SHARE

Una freccia in più per mister Emiliano Bonazzoli. Il ChievoVerona Valpo riabbraccia Penalope Riboldi, esterno di centrocampo ai box da fine novembre a causa di un infortunio al ginocchio, maturato nel corso del match casalingo contro il Tavagnacco. Dopo il calvario della riabilitazione Penelope è nuovamente a disposizione di un Valpo che, complice una posizione in classifica non certo edificante, da qui in avanti ha l’obbligo di provare a fare risultato contro qualunque avversario. «Finalmente dopo due mesi e soprattutto dopo quel fallo che mi ha messo fuori gioco sono rientrata – commenta la giocatrice gialloblù – lunedì ho fatto il primo allenamento con la squadra ed è andato tutto bene. Chiaramente non sono al 100%, ma le sensazioni sono positive e non vedo l’ora di poter dare nuovamente il mio contributo alla causa». Un ChievoVerona Valpo che, dopo la recente pausa per la Nazionale, sabato in casa contro la Florentia vuole riprendere la marcia in campionato, allontanando con decisione la zona rovente della graduatoria. «Dopo Bari quella con la Florentia è un’altra partita alla nostra portata – prosegue Riboldi – all’andata abbiamo perso 2-1, non demeritando però nella maniera più assoluta. Loro hanno solo avuto più voglia di portare a casa il risultato e penso che sabato dovremmo essere noi ad avere più fame di legittimare la posta in palio, considerato il fatto che non siamo in una bella situazione. Credo che i tre punti siano la cosa migliore che ci possa accadere in questo momento».

Di seguito il link con l’intervista video integrale: https://www.youtube.com/watch?v=XpnL_eBb3Ns