SHARE

Florentia San Gimignano – Sassuolo 2 – 1 (2 – 0)
Florentia San Gimignano: 64 Tampieri (50’ Schroffenegger), 91 Imprezzabile, 2 Lipman (46’
Dongus), 22 Rodella, 6 Ceci, 25 Vicchiarello ©, 93 Roche L, 21 Re (46’ Wagner), 17 Nilsson, 31 Dupuy,
9 Martinovic
All. Stefano Carobbi
A disposizione: 1 Schroffenegger, 4 Wagner, 7 Abati, 8 Lotti, 10 Nocchi, 32 Dongus, 13 Roche S, 14
Bursi
Sassuolo: 73 Lauria, 3 Molin, 4 Jaques, 85 Filangeri, 13 Errico (46’ Lenzini), 17 Labate (65’ Zazzera),
26 Dubcova M (25’ Tomaselli), 48 Dubcova K, 11 Monterubbiano, 22 Ferrato, 9 Sabatino ©
All. Gianpiero Piovani
A disposizione: 1 Lemey, 2 Cutler, 6 Jensen, 10 Zazzera, 20 Orsi, 21 Tomaselli, 27 Santoro, 28
Zanni, 71 Lenzini
Direttore di gara: sig. Taricone (Sez. Perugia)
Primo Assistente: sig. Zezza (Sez. Ostia Lido)
Secondo Assistente: sig. Ticani (Sez. Roma 2)
Tabellino: pt 7’ Nilsson, 21’ Dupuy ; st 94’ Sabatino (R)
Note: 9’ cartellino giallo Lipman, 41’ cartellino giallo Re, 93’ giallo Schroffenegger
Vittoria importante per la Florentia San Gimignano nella gara di andata dei quarti di finale di
Coppa Italia. Le neroverdi chiudono in vantaggio il primo tempo grazie alle reti di Nilsson e Dupuy
e il Sassuolo riesce ad accorciare le distanze solo nei minuti di recupero su calcio di rigore di
Sabatino.
Florentia San Gimignano con qualche cambio rispetto alle 11 viste contro la Juventus, in porta
Tampieri, in mezzo al campo Roche e Vicchiarello.
Le neroverdi partono forte e al 7’ trovano subito il vantaggio con il primo goal italiano di Sara
Nilsson, la n.17 stacca benissimo di testa sulla punizione di Vicchiarello e batte Lauria.
Ancora Nilsson pericolosissima un minuto più tardi, ma Filangeri, ex di giornata, è brava a deviare
il passaggio decisivo che avrebbe lanciato Martinovic in porta. La n.9 si rifà al 21’ quando serve un
assist al bacio per Dupuy che sigla il raddoppio spingendo in porta un pallone filtrante. Le ospiti
prendono in mano la partita, ma senza creare pericoli reali alla porta neroverde, Sabatino e
Ferrato sono molto imprecise negli ultimi 20 metri e il primo tempo si chiude 2 a 0 per le padrone
di casa.
Nella ripresa la musica non cambia, il Sassuolo prova a fare la partita per recuperare, ma il gioco si
ferma dopo appena 2 minuti per un brutto colpo alla testa subito da Amanda Tampieri. La n.64
toccata duro da Monterubbiano è costretta ad uscire in barella dal campo, al suo posto
Schroffenegger. Si riprende a giocare, le ospiti manovrano ma non trovano spazi, la Florentia San
Gimignano ci prova sui calci piazzati: Martinovic al 63’ di testa non impegna Lauria, al 76’ Dupuy
avrebbe sui piedi il colpo del Ko ma controlla male e spara alto. Per il Sassuolo ci prova solo
Ferrato dalla distanza senza troppe pretese e, quando la partita sembra avviata alla conclusione,
le emiliane conquistano un rigore dubbio: il fallo c’è ma inizia fuori dall’area di rigore, il direttore
di gara però indica subito il dischetto. Si presenta Sabatino che prima sbaglia, ma il direttore di
gara ammonisce Schroffenegger, rea di aver fatto un passo in avanti prima della battuta, e fa
ribattere. Stavolta il capitano del Sassuolo non sbaglia e rimette in partita le sue compagne in
vista della gara di ritorno.
Una vittoria importante dovrà dare seguito a una prestazione di alto livello anche in trasferta: il 26
febbraio infatti si giocherà all’ “Enzo Ricci” di Sassuolo la gara di ritorno e la qualificazione alla
semifinale è ancora tutta da conquistare.
Un grosso in bocca al lupo ad Amanda Tampieri, rimasta in osservazione all’Ospedale di Siena per
la botta alla testa subita nel secondo tempo.

 

Federico Oggioni