SHARE

È tempo di coppa allo Sbrighi in questo primo giorno di Dicembre.

Le ravennati affrontano dopo una settimana esatta il Vittorio Veneto dopo il pareggio in campionato che non è andato giù a nessuna delle due squadre.

Diversi innesti per Piras che butta in mischia dal primo minuto Silvia Cinque (esordio stagionale) e Greta Raggi ma anche a partita in corso di Nina Ligi, classe 2002, anche lei all’esordio in Coppa Italia. Tre romagnole che hanno dato tanto oggi al mister e al resto della squadra.

Inizia con ritmi equilibrati la partita che per i primi 20 minuti non ha fatto di certo saltare sui seggiolini gli spettatori di Castiglione. Poche occasioni, nessun sussulto.

Al 23esimo Capparelli si invola sulla fascia, fa partire un cross che Montecucco in area stoppa e appoggia dietro verso Barbaresi che di prima fa partire un tiro troppo angolato che esce di poco alla destra del portiere.

Minuto trentanove, la partita si sblocca quando le venete si affacciano nella metà campo romagnola con un filtrante verso Cimarosti. Greppi tenta la diagonale e pur di proteggere il pallone casca a terra e tocca in modo fortuito con la mano. Rigore che verrà trasformato da Piai che batte secco alla destra di Copetti che tenta un tuffo ma non ci arriva per poco.

Subito reazione delle leonesse che al 44esimo tentano di riacciuffare il risultato con Barbaresi, ispirata, che cavalca tutta la fascia di sinistra saltando due avversarie, fa partire un cross basso e teso che arriva a Cimatti che si gira saltando un difensore e insacca il gol del pareggio.

Primo tempo terminato 1-1 e tanta voglia di continuare a fare bene.

Inizia la ripresa e al decimo minuti le venete tornano in vantaggio con un gol di Martinelli che, dopo un batti e ribatti, si ritrova tra i piedi la palla del 2-1.

Altra reazione delle giallorosse che al minuto 26 conquistano un angolo. Sulla palla la solita Barbaresi che mette dentro una bella palla che Picchi schiaccia di testa. 2-2.

Non è finita qui, le leonesse vogliono a tutti i costi il passaggio del turno quindi un bel fraseggio porta ad uno scambio tra Montecucco che guarda in mezzo, la da a Cimatti che firma la sua personale doppietta e porta il match sul 3-2 per le padrone di casa.

Il Permac sembra ormai destabilizzato e il Ravenna ne approfitta.

La neo entrata Ligi, mezz’ala sinistra controlla un pallone vagante e si inventa un passaggio sublime che taglia la difesa avversaria con una bella traiettoria sulla sinistra per Razzolini che la mette in mezzo verso la solita Cimatti che firma la tripletta, porta il pallone a casa e sigla il passaggio delle leonesse agli ottavi di Coppa Italia.

Queste le parole del capitano:” Sono contentissima per la vittoria di oggi, era fondamentale vincere soprattutto per il morale e per riscattarci da domenica scorsa perché avremmo meritato la vittoria già in quella occasione per la prestazione fatta ma non è arrivata. Sicuramente da attaccante segnare è una delle cose più belle, io vivo id questo e oggi essere riuscita a contribuire alla vittoria della squadra con una tripletta mi rende davvero felice. Piano piano stiamo venendo fuori, ultimamente stiamo facendo buone prestazioni quindi sono sicura che come oggi i risultati arriveranno. Ho fiducia nella squadra e sono sicura che continueremo a lavorare bene in settimana per migliorarci ogni giorno e toglierci ancora delle soddisfazioni”.

TABELLINO

Ravenna Women FC  – Permac Vittorio Veneto 4-2

Ravenna Women FC: Copetti, Capparelli, Cinque, Greppi, Vergani, Picchi, Moscia (60’ Ligi), Barbaresi, Raggi (60’ Razzolini), Cimatti, Monetecucco A disp: Guidi, Giovagnoli, Calli, Filippi.

All. Piras Roberto.

 

Permac Vittorio Veneto: Bonassi, Zannoni, Martinelli, Foltran, Stefanello ( 81’ Zilli), Piai, Domi, Frizza, Cimarosti ( 78’ Tommasella) , Sovilla (64’ Caccamo), Furlan. A disp: Reginato, Mella, De Martin, Da Ros, Mantoani, Modolo.

All. Bortoluzzi Diego

 

 

RETI:

42’ Piai (RIG) (Permac)

45’ Cimatti (Ravenna)

55’  Sovilla (Permac)

71’ Picchi (Ravenna)

74’ Cimatti (Ravenna)

91’ Cimatti (Ravenna)

 

Francesco Grillo