SHARE

FORTITUDO MOZZECANE – INTER 2-6

Fortitudo Mozzecane:Olivieri (38’ st Perina), Groff, Caliari, Peretti (1’ st Benincaso), Salaorni, Pavana (36’ st Mele), Pecchini (21’ st Bertolotti), Dallagiacoma (21’ st Martani), Pinna, Carraro, Gelmetti.

A disposizione: Perina, Bonfante, Mele, Bertolotti, Caneo, Benincaso, Martani.

Allenatore: Bragantini.

Inter: Cappelletti (33’ st Gilardi), D’Adda, Pisano, Locatelli, Baresi (14’ st Marinelli), Regazzoli (14’ st Pandini), Costi (33’ st Capucci), Pellens, Merlo, Santi, Rognoni.

A disposizione: Gilardi, Crespi, Capucci, Marinelli, Brustia, Pandini.

Allenatore: De La Fuente.

Arbitro: Sfira (Pordenone).

Reti:2’ pt Costi, 23’ pt Rognoni, 31’ pt Gelmetti, 38’ pt Baresi, 51’ pt Rognoni, 2’ st Santi, 38’ st Rognoni, 44’ st Groff.

Nell’ultima giornata di campionato, che vede l’Inter festeggiare la meritata promozione in serie A, la Fortitudo viene sconfitta al termine di una partita giocata con carattere e senza paura, riscattando almeno dal punto di vista dell’approccio alla partita la sconfitta a Milano.

Sono proprio le gialloblù a rendersi pericolose dopo pochi secondi dal fischio arbitrale, con il tiro di Carraro da fuori area che finisce poco sopra la traversa. L’Inter va in vantaggio al 2’ grazie a Costi, ma la Fortitudo continua a fare il proprio gioco, a tratti anche meglio delle ospiti, in particolare spingendo molto sulla fascia sinistra con l’asse Caliari – Gelmetti e con le incursioni palla al piede di Carraro e Dallagiacoma. Al 23’ ospiti in vantaggio 0-2 per il gol di Rognoni, che da due passi spinge in rete.

La Fortitudo trova un meritato gol al 31’, quando Dallagiacoma mette in area un pallone preciso che viene scagliato in rete da Gelmetti, la quale si conferma miglior marcatrice stagionale della squadra. Le padrone di casa subiscono due reti prima dell’intervallo, prima con Baresi che parte sul filo del fuorigioco e segna, poi con Rognoni, che dalla distanza prova il tiro: Olivieri tocca ma non basta. Fortitudo che chiude sull’1-4 ma che sul piano del gioco non demerita.

La ripresa si apre con la rete di Santi, brava a sfruttare un calcio di punizione che si stampa sul palo. Nel secondo tempo il ritmo si abbassa leggermente e l’Inter colpisce solo al 38’ con Rognoni, che firma la tripletta con una botta sotto la traversa. A fine partita c’è gioia anche per Groff, che colpisce da calcio d’angolo e rende un po’ meno amara la sconfitta.

Fortitudo che si conferma quindi quarta forza del campionato e può sorridere per il bel lavoro fatto in questa stagione. Una squadra che ha dimostrato di poter competere ad alti livelli nella neo serie B nazionale.

Riccardo Cannavaro
Foto: Graziano Zanetti Photographer
Copyright © Tutti i diritti riservati