04/02/2023

10 Giornata – 4 dicembre 2021

Dopo la sosta torna la Serie A Femminile! Nella decima giornata di campionato è sfida tra Panico: allo stadio Bozzi si affrontano Fiorentina e Pomigliano. 

Se è vero che le Viola hanno battezzato il loro debutto in Coppa Italia con una vittoria sul campo del Brescia è altrettanto vero che la squadra di Coach Patrizia Panico ha inanellato una serie di tre sconfitte consecutive in campionato (contro Milan, Inter e Roma), ed è quindi alla ricerca dei tre punti utili per sorpassare in classifica proprio l’avversaria di giornata, quel Pomigliano che le precede soltanto di un punto.

La formazione di casa si schiera con un classico 4-3-3 così composto: Schroffenegger, Vigilucci, Tortelli, Vitale, Cafferata, Catena, Neto, Huchet, Monnecchi, Sabatino, Lundin. 

Mister Domenico Panico si affida allo stesso modulo: Cetinja, Fusini, Luik, Copparelli, Cox, Tudisco, Ferrandi, Vaitukaityte, Ferrario, Moraca, Banusic. 

In un campo bagnato dalla pioggia sarà la Fiorentina a dare il calcio d’inizio alla partita. 

Le padrone di casa partono subito forte e si procurano la prima chance dopo soli 4’ di gioco. Incursione dalla sinistra di Margherita Monnecchi che accelera e crossa al centro. In questa circostanza è brava Cetinja ad intercettare il traversone togliendolo dai piedi di Lundin. La difesa del Pomigliano spazza via il pallone come può, Vigilucci lo raccoglie e cerca la porta dalla lunga distanza: trova l’opposizione del portiere e un calcio d’angolo a favore. 

Al 12’ è ancora Valery Vigilucci a spaventare la difesa ospite: Neto la serve in profondità con un filtrante illuminante, ma la numero 11 viola, a tu per tu con Cetinja non riesce a capitalizzare e calcia fuori. 

Dopo 20’ di gara, il signor Pezzopane estrae il primo cartellino giallo della partita. Federica Cafferata viene ammonita per un intervento scomposto su Moraca. 

Nonostante sia la Fiorentina a dettare il gioco in questa prima parte di gara, al 22’ il Pomigliano, con pazienza, si conquista un calcio piazzato. Banusic, da punizione va direttamente in porta: Schroffenegger non trattiene e devia in corner. 

La numero 17 delle ospiti ci riprova qualche minuto dopo: al 29’ vede Schroffenegger fuori dai pali e prova a beffarla dalla lunga distanza. Il portiere viola controlla il pallone che si perde a lato. 

Al 38’ grande occasione per la Fiorentina: Huchet verticalizza per Sabatino che di petto accomoda il pallone per il destro in contro balzo di Catena, neutralizzato da Cetinja. 

Sul finale di primo tempo si sblocca finalmente il risultato: al 43’ la formazione campana compie un autentico pasticcio difensivo. Luik stende Catena in area e l’arbitro senza esitazione indica il dischetto. E’ calcio di rigore per la Fiorentina. Daniela Sabatino si presenta dagli 11 metri e con precisione chirurgica spiazza totalmente Cetinja: pallone da una parte, portiere dalla’altra. Le Viola fanno 1-0 e passano meritatamente in vantaggio. 

Neanche il tempo di metabolizzare che la squadra di Patrizia Panico è già pronta ad esultare per la seconda rete. Al 44’ Monnecchi entra in area e dalla sinistra mette in mezzo un pallone al bacio per Lundin che, senza pensarci due volte spinge in rete. La numero 8 può festeggiare doppiamente dato che è tornata a segnare proprio nel giorno del suo compleanno mettendo una seria ipoteca sul match.

L a prima frazione di gioco si chiude dopo 1’ di recupero. Molto bene la Fiorentina che si è portata in vantaggio con un impressionante uno-due. Nel giro di un paio di minuti la formazione di casa ha trovato altrettante reti con le sue attaccanti più prolifiche. Alle ospiti non bastano gli spunti di Banusic, la più propositiva della squadra. Nel secondo tempo servirà qualcosa in più alla formazione di Mister Domenico Panico. 

Dopo l’intervallo, le 22 giocatrici si risistemano in campo con una novità per il Pomigliano: Ippolito al posto di Capparelli.  C’è subito un buono spunto della Fiorentina: al 48’ Cafferata dalla destra mette in mezzo un traversone a cercare Sabatino, ma è bravo l’estremo difensore ad anticipare l’attaccante viola. In un secondo momento Cetinja interviene su Catena sventando definitivamente la minaccia. 

In questa fase di gara la squadra  guidata da Mister Domenico Panico sta prendendo coraggio. Al 51’ sul cross di Moraca dalla destra, Ferrario cerca l’eurogol di tacco, ma spedisce alto. 

Cercando di approfittare del buon momento della sua squadra Domenico Panico si concede il secondo cambio: fuori Ferrandi, dentro Salvatori Rinaldi. 

Sette minuti dopo c’è una nuova chance per le ospiti. Neanche a dirlo, è ancora una volta Banusic a battere una punizione insidiosa che attraversa tutta l’area viola. Né Luik, né Cox riescono a raggiungere la sfera e a trovare la zampata vincente. 

Al 63’ le campane si conquistano un nuovo calcio di punizione da posizione interessante con Ippolito che viene messa giù al limite. Ci riprova Banusic, ma Schroffenegger è ben posizionata e riesce a respingere la conclusione. 

Dopo qualche minuto di sofferenza le padrone di casa riescono a portandosi sul 3-0a arrotondando il risultato. Ancora una volta è Daniela Sabatino a metterci la firma. L’eterna bomber raccoglie una palla vagante in area, stoppa di petto e incrocia il destro con sicurezza infilando Cetinja sul palo lontano. Altra doppietta in campionato per Sabatino dopo quella rifilata all’Inter nella partita, poi persa lo scorso 6 Novembre. La numero 9 raggiunge quota 7 reti stagionali andandosi a piazzare al primo posto della classifica marcatrici al pari di Valentina Giacinti.

Al 73’ finisce la partita della migliore in campo del Pomigliano: Banusic esce dal campo per lasciare il posto a Puglisi.  

Le Viola provano a complicarsi da sole la partita rimanendo in 10: al 75’ Cafferata riceve il secondo giallo della sua partita per una trattenuta su Ferrario e viene espulsa.   

Al 79’ Schroffenegger dice di no a Moraca con una super parata delle sue.  

Nonostante la Fiorentina sia in pieno controllo del match, il Pomigliano non si arrende, procurandosi un’occasione dopo l’altra. All’85’ su suggerimento di Ippolito, Ferrario spedisce alto di testa. 

Due minuti dopo, come un lampo, le ospiti trovano il gol che accorcia le distanze: Moraca da punizione serve intelligentemente Vaitukaityte che in una frazione di secondo si gira e sorprende Schroffenegger.

Reazione tardiva del Pomigliano che però ci prova fino al 90’ quando si presenta un’altra occasione per Salvatori Rinaldi. Ben servita da Moraca, la numero 9, con l’incornata, non riesce a trovare lo specchio della porta. 

Dopo aver concesso 5’ di recupero il signor Pezzopane chiude la contesa. Finisce 3-1 per la squadra di casa che ha monopolizzato il primo tempo ponendo già le basi della vittoria. La seconda frazione, più equilibrata ha visto la reazione, forse un po’ troppo tardiva, delle campane, che comunque hanno dato del filo da torcere alle Viola, non mollando di un centimetro fino all’ultimo. C’è da scommettere che la prossima settimana faranno altrettanto nel derby con il Napoli. La Fiorentina invece andrà a far visita all’Empoli, con la speranza di continuare a risalire la classifica.  

TABELLINO:

FIORENTINA – POMIGLIANO: 3-1

MARCATRICI:43’ E 70’ Sabatino (F), 44’ Lundin (F), 87’ Vaitukaityte (P). 

FIORENTINA (4-3-3): Schroffenegger, Vigilucci, Tortelli, Vitale, Cafferata, Catena, Neto (81’ Kravets), Huchet (76’ Breitner), Monnecchi (64’ Baldi), Sabatino (82’Piemonte), Lundin. 

A DISPOSIZIONE: Tasselli, Forcinella, Zazzera, Ceci, Martinovic.

ALLENATRICE:Patrizia Panico. 

POMIGLIANO (4-3-3): Cetinja, Tudisco, Luik, Cox, Fusini, Capparelli (46’ Ippolito), Ferrario (86’ Apicella), Ferrandi (57’ Rinaldi), Vaitukaityte, Banusic (73’ Puglisi), Moraca.

A DISPOSIZIONE: Russo, Buhigas, Ejangue, Lombardi, Massa. 

ALLENATORE:Domenico Panico. 

ARBITRO:Pezzopane dell’Aquila

NOTE:Ammonita Cox. Espulsa Cafferata per doppia ammonizione

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer