SHARE

Il Presidente Gravina presenta la strategia di sviluppo del calcio femminile

La crescita del movimento calcistico femminile deve passare attraverso degli obiettivi chiari e precisi. Un passo importante c’è stato e certamente i successi della Nazionale risalenti al mondiale del 2019 hanno fatto sì che qualcosa si sbloccasse con l’aumento delle tesserate del 65%. Nel prossimo quadriennio (2021/25), l’intento è di aumentare ben del 50% il numero delle tesserate, cercare di raggiungere successi internazionali con i club, introdurre il professionismo in A, a partire dal campionato 2022/23. Fondamentale è la copertura televisiva attraverso Sky e Timvision.Il tutto dovrò passare attraverso la visibilità, migliorando per l’appunto l’immagine con iniziative di marketing tese ad accrescere l’interesse da parte di tutti del calcio femminile. Il secondo punto è legato all’eliminazione delle barriere sociali attraverso la necessità di rendere il gioco del calcio quanto più accessibile e di far vivere alle più giovani la loro passione in un ambiente sicuro. Alzare il livello delle competizioni attraverso l’aiuto degli sponsor. Il tutto dovrà essere supportato da allenatori, famiglie, arbitri, insegnanti. Per aspera ad astra.