31/01/2023

5 Giornata – Stadio Comunale Gino Bozzi

La Fiorentina torna a giocare in casa dopo aver ottenuto i primi tre punti della stagione a Formello contro la Lazio. Avversaria della quinta giornata di Serie A Tim Vision, una Sampdoria che dopo il debutto vincente nella massima serie (2-1 sul campo della Lazio) non è riuscita a confermare il suo stato di forma ed ha ceduto 6 punti ai due colossi Milan e Sassuolo (3 reti subite in due partite senza riuscire a segnarne neppure una). Domenica scorsa le doriane sono state in campo poco più di mezz’ora nella sfida con il Pomigliano, interrotta per maltempo e successivamente rinviata al 14 ottobre. 

A far da sfondo alla contesa, primo testa a testa in assoluto tra queste due formazioni, è lo storico stadio Bozzi di Firenze, che per l’occasione torna a tingersi di viola. 

Patrizia Panico schiera in campo un classico 4-3-3 con: Schroffenegger, Tortelli, Kravets, Vigilucci, Cafferata, Neto, Huchet, Baldi, Monnecchi, Lundin, Sabatino. 

Mister Antonio Cincotta, ex allenatore viola passato quest’estate a guidare le blucerchiate risponde con un 3-4-3 formato dalle seguenti calciatrici: Tampieri, Novellino, Spinelli, Giordano, Fallico, Re, Pisani, Rincon, Helmvall, Tarenzi, Martinez.

Parte subito in quarta la squadra di Patrizia Panico, al 4’ c’è subito una chance: dall’ incursione di Monnecchi sulla destra ne scaturisce un tiro cross sul primo che non crea problemi a Tampieri. 

Al 12’ dagli sviluppi di un calcio d’angolo Huchet calcia splendidamente al volo verso la porta della Samp, ancora più bella la parata plastica di Tampieri che nega la gioia alla centrocampista francese. La sfera rimane in area senza che la difesa doriana riesca a spazzarla via: dalla ribattuta Cafferata spedisce fuori. 

La foga agonistica della Fiorentina non si placa ed un minuto dopo le toscane ci provano ancora, complice un pasticcio difensivo delle blucerchiate: Sabatino viene atterrata malamente in area da Tampieri. L’arbitro fischia: calcio di rigore assegnato alle viola e cartellino giallo per il portiere della Samp. 

Dal dischetto va proprio la numero 9 gigliata che con un destro incrociato spiazza totalmente l’estremo difensore avversario. Sabatino festeggia dedicando la rete del vantaggio alla sua compagna di squadra Martina Zanoli, infortunatasi la scorsa settimana nel match contro la Lazio. 

Non impiega molto la Samp a pareggiare i conti: al 18’ Bianca Fallico sfrutta al meglio un pallone aereo, dal limite addomestica di coscia e con il mancino centra il bersaglio realizzando il gol dell’1-1. 

Ottima reazione delle doriane che non hanno accusato il colpo del momentaneo vantaggio della squadra di casa. 

Cerca subito il raddoppio la formazione di Mister Cincotta, è Bianca Fallico a rendersi ancora pericolosa con il destro che finisce fuori di un niente. Buon momento delle blucerchiate che stanno schiacciandole viola nella loro metà campo e continuano a mettere alla prova le doti di Katja Schroffenegger: prima con Martinez da posizione defilata e poi con Re dalla distanza: in entrambe le occasioni la numero 1 viola si fa trovare pronta. Ci vuole ben altro per sorprenderla. 

Il martellamento asfissiante della Samp funziona: al 37’ Pisani riceve il corner battuto da Rincon e anticipando tutte, insacca di testa sul primo palo. Al Bozzi si ribalta il risultato, la Samp passa a condurre per 2-1.

La Fiorentina le prova tutte per non andare a riposo indietro di un gol e al 43’ viene premiata dalla destra: il cross di Cafferata indirizzato in area viene respinto da Tampieri, ma sul ginocchio di Spinelli. La sfortunata deviazione costa carissimo alle blucerchiate che regalano un gol alle viola riportando la contesa in parità. Tutto da rifare dunque per la Samp. Il primo parziale, molto spumeggiante, si chiude sul 2-2. Tante occasioni da una parte e dall’altra. La sensazione è che ci sarà da divertirsi anche nella seconda frazione di gioco. 

Il primo a cambiare qualcosa nella sua formazione è Mister Cincotta che a inizio ripresa effettua subito una doppia sostituzione: entrano Berti e Seghir, escono Helmvall e Rincon. 

Inizio devastante di secondo tempo per la Fiorentina che attacca a pieno organico, al 54’ Sabatino supera Tampieri con un tocco, ma la palla sorvola la traversa. 

Al 62’ miracoloso salvataggio sulla linea di Novellino che nega la gioia del gol a Baldi. Le padrone di casa si apprestano a battere un calcio d’angolo. Sempre pericolose da corner, le gigliate provano a pungere un minuto dopo con Kravets che con un colpo di testa prova ad impensierire Tampieri ma ancora una volta è strepitosa la numero 1 doriana che si allunga rifugiandosi di nuovo in angolo. 

Al 70’ è ancora la Fiorentina che prova lo strappo vincente e lo trova con un gol capolavoro di Huchet. Dalla sinistra il cross teso di Baldi nel cuore dell’area viene appoggiato di testa da Lundin per la centrocampista francese che con una formidabile scivolata trafigge la porta di Tampieri che può solo controllare con lo sguardo. Il pubblico sugli spalti è in visibilio e accoglie con un’ovazione il nuovo vantaggio della Fiorentina. 

Al 76’ ecco il primo cambio per il tecnico viola: esce Cafferata, entra Vitale. 

Tre minuti dopo è il turno di Marta Mascarello che prende il posto di Sara Baldi. 

All’81’ ne approfitta anche l’allenatore blucerchiato che inserisce Carp mandando Giordano a riposo. 

Le doriane faticano a trovare spazi in questo secondo tempo, ma all’84’ si procurano un’occasione con Fallico, la migliore della Samp quest’oggi, che dagli sviluppi di un corner si fa ipnotizzare da Schroffenegger, magistrale ancora una volta. 

All’89’ Patrizia Panico effettua gli ultimi due cambi: fuori Monnecchi e Sabatino, dentro Stepahine Breitner e Michela Catena rientrante da un lungo stop. 

Le viola continuano la loro pressione e rimangono in zona offensiva nonostante siano rimasti da giocare soltanto i 4 minuti di recupero assegnati dal direttore di gara. 

L’atteggiamento della squadra di Panico viene ripagato e sul finale è proprio Michela Catena a prendersi la gloria. Entrata in campo da pochi minuti, in pieno recupero cala il sipario sul match.

Succede al 93’: dopo aver ricevuto un tocco di prima dalla stessa Catena, Lundin si invola sulla destra scavalcando tutta la difesa doriana ed offre l’assist vincente alla viola numero 10, che da ottima posizione con un tocco morbido batte Tampieri in uscita siglando il 4-2. 

L’arbitro decreta la fine del match. Ottima prestazione corale della Fiorentina che ha portato a casa la vittoria con grande carattere e tenacia. 

TABELLINO:

FIORENTINA-SAMDORIA WOMEN: 4-2

MARCATRICI:14’ Sabatino (rig.), 18’ Fallico, 37’ Pisani, 43’ Spinelli (aut.), 70’ Huchet, 90+3’ Catena   

FIORENTINA (4-3-3): Schroffenegger, Cafferata (76’ Vitale), Kravets, Tortelli, Vigilucci, Neto, Huchet, Baldi (79’ Mascarello), Lundin, Monnecchi (89’ Breitner), Sabatino (89’ Catena). 

A disposizione: Tasselli, Forcinella, Zazzera, Piemonte, Martinovic.

Allenatrice:PatriziaPanico

SAMPDORIA (3-4-3): Tampieri, Giordano (81’ Carp), Pisani, Spinelli, Novellino, Fallico (90+3’ Battelani), Re, Martinez, Rincon (46’ Seghir), Helmvall (46’ Berti), Tarenzi (65’ Auvinen). 

A disposizione: Babb, Boglioni, Bursi, Musolino. 

Allenatore:Antonio Cincotta 

Ammonizioni:13’ Tampieri, 68’ Sabatino

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer