24/05/2024

Eleonora Oliva : “Mi appresto a cambiare squadra, scommettendo su me stessa per continuare a migliorare”

Calciatrice polivalente capace di giocare con brillanti risultati come difensore, mediano o terzino, ha nella grinta e determinazione il suo punto di forza, unita ad una spiccata predilezione per l’impostazione del gioco e della manovra.

Cresciuta con i maschietti, ha iniziato nel femminile con la Lavagnese vincendo diversi tornei con la Juniores e la prima squadra prima di accasarsi la scorsa stagione con il Genoa Women.

Vetrina della giornata per Eleonora Oliva, classe 1998, carica e fortemente determinata a riscattare la delusione della stagione appena trascorsa in rossoblù, valutando la proposta migliore, contesa da diverse società di A e B che stanno provando ad aggiudicarsi le sue prestazioni per la prossima stagione sportiva.

Ciao Eleonora, per iniziare una tua breve descrizione

Ciao, sono Eleonora Oliva, ho 20 anni, di ruolo sono un difensore centrale e all’occorrenza sono impiegata come mediano o terzino; mi definisco una calciatrice molto grintosa ed ambidestro che predilige l’impostazione del gioco quando è posizionata nel reparto arretrato.  

La tua carriera sportiva

Sin da piccola ho iniziato a giocare con i maschietti insieme ai quali ho tirato calci ad un pallone fino all’età di 14 anni; dopo un periodo di pausa mi sono avvicinata al femminile, grazie alla proposta del mio mister che nel frattempo aveva deciso di allestire una squadra in rosa con la Lavagnese. Con quest’ultima squadra abbiamo ottenuto diversi successi, vincendo al primo anno il campionato con la juniores; nella seconda stagione ci siamo classificate seconde in terza categoria, vincendo poi il girone nell’annata successiva fino ad arrivare nel quarto torneo a conquistare l’accesso al campionato cadetto.

La serie B persa allo spareggio

Lo scorso anno ho militato nel Genoa Women che nel frattempo si era accaparrata gran parte delle ragazze provenienti dalla Lavagnese, perdendo lo spareggio per la permanenza in categoria con la Novese per 0-1.

Porto tanta rabbia per quella sconfitta, siamo stati penalizzate da un goal discutibile, abbiamo dato il massimo in quella partita, quantunque fossimo riuscite a creare tante occasioni da rete non siamo riuscite a finalizzare il volume di gioco creato.

La mancata iscrizione al campionato del Genoa Women

La società ligure rossoblù ha deciso di non iscriversi al prossimo campionato, puntando esclusivamente sul settore giovanile a discapito della prima squadra. Dispiace e provo grande amarezza per questo triste epilogo, considerando che eravamo partiti la scorsa estate con ambizioni di promozione in serie A, vanificate poi da una organizzazione alquanto approssimativa, soprattutto a livello di preparazione e di sedute di allenamenti relegate in orari improbi in tarda serata.

Prospettive per la prossima stagione

Ho ricevuto diverse proposte interessanti sia da squadre di A che di B, mi prendo il tempo necessario per valutare l’offerta migliore per il mio avvenire. Ci terrei a giocare e allo stesso tempo continuare il mio percorso di crescita e di miglioramento.

Il movimento calcistico in Italia

Sono molto contenta per il risultato sportivo ottenuto sul campo nonché per gli effetti positivi che l’impresa delle azzurre sta avendo sul movimento femminile; noto una crescita di entusiasmo e una maggiore visibilità nell’intero settore, mi auguro che non sia solo un exploit temporaneo ma ci sia continuità nel percorso di crescita che possa segnare finalmente l’inizio di una nuova era.

Fazzari e Ramella fotografi

 

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer