SHARE
BPE Foto/Pizzini Simone. Stadio Olivieri (VR) 26.01.19. Calcio femminile seire A, Chievo Verona Valpo vs Florentia

Fiorentina Women’s – ChievoVerona Valpo: 2-0 (0-0)

Reti: 51’ e 72’ Philtjens (F)

 

Fiorentina Women’s: Durante, Guagni, Jaques, Breitner, Adami, Bonetti (87’ Zazzera), Vigilucci, Philtjens, Clelland (83’ Tortelli), Fusini (46’ Mauro), Agard

A disposizione: Fedele, Tortelli, Mauro, Ripamonti, Corazzi, Zazzera, Ohrstrom

Allenatore: Antonio Cincotta 

 

ChievoVerona Valpo: Gritti, Mascanzoni Da., Zanoletti, Faccioli, Ledri, Fuselli, Sardu, Prost (64’ Riboldi), Mascanzoni De. (85’ Boni), Pirone (90’ Mason), Tarenzi 

A disposizione: Raicu, Salamon, Varriale, Riboldi, Tardini, Boni, Mason 

Allenatore: Emiliano Bonazzoli

 

Arbitro: Sig. Monaco di Termoli, Assistenti Sigg. Conti di Lecco e Robustelli di Albano Laziale

Ammoniti: Adami (F), Faccioli (C), Agard (F), Mascanzoni Da. (C), Jaques (F), Mauro (F)

 

Giornata uggiosa quest’oggi allo Stadio Gino Bozzi di Firenze, teatro del confronto tra una Fiorentina, terza in classifica, ed un ChievoVerona Valpo ritrovato dopo il successo di sabato scorso contro la Florentia. La partita si scalda subito al 3’: la Fiorentina gestisce male un disimpegno difensivo, Durante al limite dell’area atterra Pirone, ma il direttore di gara decide di non prendere provvedimenti. La Viola si affaccia in avanti all’ottavo con Clelland, abile a far partire un bellissimo traversone dalla destra raccolto da Philtjens che non riesce a dar forza al suo colpo di testa. Al 18’ di gioco, calcio di punizione da lontano di Debora Mascanzoni, Durante respinge di pugno, sulla palla si avventa Fuselli che però non ha successo nel battere a rete. Passa un giro d’orologio e Ledri respinge corto, Bonetti raccoglie la sfera e carica un destro la cui parabola si spegne sul fondo. Al 29’ colossale occasione per il Chievo: l’estremo difensore viola su retropassaggio alto batte di testa, Tarenzi si fionda sul pallone e calcia a botta sicura, ma è strepitoso il salvataggio di Jaques che sulla riga salva il parziale. A tre minuti dalla fine del primo tempo bell’azione delle toscane: Vigilucci da rimessa laterale pesca Bonetti, la numero dieci locale di tacco libera Guagni che di sinistro non impensierisce Gritti. È lo stesso estremo difensore clivense a superarsi poco più tardi, deviando in corner con un super intervento un tiro di capitan Guagni destinato a finire in fondo al sacco. Al rientro dagli spogliatoi la Fiorentina inizia a premere e al 51’ trova il vantaggio: cross dalla destra di Guagni, la difesa gialloblù non riesce a liberare e Philtjens a porta semi-sguarnita fissa l’1-0. Il Chievo incassa il colpo e al 54’ rischia di subire il raddoppio, ma la neo entrata Mauro spreca tutto, cercando un assist di tacco invece di intraprendere la via del gol. La formazione gigliata cavalca il buon momento e al 57’ manca nuovamente la possibilità di portarsi sul 2-0 con Bonetti che sugli sviluppi di un calcio da fermo impatta al volo, non angolando però una conclusione preda di Gritti. Il Chievo non molla e al 20’ sfiora il pareggio con Fuselli di testa. A metà della seconda frazione è sempre l’undici di mister Cincotta a proposti in avanti: Clelland serve Mauro, la nove si presenta a tu per tu con Gritti ed ancora una volta è il portiere scaligero a vincere il duello psicologico, sventando la minaccia. È il preludio al gol, che si concretizza al 72’: Guagni scende sulla destra, guarda al centro e vede l’accorrente Philtjens, brava a siglare di piatto la doppietta personale. All’ 83’ Clelland esce dal campo tra le lacrime per un brutto infortunio al ginocchio. È sempre la squadra padrona di casa a fare la partita anche nel finale, fallendo il 3-0 con Mauro che da buona posizione colpisce la parte superiore della traversa. A pochi secondi dal fischio finale il Chievo spreca il 2-1 con Tarenzi: dal dischetto il capocannoniere del Valpo si fa ipnotizzare da Durante. Nonostante la sconfitta il Chievo esce a testa altissima dal Gino Bozzi di Firenze e da lunedì tornerà al lavoro per preparare la delicatissima sfida interna di sabato prossimo contro l’Orobica.