SHARE

Prosegue spedita la marcia della Primavera del ChievoVerona Valpo che ieri si è imposta con un netto 9-1 in casa del Cesena. Una prestazione maiuscola, quella offerta dalle ragazze del tecnico Veronica Brutti, brave a mantenere sempre alto il livello di concentrazione dopo il recente turno di sosta. L’allenatrice gialloblù è comprensibilmente soddisfatta dei novanta minuti espressi dalla sua squadra: «Non era una partita facile come può sembrare dal risultato – analizza mister Brutti – le ragazze venivano da giorni di vacanza, e quando si stacca la spina non è mai semplice ripartire con il piede giusto, inoltre c’era un campo che non ci permetteva di praticare il nostro gioco al cento per cento. Siamo state brave a siglare due reti subito, poi però abbiamo avuto un calo di tensione e questo ci ha portato a subire il gol che ha accorciato le distanze. La squadra però non si è demoralizzata e ha segnato nuovamente, continuando ad attaccare nonostante il vantaggio». La panchina come grande risorsa. Il plauso del coach veronese va poi a tutte le giocatrici che non sono partite nell’undici titolare. «Devo fare i complimenti a chi è entrato nel secondo tempo, perché ha dimostrato la stessa personalità, bravura e grinta di chi ha giocato sin dall’inizio. Per me questo è un fattore fondamentale: ora ci attendono delle gare difficili nelle quali serviranno delle grandi prestazioni corali».

Cesena – ChievoVerona Valpo: 1-9

Reti: 3’ Tunoaia, 6’ Bonenti, 26’ Iacchini, 30’ Micheli, 45’ autorete De Carli, 47’, 67’ Olivini, 52’,80’ Lonati, 82’ Rizzioli

Cesena: Balbi, Gliuniani (46’ Piscaglia), De Carli, Casalboni, Lucchi (65’ Sorci), Mengozzi (50’ Felicità), Balzani, Spada, Calli, Iacchini (65’ Rossi), Casadei

A disposizione: Romano, Piscaglia, Rossi, Sorci, Felicità, Nikolli

ChievoVerona Valpo: Raicu, Maffei, Olivini, Rizzioli, Tunoaia, Volpato (50’ Piatti, 60’ Zappa), Micheli (46’ Lonati), Mombelli, Piccirillo (60’ Zanardo), Zoppi, Bonenti (50’ Cigolini)

A disposizione: Sesti, Cigolini, Piatti, Zappa, Lonati, Bertini, Zanardo

Photo Credit: Maurizio Piatti