SHARE

Serie A, 17° Giornata, Sabato 16 Febbraio 2019, ore 14.30
Stadio “Goffredo Del Buffa” – Figline Valdarno (FI)
Florentia – Atalanta Mozzanica 0 – 2 (0 – 2)
Tabellino : 32’ Martinovic, 39’ Caccamo
Florentia: 24 Baldi, 6 Ceci, 15 Hilaj, 19 Tona (cap.), 28 Rodella, 25 Vicchiarello (38’ Hjohlman), 87
Orlandi (77’ Lotti), 93 Roche L., 14 Domenichetti (67’ Gnisci), 21 Nocchi, 9 S.Rinaldi
A disposizione: 31 Marchitelli, 10 Nencioni, 23 Arghandiwal, 71 Ferrandi
All. Stefano Carobbi
Atalanta Mozzanica: 1 Lemey, 24 Rizzon, 30 Jordan, 4 Stracchi, 5 Piacezzi, 6 Lazzari, 44 Kelly (89’
Mandelli), 21 Re, 9 Martinovic (77’ Fusar Poli), 20 Colombo, 19 Caccamo (67’ Anghileri)
A disposizione: 95 Salvi, 2 Zanoli, 28 Ghisi, 7 Pellegrinelli
All. Michele Ardito
Note: 51’ cartellino giallo Ceci (F), 57’ cartellino giallo Caccamo (A), 61’ cartellino giallo Kelly (A)
Direttore di gara: sig. Ubaldi (sez. Roma 1)
Primo Assistente: sig. Roccaforte (sez. Perugia)
Secondo Assistente: sig. Lauri (sez. Gubbio)
Al “Goffredo Del Buffa” di Figline Valdarno, una Florentia poco convincente non riesce ad avere la
meglio sull’Atalanta. Alle Nerazzurre bastano i due goal a metà del primo tempo di Martinovic e
Caccamo per tornare a Bergamo con i 3 punti e raggiungere le rossobianche al 5° posto in
classifica.
La Florentia si schiera con il 4-3-3, Domenichetti davanti nel tridente, Dongus in difesa all’ultimo
momento non ce la fa, al suo posto gioca ancora Hilaj.
Partenza sottotono delle rossobianche nel primo tempo, le bergamasche invece sono subito
aggressive: al 10’ Piacezzi colpisce il palo sul corner di Stracchi e Martinovic due minuti dopo si
divora un goal sola davanti alla porta sparando alto su assist di Caccamo.
La n.19 dell’Atalanta, ex Fiorentina, è in giornata di grazia e al 16’ un suo tiro cross impensierisce
Baldi che con un colpo di reni devia in corner.
La Florentia è spenta, troppi errori di impostazione di gioco e nei passaggi, l’unica azione
pericolosa del primo tempo capita sui piedi di Lois Roche, che calcia out da fuori area sul
passaggio di Rinaldi, troppo sola in avanti a lottare con i due centrali neroblu.
Al 32’ arriva il primo goal delle ospiti: disattenzione della difesa rossobianca, Kelly si inserisce tra le
linee e serve un ottimo pallone alla n.9 bergamasca, Melania Martinovic, che batte Baldi.
Bergamasche pericolose ancora con Martinovic e Caccamo, la n.19 prima non arriva sul pallone
per un soffio, poi sigla un gran goal in contropiede con un sinistro preciso che si infila sotto la
traversa superando Baldi.
Mister Carobbi prova la carta Hjohlman sul finire del primo tempo al posto di Vicchiarello, ma le
squadre vanno comunque negli spogliatoi sul risultato di 0 – 2 per le ospiti, con un goal
rossobianco annullato per fuorigioco.
Nella ripresa le rossobianche partono meglio e al 48’ in contropiede Nocchi serve Rinaldi, la n.9
rossobianca però da buona posizione colpisce solo l’esterno della rete sull’uscita bassa di Lemey.
Al 55’ eccesso di confidenza di Hilaj, la classe 2000 perde palla in difesa, Martinovic ne approfitta e
si trova sola davanti alla porta, ma non ha la freddezza per battere Baldi che chiude bene lo
specchio.
La Florentia nel secondo tempo gioca meglio, ma non a sufficienza per trovare il goal, anche
Nocchi è imprecisa nel controllo al 62’ e spreca da buona posizione l’occasione per accorciare le
distanze. Le squadre sono imprecise in avanti, i due allenatori provano ancora qualche mossa
facendo tutti i cambi a disposizione, ma l’ultimo sussulto della gara lo regala al 74’ Stracchi che su
punizione impegna Baldi, il portiere rossobianco è bravo a volare sul primo palo e deviare in
corner.
Il match si chiude, dopo 4 minuti di recupero, senza ulteriori azioni da segnalare.
Brutta sconfitta per la Florentia che nonostante tutto riesce a mantenere il 5° posto, ora in
comproprietà proprio con l’Atalanta Mozzanica, una squadra che sta vivendo un ottimo momento
di forma grazie anche agli acquisti del mercato invernale (Caccamo, Martinovic, Kelly e Jordan
migliori in campo) e oggi l’ha dimostrato, vincendo meritatamente l’incontro.
Prossimo impegno per la Florentia fra un mese, in casa del Milan, ci sarà quindi tempo per lo staff e
la squadra di ritrovare il gioco e la mentalità giusta per chiudere al meglio una stagione iniziata
alla grande.