20/06/2024

DECIMA GIORNATA ANDATA – FIORENTINA WOMEN’S-OROBICA CALCIO BERGAMO

FIORENTINA WOMEN’S: Durante, Tortelli, Breitner, Adami, Parisi, Bonetti (dal 18’ st Zazzera), Vigilucci, Catena, Philitjens (dal 26’ st Fusini), Clelland (dall’8’ st Kongouli), Agard. A disposizione: Fedele, Guagni, Jaques, Mauro. All.: Antonio Cincotta.

OROBICA CALCIO BERGAMO: Lonni, Milesi Giorgia, Fodri (dal 20’ st Viscardi), Barcella (dal 4’ st Vavassori), Segalini, Merli Luana, Brasi, Merli Cristina, Poeta (dal 9’ st Foti), Parsani, Czeczka. A disposizione: Bettineschi, Milesi Michela, Assoni, Zamboni. All.: Marianna Marini.

ARBITRO: Sig. Matteo Centi di Viterbo – ASSISTENTI: Sig. Simone De Nardi di Conegliano e Sig. Riccardo Marchionni di Foligno.

MARCATRICI: 5’ pt Breitner (F), 14’ pt Vigilucci (F), 22’ 33’ pt Clelland (F), 7’ st Parisi (F), 25’ st Brasi autorete (O).

AMMONITA: 32’ pt Poeta (O).

TROPPA FIORENTINA PER L’OROBICA: LE GIGLIATE SI IMPONGONO NETTAMENTE

Che fosse una partita segnata fin dall’inizio lo si sapeva ma il punteggio di 6 a 0 per la Fiorentina si commenta da solo. Oltre alla forza indubbia della formazione gigliata bisogna ancora fare i conti con numerosi errori in fase difensiva delle bergamasche. Un tormentone questo che se dovesse andare avanti potrebbe seriamente compromettere il cammino dell’Orobica verso la salvezza. Fiorentina padrona in tutte le zone del campo e letale in fase di realizzazione e se non fosse stato per una super Lia Lonni il passivo sarebbe stato assai più pesante. Anche in fase offensiva l’Orobica ha prodotto poco per poter arrivare ad una qualche segnatura. Mister Marini per l’occasione ripropone la stessa formazione della scorsa giornata di campionato contro il Bari con la sole eccezioni della rientrante Barcella al posto di Viscardi e di Vavassori non dall’inizio.

Fin dal primo minuto inizia il forcing viola e subito Bonetti prova a scaldare le mani a Lonni. Portiere bergamasco che si ripete tre minuti dopo uscendo sui piedi di Clelland. Sugli sviluppi del corner le padrone di casa passano in vantaggio con Breitner abile a riprendere una respinta di Lonni e a mettere nel sacco con la difesa ospite che sta a guardare. Ovviamente l’Orobica subisce il colpo ed è ancora Fiorentina al 12’ con Bonetti che si divora il raddoppio dal limite dell’area piccola calciando sopra la traversa su assist di Clelland dalla destra. Doppio vantaggio che non tarda ad arrivare perché ancora sugli sviluppi di un corner al 14’ Vigilucci senza marcatura insacca di testa. Il terzo goal viola giunge al 22’ con Clelland che sfugge alla retroguardia bergamasca sulla fascia destra, si accentra, entra in area e trafigge Lonni in uscita. Tre reti in mezzo tempo sono tante per chiunque e l’Orobica ne fa maggiormente le spese e non riesce a riorganizzarsi. Al 25’ Bonetti conclude di poco fuori dal limite sinistro dell’area. Prove tecniche di quarto goal di Clelland al 32’ con tiro di poco fuori che però è decisivo un minuto dopo con azione dalla sinistra e conclusione di destro ad insaccarsi sul primo palo. Si vede finalmente l’Orobica al 38’ con una bella trama da Fodri per Cristina Merli quindi palla in profondità per Luana Merli ma posizione troppo defilata per la bomber bergamasca per cui esce bene Durante. Altro bel lancio al 43’ questa volta di Czeczka ancora per Luana Merli ma leggermente lungo che consente un’altra uscita del portiere viola. Il tempo si chiude con la Fiorentina in avanti che sfiora la quinta marcatura prima con un colpo di testa di Vigilucci sotto misura parato da Lonni e poi con un taglio centrale di Bonetti che conclude di poco sopra la traversa. Si va dunque al riposo con le padrone di casa avanti di quattro goals.

Nella ripresa l’Orobica cerca di riversarsi nella metà campo viola ma senza creare pericoli. Anzi è la Fiorentina a portare a 5 il suo bottino con Parisi che in diagonale dal vertice destro dell’area piccola batte l’estremo difensore bergamasco. E’ sempre la squadra gigliata ad attaccare e Lonni prima blocca una conclusione dal limite di Bonetti al 10’ e poi al 14’ devia di piede un tiro ravvicinato di Kongouli. Al 17’ l’unica buona trama offensiva del secondo tempo delle ospiti con un bel lancio in area di Cristina Merli per Foti che dal fondo mette al centro ma non trova nessuna compagna. Al 22’ Lonni si rende ancora protagonista distendendosi sulla propria destra per deviare una conclusione di Kongouli. Piove comunque sul bagnato al 26’ quando nel tentativo di rinviare Brasi mette la palla in rete per quello che sarà il definitivo 6 a 0. Resta il tempo per due conclusioni entrambe fuori di Kongouli al 32’ e di Zazzera al 38’. Infine doppio capolavoro di Lonni nei minuti di recupero prima in anticipo sulla testa di Zazzera e poi a due mani su conclusione di Breitner.

Alla fine punteggio pesante per l’Orobica che però non deve scoraggiare ma deve far riflettere sul prosieguo del campionato che dovrà per forza essere più sostanzioso sia a livello tattico che a livello mentale. Non è certo contro squadre di questa caratura che si pretende di fare punti ma di dimostrare che si vale la serie A, quindi limitando gli errori difensivi, osando a volte oltre il consentito e combattendo palla su palla. Poi se arrivasse anche un pizzico di fortuna non guasterebbe visto che in questo senso l’Orobica finora non ne ha mai usufruito. Unica vera menzione ancora per Lia Lonni che cresce partita dopo partita dimostrando di essere uno dei migliori portieri della serie A. Prossimo incontro, quello conclusivo del girone di andata, sabato 22 dicembre in casa contro il Sassuolo.

 

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer