Il Chievo chiude il campionato con un pari. Col Pontedera finisce 1 – 1

A sette giorni dalla bellissima salvezza conquistata a Roma, il Chievo Women torna in campo per l’ultima giornata di campionato. Allo stadio “Aldo Olivieri” arriva infatti il Pontedera, già matematicamente retrocesso. La sfida d’andata, disputata in un freddo 17 gennaio, finì 1 – 0 per le toscane, ciniche a sfruttare l’unica occasione avuta nel corso della contesa.
Le gialloblù vanno dunque alla ricerca di una vittoria, sia per concludere benissimo la loro stagione che per riscattare quella sconfitta immeritata.

Turnover ragionato in casa clivense, con mister Ardito che decide di optare alcune modifiche rispetto a domenica scorsa. Tra i pali gioca Olivieri, mentre al centro della difesa ritorna Salaorni, assente a Roma per squalifica. A centrocampo si rivede dal 1′ Giorgia Bertolotti, mentre l’attacco è affidato a Gelmetti e Martani (altra novità di giornata), supportate da Valentina Boni.

PRIMO TEMPO – Partono forte tutte e due le squadre, lottando nella zona nevralgica del campo. Al 9′ arriva la prima occasione per il Chievo con Gelmetti. La numero 18 prova ad approfittare di un errore del portiere delle Granatine senza però trovare la porta per una questione di centimetri.
Al 12′ arriva anche la prima opportunità per il Pontedera, ma il tiro di Iannella fa la barba al palo. É sempre la numero 10, fra le più attive della compagine toscana, a sfiorare pochi minuti dopo la rete con un colpo di testa che finisce di poco alto.

Vantaggio Pontedera – Al 22′ la sbloccano le ospiti. Palla messa in mezzo da calcio d’angolo, che trova la solita Iannella tutta sola al centro dell’area. L’ex Torres è freddissima e con un’incornata decisa batte Olivieri. Si sblocca quindi la sfida, con il Pontedera che ha meritato fin qui il vantaggio.

Fatica a reagire il Chievo, che sembra scarico dal punto di vista mentale. Al 27′ sono ancora le ospiti a rendersi pericolosissime, prima con un tiro di Iannella deviato da Olivieri. Sul tap-in successivo Gavagni colpisce a botta sicura, ma la stessa Olivieri si supera e con un miracolo riesce a deviarla in calcio d’angolo.
Al 43′ si rifà vedere in avanti il Chievo con Tardini, ma il suo destro è debole e viene parato facilmente da Bulleri.

Dopo un minuto di recupero finisce il primo tempo, con il risultato di 0 – 1. Vantaggio meritato del Pontedera, che ha creato di più rispetto alle clivensi. Le ragazze di mister Ardito non sembrano aver aprocciato bene la gara con la testa, probabilmente forti del traguardo già ottenuto, ma ci sono ancora quarantacinque minuti per poter ribaltare la gara.

SECONDO TEMPO 

Parte però subito fortissimo il Chievo, che crea immediatamente un’occasione con Gelmetti, ma Bulleri è attenta e respinge.
Un minuto dopo arriva una doppia occasione per le clivensi: prima con un grande inserimento di Mascanzoni, che penetra in area e tira a botta sicura, trovando ancora il riflesso di Buccheri. Sul successivo angolo il pallone finisce sui piedi di Tardini, che calcio con grande coordinazione e precisione, ma Pantani sulla linea salva tutto a portiere battuto. Inizio di ripresa travolgente delle padrone di casa che non ci stanno a perdere.

Traversa Bertolotti – Attacca ancora con grande furia il Chievo. Al 50′ ci prova anche Bertolotticon una bellissima conclusione col piede mancino, ma il pallone colpisce la traversa a Bulleri battuta.
Sfortunate le gialloblù, che con un inizio veemente hanno messo alle corde la squadra avversaria.

Il Pontedera è vivo però e prova a colpire in contropiede con Iannella, ma Olivieri è ancora una volta attentissima e con un’altra prodezza riesce a deviare in calcio d’angolo.

Traversa Boni – Ancora sfortunato il Chievo, che crea gioco, corre tanto e prova a mantenere i ritmi alti. Al 66′ ci prova anche Valentina Boni che mette a sedere un difensore e da posizione molto angolata lascia partire una bella parabola che si stampa di nuovo sulla traversa. Secondo legno per le clivensi, che a questo punto meriterebbero almeno il pareggio per quanto visto in campo.

Traversa Gelmetti – La fortuna sembra non voler assistere le ragazze di mister Ardito, che ci provano in tutti i modi. Al 74′ Gelmetti esegue un tiro-cross, che scheggia per la terza volta la traversa, finendo poi fuori di pochissimo. Ancora un montante quindi per le clivensi nella ripresa, con la porta che sembra stregata.

Pareggio Peretti – Al 77′ finalmente il Chievo la pareggia. Recupero palla alto da parte di Valentina Boni, che vede il movimento di Rachele Peretti e la serve in maniera impeccabile. La numero 7 sceglie la precisione e con un diagonale angolato infila Bulleri.

Il Chievo continua a spingere sull’acceleratore e all’85’ crea l’occasione per ribaltarla. Grande giocata in area di Valentina Boni che salta la sua diretta avversaria e prova un tiro di punta, che però Bulleri con un grandissimo riflesso riesce a respingere. Nonostante gli sforzi delle scaligere che grazie alla grande reazione della ripresa probabilmente meriterebbero anche i tre punti, finisce in parità.

Quinto risultato utile tra le mura amiche per il Chievo, che all’Olivieri chiude con una striscia di 4 vittorie e un pareggio. Opaco il primo tempo delle ragazze di mister Ardito, compensato però da una seconda frazione di grande livello, dove sono state create molteplici occasionoAlla fine ci ha pensato Rachele Peretti a riportare il risultato in parità, realizzando il suo sesto gol in campionato.
Il club gialloblù, dunque, chiude con un nono posto in classifica che fino a due mesi fa sembrava insperato. Adesso è tempo di festeggiare, prima di iniziare a programmare la nuove stagione.

Il tabellino della gara

Chievo Women (1): Olivieri, Pecchini, Tunoaia, Salaorni (72′ Salimbeni), Mascanzoni; Tardini, Prost (72′ Distefano), Bertolotti (61′ Peretti); Boni (88′ Ronca), Gelmetti, Martani (61′ Dallagiacoma).

Pontedera (1): Bulleri; Sacchi, Sidoni, Rizzato, Pantani; Del Prete, Dantoni (55′ Mazzella); D’Alessandro (59′ Carrozzo), Maffei, Iannella, Gavagni (91’Terreni).

Marcatori: 22′ Iannella (P); 77′ Peretti (C)

Ufficio Stampa – ChievoVerona Women F.M.