SHARE

In data odierna la società Empoli Ladies, squadra neopromossa in serie A, ha comunicato l’interruzione del rapporto di collaborazione con Antonio Genovese, vice coach della squadra toscana nonchè primo mister diversamente abile con patentino Professionista UEFA A del calcio italiano.

Di seguito riportiamo i saluti dell’allenatore in carrozzella :

“Innanzitutto, dati i numerosi messaggi via social, whatsapp, telefonate  a seguito del comunicato ufficiale emesso dalla società ci tengo a sottolineare, e ribadire, che non è un’accordo consensuale ma una scelta della società.
E’ duro commentare ciò… seppur lo sapessi già da ieri ed allora… come sempre lascerò che sia il cuore a dettarmi le parole.
Al mio posto dal settore maschile della società arriverà un match-analyst che seguirà sia il maschile che il femminile e con ciò mi è stato detto che per me non v’è più posto ma… non sono un match-analyst… non lo sono mai stato… segnalavo dal punto di vista tecnico-tattico le squadre avversarie e le giocatrici nelle loro caratteristiche.. il mio ruolo infatti era di Vice-Allenatore e Responsabile della Tattica di squadra… sono un Allenatore non analista.
Non concordo con la decisione presa ma ne prendo atto anche se fa male.
L’amico e collega Pistolesi a conclusione dell’ottimo campionato che abbiamo fatto e dei numerosi complimenti che abbiamo ricevuto durante l’anno ha ottenuto la Panchina d’Argento (massimo riconoscimento per i tecnici di Serie B) e come suo Vice credo anche in una parte infinitesimale di aver contribuito anch’io, come tutto il resto dello Staff, però… non è bastato per la conferma.
Si volta pagina anche se è dura quando tu hai anche segnalato, e lo faresti ancora, giovani leve e non sino a meno di una settimana fa ed il 20 giugno scopri che non vi sarai a vederle giocare perché il valore di alcune di queste è veramente alto e sicuramente verranno, giustamente, tesserate.
Ringrazio Mister Pistolesi per la possibilità datami l’estate scorsa e ringrazio ugualmente la società per l’opportunità datami ed il cuore Azzurro resterà sempre in una parte del mio cuore.
Ringrazio il resto dello Staff Tecnico e dirigenziale, il nostro DS Landi, i nostri tifosi, fotografi, il nostro capo-tifoso ma soprattutto ringrazio loro  che mi hanno fatto sognare, gioire, arrabbiare e subito dopo rialzare per esultare Tutti insieme: Silvia, Alice, Anna, Courtney, Lucia, Paola, Simona, Maria, Emily, Costanza, Vaarin, Giorgia, Cecilia, Giulia M., Giulia C., Giada, Pamela, Arianna, Francesca, Aurora, Elisa, Irene, Clara.
Mi spiace ragazze non avervi potuto salutare di persona e farlo qui per iscritto ma avendolo saputo solo ieri … spero mi scusiate.
Di voi Tutte ho solo ricordi positivi e spero nel mio piccolo di avere lasciato in voi qualcosa di buono.
Abbiamo meritato la A … lottate più che potete per mantenerla… in un angolo del mio cuore voi ci sarete sempre .. la BellezzA del calcio.
Ora cosa farò? Beh innanzitutto continuerò come Opinionista nella Web-Tv Calcio Ladies a commentare il Mondiale che si sta svolgendo in Francia… poi… valuterò le varie opportunità privilegiando la Serie A che mi sono meritato sul campo macinando chilometri, passando di regione in regione, di settimana in settimana.. valuterò la serietà della società e del progetto… se vi saranno possibilità in Serie A (sono ad oggi il primo ed unico Allenatore Professionista UEFA A disabile italiano uscito da Coverciano… UEFA A prerogativa d’obbligo per poter allenare in Serie A femminile) o, in seconda ipotesi in Serie B (non voglio sminuire la categoria anzi ma… dentro di me vorrei giocare di sabato il prossimo campionato nella Serie che mi sono conquistato sul campo) o… starò anche fermo non è un problema… dove andrò.. devo essere voluto al 101% non meno”.