01/02/2023

7 Giornata – 31 Ottobre 2021

Foto: Milan sito ufficiale

Dopo la sosta delle Nazionali per le qualificazioni ai Mondiali ritorna la Serie A Femminile! 

Nella settima giornata della massima serie, la Fiorentina dovrà vedersela con l’ostico Milan, terza forza del campionato, guidato da Maurizio Ganz. 

Le ragazze viola intendono portare a 4 la loro striscia di risultati positivi dopo le belle vittorie ottenute contro Lazio, Sampdoria e Verona. Le rossonere sono invece reduci da un pareggio nel big match giocato in casa contro la Roma che si è concluso con un gol per parte. Le milanesi si presentano dunque al Bozzi con l’intenzione di aggiudicarsi i 3 punti che sono in palio in questa sfida. 

Coach Panico schiera la seguente formazione: Schroffenegger, Tortelli, Kravets, Vigilucci, Cafferata, Catena, Neto, Breitner, Huchet, Lundin, Sabatino. 

Mister Ganz risponde con le sue titolari: Giuliani, Codina, Fusetti, Agard, Bergamaschi, Grimshaw, Adami, Tucceri, Longo, Thomas, Stapelfeldt. 

Al fischio d’inizio le padrone di casa giocano il primo pallone, e si procurano al 4’ la prima potenziale occasione della partita. Sabatino recupera un buon pallone in area e si crea lo spazio per calciare aggirando l’intervento di Codina. L’ex giocatrice del Milan, con il sinistro non trova la giusta precisione e il suo tiro si perde sul fondo. 

Buoni i ritmi di entrambe le squadre in questo avvio di gara. 

Le toscane provano a rendersi pericolose all’11’: Neto da punizione per Breitner che di testa spedisce alto.

Al 13’ si fa vedere il Milan in avanti con Thomas che punta verso la porta e da posizione defilata spara addosso a Schroffenegger. Buona l’uscita dell’altoatesina che nega la gioia del gol all’attaccante rossonera. 

La squadra di Ganz continua ad insistere e al 20’ trova il vantaggio grazie alla rete di Nina Stapelfeldt, alla sua prima da titolare. Dalla bandierina, Tucceri Cimini indirizza sul secondo palo e pennella un cross perfetto per la testa della svizzera. La numero 10 rossonera non ha nemmeno bisogno di saltare per insaccare alle spalle di Schroffenegger il prezioso gol che sblocca la partita. Il Milan mette dunque la testa avanti in questo match passando a condurre per 1-0. 

Il gol del Milan sembra aver anestetizzato la partita che da questo momento cala un pò d’intensità. 

Al 35’ il direttore di gara estrae il primo cartellino della partita per un duro intervento di Cafferata su Tucceri. 

Al 39’ viene assegnato un interessante calcio di punizione per la formazione ospite. Sul pallone, Agard e Tucceri valutano il da farsi. Parte la francese che va direttamene in porta cercando di sorprendere Schroffenegger con un tiro a giro ma il portiere della Fiorentina si distende e respinge in corner. Dagli sviluppi del calcio d’angolo le milanesi sfiorano il raddoppio: Greta Adami, altra ex di questa partita, gira di testa sul secondo palo ma è provvidenziale l’intervento di Valery Vigilucci che salva sulla linea. 

Scorrono veloci i minuti di questa prima frazione di gioco, senza ulteriori azioni particolarmente degne di nota. Maranesi pone dunque fine ad un primo tempo sostanzialmente equilibrato che si chiude con il vantaggio di un Milan molto solido e bravo a sfruttare al meglio un’occasione da palla inattiva. Si è visto qualche buono spunto da parte delle padrone di casa, ma la squadra di Coach Panico dovrà rientrare in campo con un piglio diverso se vorrà quantomeno riuscire ad evitare la sconfitta.

Nella seconda frazione è ancora la formazione di mister Ganz a dettare le leggi del gioco. Dopo 3 minuti ci riprova Stapelfeldt, la più propositiva delle rossonere, la sua conclusione però trova la deviazione di un’avversaria. 

In questa fase di gara sono rarissime le emozioni e le azioni offensive. Si continua a lottare per il possesso palla con le viola che fanno molta fatica a spingersi oltre la metà campo avversaria. 

Entrambi i tecnici si convincono che è arrivato il momento di cambiare qualcosa e inseriscono forze fresche per provare a dare nuova linfa alla partita. La prima sostituzione è della Fiorentina, al 63’ è il turno di Marta Mascarello, fresca di rinnovo con il club viola, che subentra a Huchet.

Un minuto dopo Maurizio Ganz inserisce Valentina Giacinti, capocannoniere della squadra e del campionato con 6 gol all’attivo al posto di Miriam Longo.

Dopo soltanto un minuto dal suo ingresso in campo, proprio la numero 9 rossonera tenta di mettere il secondo sigillo sulla partita coordinandosi per una mezza rovesciata che termina alta. 

Al 71’ ci provano le viola con Breitner che calcia dalla lunghissima distanza. Nessun problema per Giuliani che raccoglie comodamente la sfera.

Il Milan non perde tempo e riparte subito in un pericoloso contropiede. Buon fraseggio della formazione di Mister Ganz, con il suggerimento di Adami per Grimshaw che dalla sinistra fa partire un cross teso in area. Ancora una volta, l’estremo difensore gigliato risponde presente e respinge con i pugni, ne approfitta Giacinti che si avventa sul pallone caricando un destro potente che però trova l’opposizione del capitano viola Alice Tortelli, ben piazzata a difesa della sua porta. Azione prolungata delle ospiti che insistono con una scatenata Bergamaschi fermata al limite da una prodigiosa scivolata di Michela Catena. 

Al 73’ è ancora il tecnico gigliato ad apportare modifiche alla sua formazione. Patrizia Panico sostituisce Michela Catena con Margherita Monnecchi.   

Negli ultimi minuti che restano da giocare il Milan cerca il gol del raddoppio, che gli permetterebbe di mettere definitivamente al sicuro il risultato. All’84’ è ancora Stapelfeldt che prova a mettere a segno la sua seconda rete in questa partita. Servita da Thomas dalla destra, la svizzera si alza il pallone e conclude al volo. Un buon tentativo che però si spegne al lato e le impedisce di festeggiare nuovamente. Schroffenegger era comunque sulla traiettoria. 

Coach Panico si concede un doppio cambio: all’85’ esce Breitner ed entra Martina Piemonte. Un minuto dopo Cafferata lascia il posto a Sara Baldi. C’è un cambio anche per il Milan. Il tecnico Ganz sostituisce Stapelfeldt, autrice del gol che sta decidendo la partita con Arnadottir. 

L’ultima a provarci per le padrone di casa è Marta Mascarello con un tiro-cross al 90’ che finisce alto. 

Il direttore di gara concede 5’ minuti di recupero prima di decretare la fine del match. Da ravvisare l’ammonizione di Kravets per un fallo su Giacinti avvenuto al 93’. 

Al Bozzi il Milan passa di misura contro una Fiorentina che ha faticato molto in fase di costruzione e non è riuscita a mettere in difficoltà le rossonere. Con questa vittoria, la squadra di Maurizio Ganz si rilancia riprendendo la rincorsa al duo di testa Juventus-Sassuolo. 

La prossima settimana entrambe le compagini giocheranno in casa: Il Milan attende l’Empoli, mentre la Fiorentina se la vedrà con l’altra squadra di Milano, l’Inter. 

TABELLINO:

FIORENTINA-MILAN: 0-1

MARCATRICI:20’ Stapelfeldt 

FIORENTINA:Schroffenegger, Tortelli (C), Kravets, Cafferata (86’ Baldi), Vigilucci, Neto, Huchet (63’ Mascarello), Breitner (85’ Piemonte), Catena (73’ Monnecchi), Lundin, Sabatino.

A DISP.: Forcinella, Ceci, Vitale, Tasselli, Martinovic. 

ALL.:Patrizia Panico 

MILAN:Giuliani, Codina, Fusetti, Agard, Bergamaschi, Grimshaw, Adami, Tucceri, Longo (64’ Giacinti), Thomas, Stapelfeldt (86’ Arnadottir). 

A DISP.: Giacinti, Korenciova, Rizza, Selimhodzic, Fedele, Miotto, Cortesi, Mauri. 

ALL.:Maurizio Ganz. 

AMMONIZIONI:35’ Cafferata (F), 93’ Kravets (F). 

ARBITRO:Maranesi di Ciampino. 

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer