04/02/2023

2 Giornata – Stadio Artemio Franchi di Firenze

Debutto casalingo per la Fiorentina di coach Panico, che per la seconda giornata di Serie A Femminile può contare sul sostegno e il calore del suo pubblico. 

Il palcoscenico scelto è quello delle grandi occasioni e non poteva essere altrimenti: all’Artemio Franchi va in scena l’affascinante sfida tra le viola e le campionesse in carica della Juventus.  Può essere considerato come il derby d’Italia del calcio femminile, tra le due squadre che negli ultimi anni si sono contese i principali trofei nazionali. 

Nella prima giornata, le bianconere guidate dal nuovo tecnico Joe Montemurro, hanno rifilato un secco 3-0 alla neopromossa Pomigliano, che tuttavia non ha sfigurato. Dal canto loro le toscane hanno lottato, ma perso di misura contro il Sassuolo (2-1) non riuscendo a smuovere la classifica. 

Per questo match Patrizia Panico si affida al 3-5-2 e schiera in campo le seguenti calciatrici: Tasselli, Tortelli, Kravets, Vitale, Zanoli, Breitner, Neto, Vigilucci, Huchet, Lundin, Sabatino. 

La Juventus risponde con: Peyraud Magnin, Hyyrynen, Gama, Cernoia, Rosucci, Girelli, Bonansea, Boattin, Zamanian, Caruso, Salvai.

Parte subito aggressiva la Juventus, all’8 sugli sviluppi di un calcio d’angolo Boattin ci prova da fuori ma il pallone finisce alto sopra la traversa. 

Dopo quattro minuti sono ancora le bianconere a venire avanti con Cernoia che propone un filtrante in corridoio per Bonansea, il pallone è leggermente lungo e l’estremo difensore viola ci arriva senza troppi patemi. 

Comincia a prendere coraggio la Fiorentina che si presenta nella metà campo avversaria e al 21’ sul traversone di Huchet, Sabatino stacca di testa senza trovare la giusta angolazione. Nessun problema per Peyraud Magnin. 

Al 33’ Bonansea viene stesa al limite dell’area da Tortelli e si procura un calcio di punizione. Un minuto dopo ecco il primo acuto della Juventus con Cernoia che si incarica di battere la punizione, la posizione è buona e con il mancino va direttamente in porta cercando il sette ma Tasselli respinge con i pugni e devia salvando il risultato. 

La Juventus continua ad attaccare a pieno ritmo e al 37’ trova il gol del vantaggio. Cernoia serve Bonansea che dopo aver puntato Tortelli, con un pizzico di fortuna vince un rimpallo, con una sterzata si presenta in area, cade in un primo momento ma poi riesce comunque a battere Tasselli.  

Tre minuti dopo, buona iniziativa della Fiorentina, sul cross di Zanoli arriva la sponda di Lundin, Salvai libera di testa ma il pallone rimane in area e diventa buono per Huchet che prova a piazzare il destro, la conclusione è però centrale e termina comodamente tra le braccia del portiere bianconero. 

Al 43’ Daniela Sabatino con uno sterile tentativo di pallonetto dalla distanza non riesce ad approfittare di un errore di Gama. Termina il primo tempo con le bianconere che conducono per 1-0. Inizia la ripresa con la Juventus che al 52’ si rende pericolosa con un calcio piazzato di Girelli che chiama in causa il portiere gigliato che si distende e respinge. Al 58’ primo cambio per Patrizia Panico, che sostituisce Sabatino e punta sull’agilità di Melania Martinovic.  Cala un po’ l’intensità del match con le bianconere che fanno girare palla senza però affondare il colpo.  Al 64’ il direttore di gara mostra il cartellino giallo a Sarah Huchet che pochi minuti prima aveva ricevuto un avvertimento verbale per un intervento scomposto su Boattin. Seconda sostituzione per la Fiorentina con Huchet che lascia il posto a Sara Baldi. Entra in campo con convinzione la numero 22 e prova subito a dar nuova linfa alle sue attaccanti. Dalla destra, pressata dalla difesa bianconera, riesce a far partire un traversone in mezzo: Lundin, Neto e Martinovic si contendono il pallone del possibile 1-1, c’è un po’ di confusione in area con le ultime due che si ostacolano leggermente cercando il tiro. Alla fine la spunta la portoghese con un rasoterra ma l’estremo difensore bianconero agguanta facilmente il pallone. Al 73’ lancio lungo di Lenzini ricevuto da Cernoia che si appresta a crossare, Vigilucci anticipa Caruso in scivolata, ma le bianconere attaccano a pieno organico e Bonansea, già ben appostata carica il tiro, che, sporcato dalla deviazione di Vitale, spiazza Tasselli e finisce in rete. È doppietta per la numero 11 della Juventus. Tre minuti dopo Staskova va in percussione dalla destra e cerca Caruso centralmente, il pallone sfila in direzione di Cernoia che si fa murare dal portiere. Azione insistita della giocatrice bianconera che mette in mezzo, Tortelli va in chiusura ma il pallone si alza e diventa buono per Rosucci che si esibisce con una spettacolare rovesciata. Bello il gesto tecnico ma il palo smorza l’entusiasmo e la difesa viola si salva.  Doppia sostituzione e anche cambio di modulo per la Fiorentina: al 79’ Cafferata e Monnecchi fanno il loro ingresso in campo, finisce invece la partita di Vitale e Kravets. Panico passa così al 4-3-3. 

Sono gli ultimi sussulti della gara: all’86’ viene assegnato un calcio di punizione alle bianconere. Come nel primo tempo Cernoia va direttamente in porta, la parabola è precisa e Tasselli non può nulla, la Juventus aumenta il vantaggio calando il tris. 

Al 90’ arriva uno squillo della Fiorentina. Gran passaggio di Baldi per Lundin che stoppa di petto e mette giù il pallone, marcata stretta da Hyyrynen e non trovando spazio per calciare, scarica verso Neto che prova ad impensierire Peyraud-Magnin con un destro potente ma il portiere avversario si fa trovare pronto respingendo il pallone in calcio d’angolo. 

Le ragazze viola provano fino alla fine ad accorciare le distanze, con una Baldi molto propositiva che dalla destra si impegna per arrivare a mettere il cross al centro, ne esce un tiro che colpisce l’esterno del palo e si spegne sul fondo. 

Questa era l’ultima emozione, l’arbitro Delrio decreta la fine della partita con la Juventus che espugna il Franchi e vince meritatamente la contesa con un secco 3-0, sotto gli occhi del presidente della Fiorentina Rocco Commisso e della CT della Nazionale azzurra Milena Bertolini, presenti in tribuna.    

ACF FIORENTINA: Tasselli, Tortelli (C), Kravets (79’ Monnecchi), Vitale (79’ Cafferata), Zanoli, Breitner, Neto, Vigilucci, Huchet (70’ Baldi), Lundin, Sabatino (58’ Martinovic). A disposizione: Forcinella, Schroffenegger, Piemonte, Zazzera, Ceci. All. Patrizia Panico 

JUVENTUS:Peyraud Magnin, Hyyrynen, Gama (C), Cernoia, Rosucci (79’ Bonfantini), Girelli (67’ Staskova), Bonansea (79’ Hurtig), Boattin, Zamanian(67’ Pedersen), Caruso, Salvai (67’ Lenzini). A disposizione: Aprile, Nilden, Lundorf, Beccari. All. Joseph Montemurro. 

MARCATRICI:37’ Bonansea, 74’ Bonansea, 87’ Cernoia

AMMONIZIONI:64’ Huchet, 70’ Gama, 86’ Monnecchi ARBITRO: Michele Delrio di Reggio Emilia  

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer