09/02/2023

Si ringrazia per articolo Figc

Il Belgio passa a Coverciano. Sbardella: “Un buon primo tempo, ma avevamo meno minutaggio nelle gambe”

Azzurrine sconfitte 2-0, con le reti ospiti siglate nella ripresa. Il tecnico guarda con ottimismo alla Fase Élite: “I risultati da ottenere saranno ad aprile”

Una battuta d’arresto che senz’altro non pregiudica, ma, anzi, probabilmente aumenta il grado di consapevolezza delle Azzurrine in vista della Fase Élite degli Europei di categoria: la Nazionale femminile Under 19 esce sconfitta per 2-0 dall’amichevole di Coverciano contro il Belgio, dopo un primo tempo disputato con interessanti trame di gioco e ad una buona intensità, ma subendo nella ripresa gli acuti decisivi della squadra ospite.

“Dispiace sempre perdere – ha commentato a fine gara il tecnico Enrico Sbardella – ma in questo momento dobbiamo essere obiettivi: abbiamo meno minutaggio sulle gambe rispetto alle altre squadre, perché nelle finestre internazionali che c’erano a disposizione tra le due fasi dell’Europeo non abbiamo avuto la possibilità di scendere in campo per via della pandemia. Il Belgio ha disputato quattro gare più di noi, contro avversari di rango, e ha avuto la possibilità di fare quelle esperienze in più che oggi hanno fatto la differenza. Siamo felici comunque di aver ripreso l’attività e adesso l’obiettivo è essere preparati al meglio per il round 2 dell’Europeo. Nel primo tempo siamo stati padroni del gioco e abbiamo avuto anche qualche buona occasione. Nella ripresa era giusto vedere cose nuove e cambiare, senza l’ansia del punteggio; i risultati importanti da ottenere saranno ad aprile.

La partita. L’avvio di gara dell’Italia è intenso e mette subito in difficoltà le belghe: dopo appena tre minuti di gioco è Severini, con un colpo di testa su azione d’angolo, a chiamare in causa Ampoorter. La reazione ospite viene affidata a Jacobs (7’), il cui destro dal limite finisce sull’esterno della rete e dà solo l’illusione del gol alla propria panchina. La manovra azzurra trova giovamento dalle geometrie di un centrocampo ben rodato e da capitan Severini schierata – come nel test in famiglia contro l’Under 23 – al centro della difesa. Le ragazze di Sbardella cercano la costruzione dal basso e al 20’ mettono nuovamente in difficoltà l’estremo difensore avversario, ancora con un colpo di testa: sullo stacco di Della Peruta il portiere belga fa però nuovamente buona guardia. Al 34’, su un contropiede fumineo dell’Italia, è ancora Della Peruta a farsi vedere su un bel filtrante di Arcangeli, senza però che l’attaccante del Pomigliano riesca a trovare il momento giusto per la battuta a rete. A un minuto dall’intervallo l’occasione migliore del Belgio nel primo tempo: su una punizione da posizione laterale, Beretta è provvidenziale con una parata di puro istinto di piede su un colpo di testa imperioso.

Il secondo tempo inizia così come si era chiuso il primo, con un vero e proprio miracolo di Beretta (49’), bravissima con la punta delle dita a mandare in angolo un preciso colpo di testa di Boutiebi. Dopo il pericolo scampato a inizio secondo tempo l’Italia torna a macinare gioco e a rendersi pericolosa col suo terminale offensivo principale, Della Peruta: all’11’ l’attaccante impatta nuovamente bene di testa su un cross dalla destra, ma il portiere belga risponde ancora una volta presente.

Intorno al quindicesimo della ripresa Sbardella prova a cambiare le pedine del proprio assetto tattico, inserendo Massimino al centro del pacchetto arretrato azzurro e spostando così Severini più avanti, nella zona di centrocampo, per un 4-2-3-1 in cui Pavan agisce insieme ad Arcangeli e Giai alle spalle di Della Peruta. Negli attacchi dell’Italia si fa notare con frequenza la neoentrata Pellinghelli sulla corsia sinistra, ma è il Belgio nella fase centrale della ripresa a farsi preferire: prima, al 20’, Vanzeir manca il vantaggio solo per una questione di centimetri, quindi al 28’ Boutiebi sfrutta al meglio un errore difensivo azzurro e si fa trovare pronta sul secondo palo, appoggiando in rete il vantaggio ospite.

Su Coverciano inizia ad abbattersi una pioggia copiosa, rendendo molto difficoltosa la manovra palla a terra nella parte finale del match. Al 37’ è un contropiede belga a concludere di fatto la contesa, con Detruyer precisa a battere Beretta per la seconda volta per il 2-0 finale.

ITALIA: Beretta, Passeri, Giai (42’st Colonna), Della Peruta, Arcangeli (42’st Petrara), Ferrara, Battistini (14’st Bertucci), Begal (14’st Massimino), Pavan (30’st Pizzolato), Severini (42’st Mounecif), Robustellini (1’st Pellinghelli). A disp.: Requirez, Giacobbo, Beka, Larenza, Mariani, Gilardi. All.: Sbardella
BELGIO: Ampoorter (28’st Bosteels), Boutiebi (47’st Rosala), Covent, Detruyer, Humartus, Jacobs, Pauwels (28’st Prez), Van Belle, Vanhentenrijk, Vanhoudt (42’st Tom), Vanzeir. A disp.: Desmarais, Helsen, Lameir, Prenen, Retsin. All.: Donnay
ARBITRO: Marco. Assistenti: Toce e De Vito. IV Ufficiale: Zucchetti
RETI: 28’st Boutiebi, 37’st Detruyer
NOTE – Recupero: 0’ pt; 3’st

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer