SHARE

Il Chieti Calcio Femminile vince con il Crotone 2-0 allo Stadio Comunale Baffa di Cotronei, mantiene l’imbattibilità e torna in vetta al Campionato.

La classifica cambia infatti volto: prime le neroverdi con il Palermo (vittorioso a Trani) a quota 31 punti, segue la Res Roma (sconfitta in casa dalla Ternana) a 29.

Il Chieti segna un gol per tempo grazie a due autentiche magie di Giulia Di Camillo e Marija Vukcevic e conquista così un successo importantissimo.

Non è stata una partita facile. Il Crotone, fanalino di coda del Girone con un solo punto, ha venduto cara la pelle, ma si è dovuto arrendere al maggior tasso tecnico delle  avversarie.

Mister Lello Di Camillo lascia in panchina l’acciaccata Stivaletta e manda in campo dal primo minuto Carnevale.

La cronaca si apre con un tiro dalla distanza di Giulia Di Camillo al 4′ ben bloccato da Zangari.

Al 14′ Vukcevic mette in movimento Galluccio che tira in diagonale, ma il pallone si spegne debolmente fra le braccia di Zangari. Un minuto dopo Esposito fa filtrare un bel pallone verso l’area del Crotone, Zangari esce a valanga e sventa l’occasione. Al 22′ cross al centro di Benedetti per la testa di Galluccio che mette a lato di poco.

Il Chieti insiste e perviene al vantaggio al 24′: Giulia Di Camillo recupera un pallone e, vedendo Zangari leggermente fuori dai pali, la fa secca con un preciso pallonetto.

Al 36′ Gangemi e Vukcevic dialogano bene, l’attaccante cerca Galluccio, ma Zangari è brava ad anticiparla in uscita. Un minuto dopo un tiro-cross di Gangemi scheggia la traversa.

Non succede più nulla fino al termine dei primi quarantacinque minuti.

Si va dunque al riposo con il Chieti in vantaggio per 1-0.

Al  4′ della ripresa Galluccio, lanciata a rete da Giulia Di Camillo, viene fermata dal direttore di gara per una dubbia posizione di offside.

Al 7′ Lo Vecchio impegna Falcocchia che si salva in due tempi.  Le padrone di casa sfiorano il pareggio quando ancora Lo Vecchio colpisce una clamorosa traversa al 18′.

Al 32′ Galluccio viene anticipata in maniera provvidenziale da Torano al momento del tiro.

Stivaletta, entrata al posto di Carnevale, angola di troppo la mira al 40′.

Nei minuti di recupero il Chieti trova il raddoppio: Stivaletta e Vukcevic dialogano alla perfezione e Vukcevcic lascia partire un gran diagonale che non lascia scampo a Zangari.

Finisce il match con la vittoria del Chieti per 2-0. Le neroverdi sono attese domenica prossima dall’impegno casalingo con l’Apulia Trani.

TABELLINO DELLA GARA:

CROTONE – CHIETI CALCIO FEMMINILE 0-2

Crotone: Zangari, Cardamone, Torano, Chiellini (39′ st Reinoso), Vetere, Sacco, Moscatello, Sesti (26′ st Rania), Sondore (14′ st Cardone),  Vona, Lo Vecchio.

A disp.: Esposito, Calautti, Forciniti, Papaleo, Stranieri, Vrenna.

All.: De Miglio Domenica.

Chieti: Falcocchia, Di Camillo Giada,Ferrazza, Benedetti , Vukcevic, Cutillo, Galluccio (34′ st Di Lodovico), Di Camillo Giulia, Gangemi (17′ st Colavolpe), Carnevale (13′ st Stivaletta), Esposito.

A disp.: Seravalli, De Vincentiis, Di Sebastiano, Venditti, D’Intino, Romeo.

All.: Lello Di Camillo

Arbitro: D’Andria di Nocera Inferiore

Assistenti: Ritorto e Mastroianni di Lamezia Terme

Marcatrici: 24′ pt Giulia Di Camillo, Vukcevic  47′ st

Ammonite: Ferrazza, Colavolpe, Di Camillo Giada (Ch); Sesti (Cr)

IMPRESSIONI POST PARTITA DI MARIJA VUKCEVIC: 

“Durante la settimana abbiamo preparato la partita sapendo di dover affrontare una squadra che si era rinforzata. Eravamo consapevoli che non sarebbe stata facile anche se loro avevano un solo punto in classifica. Sul campo tutto questo si è visto: siamo state brave a chiudere conquistando la vittoria anche se nei primi quindici minuti non abbiamo giocato come solito, poi a metà del primo tempo abbiamo messo in mostra il nostro gioco portando il risultato sull’1-0 a fine primo tempo. Nel secondo per fortuna la loro giocatrice ha preso la traversa e non ha segnato. Noi forse abbiamo concesso qualche ripartenza di troppo. Se avessimo preso un gol negli ultimi dieci minuti non so che tipo di partita sarebbe diventata a quel punto. Il mio gol è arrivato nei minuti di recupero: loro stavano attaccando tanto nella nostra metà campo, dopo tanti anni e tante esperienze ho imparato a rimanere fredda in quelle situazioni  e sono riuscita a segnare. È una bella soddisfazione per me. Subito dopo il mio gol è arrivato il fischio finale. Noi, il Palermo e la Res Roma: sono queste le squadre che lotteranno per il primo posto. Non mi ha stupito la vittoria della Ternana a Roma, sapevo che poteva arrivare un risultato favorevole per noi. Domenica prossima avremo un’altra partita difficile con l’Apulia Trani, ma se giocheremo come sappiamo non mi preoccupo. Pensiamo solo al nostro cammino: non vogliamo ripetere alcuni errori fatti durante il girone di andata che ci sono costati dei punti persi per strada. È un campionato avvincente: all’inizio della stagione non mi aspettavo questo, poi andando sempre più avanti incontrando le altre squadre abbiamo preso consapevolezza sempre più. Fa piacere giocare partite di alto livello come quelle contro la Res Roma sia all’andata che al ritorno, è più bello anche per noi giocare partite così dure e un campionato così interessante, è stimolante per noi giocatrici. Quest’anno è una lotta continua: la squadra che sarà più determinata riuscirà a vincere alla fine”.

Piero Vittoria

Addetto stampa Chieti Calcio Femminile