SHARE

Clima di fiducia in casa Breganze che, dopo la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia, sabato scorso ha battuto per la terza volta in stagione il Bisceglie e si è riguadagnata l’ottava posizione. A confermarlo è Lucy Campanile, pugliese DOC, che quest’anno però ha scelto di vestire la casacca biancorossa: “Era importante portare a casa i tre punti sabato. È stata una prestazione cinica e di maturità. Bisceglie è stato un campo ostico per chiunque, abbiamo avuto il giusto approccio e gestito al meglio la gara. Sicuramente l’accesso in Coppa  – continua Campanile – ha dato tanta linfa positiva e l’umore è alto. La squadra si sta ritrovando, dobbiamo essere bravi a mantenere alta la guardia. Dopo mesi di lavoro, non posso che essere felice e sentirmi fortunata per le compagne che ho accanto in questa avventura e per la società che rappresento. Partecipare alle Final Eight è sempre motivo di orgoglio e prestigio. Questa è la mia quinta volta in questa competizione, ma è stata un’emozione unica poterla conquistare nuovamente. Era un nostro obiettivo e sono contenta sia arrivata, lo meritavamo tutti.”. Domenica al PalaSarcedo arriva però un avversario ostico: il Cagliari. All’andata finì con un rarissimo, per il futsal, 0-0 e domenica sarà un match fondamentale per la squadra di Zanetti e Centofante per mantenere a distanza i “bassi fondi” della classifica e rimanere all’interno della zona play off. “Noi arriviamo a questa sfida con nuove consapevolezza – commenta Lucy Campanile – loro invece hanno qualche elemento in più. Questo è il campionato più equilibrato da quando esiste la massima serie, motivo per il quale bisogna mantenere alta la concentrazione e sbagliare il meno possibile per portare a casa i 3 punti, domenica dopo domenica. All’andata in Sardegna fu una partita molto tattica, in cui le difese non sbagliarono praticamente nulla”. Un Breganze che sembra quindi aver trovato la giusta quadra, ma dove potrà arrivare? La giocatrice biancorossa Lucy Campanile non ha dubbi: “Se manteniamo alta la concentrazione e gestiamo al meglio i momenti di difficoltà che avremo nelle singole partite, sono sicura che possiamo raggiungere i play off. La Coppa Italia invece è una competizione a se, ci sono tanti fattori che incidono e sulla carta ci sono altre squadre favorite. Andremo lì soprattutto per divertirci e goderci quello che abbiamo conquistato con la massima serenità”.