiere la supera con una precisa conclusione che regala il vantaggio 1-0 all’Italia.

Azione colombiana al 19’ con Bahr che serve sulla sinistra Ramirez, si libera con una spallata di Salvai e calcia verso la porta ma il pallone termina alto sopra la traversa.

Al 21’ calcio d’angolo di Giugliano e inserimento sul primo palo di Caruso che attacca il pallone ma viene anticipata dalla respinta del difensore.

Ripartenza azzurra al 27’ con Giugliano che allarga verso Cantore, cross basso per Giacinti che a pochi passi dalla linea di porta, viene anticipata da Carabali.

Al 29’ su uno scontro fortuito, l’arbitro viene colpito e resta a terra; il gioco viene interrotto per un paio di minuti, tempo delle cure mediche e poi si può riprendere.

Beccari al 35’ serve Giugliano, magia della calciatrice della Roma che trova Giacinti in area di rigore, controllo e conclusione di potenza che viene respinta in calcio d’angolo dall’ottimo intervento di Catalina Perez.

Bella azione azzurra al 40’ con Giacinti che riceve in area e fa la sponda per l’accorrente Caruso, il tiro di prima intenzione viene bloccato in tuffo dal portiere.

L’arbitro della partita Zoe Stavrou, concede sei minuti di recupero in cui non ci sono occasioni da gol ma una serie di preoccupanti infortuni, due vedono protagoniste le giallorosse, Giacinti colpita al volto e Giugliano alla caviglia.

Fortunatamente per entrambe non è nulla di grave; arriva il duplice fischio con le squadre che vanno al riposo sul risultato di 1-0 per l’Italia.

Nella ripresa la Ct azzurra effettua una sola sostituzione, sostituisce Caruso con Girelli.

Al 47’ per un fallo al centro del campo su Caicedo viene ammonita Manuela Giugliano. 

Bella conclusione dalla distanza al 51’ di Pavan con il pallone che si perde alto sopra la traversa.

Al 56’ la Colombia va vicina al pareggio con Bahr che a porta vuota, spedisce il pallone alto sopra la traversa.

Sostituzione nell’Italia al 60’ con Giacinti che lascia il campo a Bonansea.

Cambio anche nella Colombia esce Bahr ed entra Ospina.

Ripartenza azzurra con Girelli che può correre sulla sinistra, pallone al centro ma Arias è bravissima e respinge in calcio d’angolo.

Al 64’ Elena Linari che si era spinta in avanti, mentre sta uscendo dall’area avversaria viene colpita alle spalle da un pugno diretto di Ramirez, nessuna della terna arbitrale vede e la colombiana si salva.

Al 71’ viene ammonita Bonansea per un fallo nei pressi dell’area di rigore azzurra.

Sostituzione azzurra al 75’ con Bergamaschi che entra in campo al posto di Beccari.

Al 76’ l’arbitro regala un calcio di rigore alla Colombia per un non intervento di Salvai su Chacon. Dal dischetto va Usme che spiazza Durante e realizza il gol del pareggio 1-1.

Due minuti dopo, errore della retroguardia azzurra con Caicedo che si invola sulla destra, si presenta tutta sola davanti a Durante che compie un miracolo e respinge.

La risposta azzurra arriva all’81’ con la conclusione da fuori area di Salvai che termina di poco larga a Perez ormai battuta.20 

All’82’ bellissima azione di Barbara Bonansea sulla sinistra, cross basso verso il centro dell’area e nel tentativo disperato di allontanare il pallone, autorete di Ramos.

Doppia sostituzione all’85’ escono dal campo Cantore e Di Guglielmo, al loro posto entrano Piemonte e Boattin.

Conclusione di Bonansea da ottima posizione e pallone che si spegne di poco largo alla destra del portiere colombiano Perez.

Al 90’ grandissima giocata della Ramirez che controlla al limite dell’area, avanza e lascia partire un bolide che sta per terminare sotto al sette; Durante in volo plastico, compie una parata mostruosa e devia in calcio d’angolo.

Altra sostituzione nella formazione colombiana al 91’ con Restrepo che entra in campo al posto di Bedoya.

Al 93’ Bergamaschi trova splendidamente Bonansea sulla destra, la giocatrice della Juventus si invola e cerca al centro dell’area Piemonte che si allunga in scivolata ma non trova l’impatto con il pallone a pochi passi dalla linea di porta.

Per proteste il direttore di gara ammonisce l’allenatore colombiano Nelson Abadia.

Dopo 4’ di recupero Zoe Stavrou mette fine alla partita con l’Italia che torna alla vittoria e supera per 2-1 la Colombia tra gli applausi del pubblico delle Tre Fontane.

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer