SHARE
BPE Foto/Pizzini Simone. 30.03.19 Oliveri Stadium (VR), Campionato serie A femminile, Chievo Verona Valpo vs Atalanta Mozzanica

ChievoVerona Valpo – Atalanta Mozzanica: 2-2 (1-1)

Reti: 6’ Pellegrinelli (A), 28’ Pirone (C), 67’ Faccioli (C), 77’ Anghileri (A)

 

ChievoVerona Valpo: Gritti, Mascanzoni Da., Zanoletti, Faccioli, Ledri, Sardu, Fuselli, Mascanzoni De., Boni (83’ Riboldi), Tarenzi (92’ Mason), Pirone
A disposizione: Sargenti, Motta, Salamon, Varriale, Riboldi, Tardini, Mason

Allenatore: Emiliano Bonazzoli

 

Atalanta Mozzanica: Lemey, Mandelli, Vitale, Stracchi, Rizzon (52’ Zanoli), Lazzari, Pellegrinelli (65’ Caccamo), Re, Martinovic (75’ Anghileri), Scarpellini, Kelly
A disposizione: Salvi, Zanoli, Fusar Poli, Marchesi, Ghisi, Caccamo, Anghileri

Allenatore: Michele Ardito

 

Arbitro: Sig. Baldelli di Reggio Emilia, Assistenti Cordani e Santoruvo di Piacenza

Ammonizioni: Rizzon (A), Faccioli (C)

Note: Espulsa Debora Mascanzoni al 78’ per doppio giallo

 

In Via Sogare finisce in parità il confronto tra ChievoVerona Valpo e Mozzanica, un pari che lascia diversi rimpianti alla compagine scaligera, soprattutto alla luce della buona prestazione offerta in questa «terzultima» di Ritorno. Pronti via e l’Atalanta si porta subito in vantaggio: il Chievo perde palla in una zona pericolosa e ne approfitta Pellegrinelli, che servita da Kelly trova con freddezza il diagonale vincente. Al quarto d’ora le padrone di casa trovano il pareggio con Tarenzi, ma il direttore di gara annulla tutto su segnalazione del guardalinee. Il Valpo spinge e al 18’ sfiora nuovamente l’1-1 con Tarenzi che su suggerimento di Pirone non riesce a trovare la via del gol. Al ventiquattresimo la formazione clivense rischia di subire la seconda rete di giornata, ma dopo un batti e ribatti l’arbitro non convalida il tap in di Martinovic per posizione di off-side. Sul ribaltamento di fronte, nuova occasione per le veronesi con Tarenzi, che vince il duello con Rizzon e lascia partire un missile, deviato in corner da un’attenta Lemey. Gli sforzi delle ragazze di mister Bonazzoli trovano gratificazione al 28’: Mascanzoni scende sulla destra e vede Boni, il capitano gialloblù calcia al volo, con la traiettoria del tiro che viene deviata da Pirone, che ristabilisce così i conti. Chievo che a due giri d’orologio dall’intervallo fallisce il colpo del sorpasso con Pirone, brava a liberarsi al tiro, ma non altrettanto ad angolare la conclusione. Ad inizio ripresa è il Chievo a cercare con più convinzione il 2-1, con le bergamasche che si difendono con ordine, provando a pungere in contropiede. Una determinazione che viene premiata alla metà della frazione: su corner di Boni, Faccioli svetta più in alto di tutte, spedendo in porta la sfera con un preciso stacco di testa. Il Chievo sembra padrone del risultato, ma al 77’ combina un pasticcio difensivo che riporta il fattore «X» all’Olivieri. Incomprensione al limite dell’area tra Zanoletti e Gritti e ad approfittarne è la neo entrata Anghileri che supera l’estremo difensore veronese e fissa il 2-2 a porta sguarnita. Le locali avvertono il colpo e un minuto più tardi devono fare i conti anche con l’espulsione comminata a Debora Mascanzoni per doppio giallo. La partita però non ha più niente da dire e il pareggio perdura sino al triplice fischio. Prossimo appuntamento Sabato 13 Aprile per il fondamentale derby con l’Hellas Verona Women.