SHARE
Il Tavagnacco va sotto, pareggia e poi subisce una rete discussa su palla inattiva. Nella ripresa le gialloblù ci provano, prendono tre legni e subiscono il terzo gol da fuori area.

L’inizio di 2021 è all’insegna di una sconfitta immeritata per il Tavagnacco, vince il Cesena 3-1 nel recupero della settima giornata. Resta il rammarico per una sfida giocata alla pari, con qualche errore, ma molta sfortuna. L’inizio è buono. Le gialloblù si fanno vedere in avanti con l’inserimento di Grosso che tenta il pallonetto, ma è brava Pignagnoli a intercettare e sfuma così una grossa opportunità per il vantaggio. Gara piena di capovolgimenti di fronte, le romagnole sono pericolose al 7’ con una incursione sulla sinistra di Porcarelli su cui Beretta compie un vero e proprio miracolo in uscita respingendo il tiro a botta sicura. Il duello tra le due prosegue qualche minuto dopo con l’estremo difensore gialloblù che respinge un altro destro della numero 14 bianconera. Ci prova Caneo dalla distanza, ma la sua conclusione termina alta di poco al quarto d’ora. E’ il 18’ quando le friulane si conquistano un corner; sul traversone di Grosso, stacca di testa Ferin, la palla scheggia il palo e si spegne sul fondo.
Al 27’ un disimpegno sbagliato di Veritti da la possibilità a Porcarelli di calciare in porta per il vantaggio romagnolo: è 1-0. Il Tavagnacco reagisce e un minuto dopo pareggia. Si riscatta la stessa Veritti che indovina il pertugio corretto per mandare in porta Caterina Ferin che è fredda davanti a Pignagnoli e segna di destro l’1-1. Controreazione ospite. Il Cesena con uno schema su calcio d’angolo impegna Beretta che si rifugia nuovamente in corner. Sugli sviluppi, il portiere friulano subisce fallo non visto dal direttore di gara e Petralia spinge il rete per l’1-2 ospite al 31’. L’allenatrice Chiara Orlando protesta e viene espulsa; le ragazze restano sotto la direzione di Andrea Tosolini. Il Tavagnacco, nervoso per l’ingiustizia subita, reagisce, ma è ancora fermato dalla sfortuna. Altro legno per le ragazze al 41’ su tiro-cross di Milan a portiere battuto.
Nella ripresa il Cesena mostra un atteggiamento più prudente lasciando l’iniziativa in mano al Tavagnacco. Le gialloblù ci provano con Devoto da fuori e poco più tardi con un calcio di punizione di Tuttino che finisce alto di poco. Gara più bloccata rispetto al primo tempo. Al 16’ Devoto si invola verso la porta avversaria e da posizione defilata, fa partire un destro violento che centra la traversa. E’ l’ennesimo segnale che non è giornata. Il Tavagnacco cerca il 2-2 da fuori con Caneo, ma il suo destro termina a lato di poco al 72’. Cinque minuti dopo le romagnole trovano la terza rete con un tiro da fuori di Beleffi per il definitivo 1-3. Crollano qui le speranze di risultato positivo. Ci sarà l’opportunità di riscattarsi già fra tre giorni, mercoledì 6 nella trasferta sul campo del Cittadella.     

TAVAGNACCO-CESENA 1-3
TAVAGNACCO
Beretta, Toomey, Martinelli, Veritti (84’ Dieude), Milan (46’ Donda), Tuttino, Grosso (64’ Blasoni), Caneo (84’ Mariani), Devoto, Ferin, Gianesin (46’ Abouziane)
A disposizione: Nicola, Pozzecco, Liuzzi, Dimaggio
Allenatrice: Orlando
CESENA
Pignagnoli, Pavana, Carlini, Casadei, Costi (75’ Simei), Petralia (75’ Beleffi), Porcarelli (88’ Zani), Cuciniello, Georgiou, Pastore, Delfrancia (64’ Muntes De Oca Muno)
A disposizione: Pacini, Siboni, Damiano, Gallina, Paolini
Allenatore: Rossi
Marcatori: 27’ Porcarelli, 28’ Ferin, 31’ Petralia, 77’ Beleffi
Note: Arbitro Marini (sezione Portogruaro), Recupero 0’ e 5’, Espulsa Orlando per proteste, Ammonite Veritti, Pignagnoli.
Ufficio stampa UPC Tavagnacco