SHARE

È tra le colonne portanti della squadra, e non solo per il ruolo di vice capitano: carismatica e mai doma, Anita Carrozzi è l’emblema della leonessa che non molla mai.

Nativa di L’Aquila e cresciuta calcisticamente nella squadra della sua città, Carrozzi ha militato nel Cervia/Riviera di Romagna, con cui ha vinto i campionati di B e A2, nel Chieti, prima di approdare al San Zaccaria, attuale Ravenna Women.

Dopo la travagliata stagione scorsa, Anita ha deciso di sposare il progetto Ravenna Women, rifiutando altre proposte: “Inizialmente ero titubante ma l’idea del connubio tra team maschile e femminile mi ha convinto a restare in questa squadra. Il presidente Gasperoni e il vice Lorenzini stanno dando vita ad un club organizzato, professionale ed ambizioso, e sono sempre più felice della scelta che ho fatto un paio di mesi fa. Probabilmente sarà il mio ultimo anno come calciatrice e intendo dare tutta me stessa per fare un campionato da protagoniste: vogliamo restare con i piedi per terra ma vivere con l’entusiasmo di chi può sognare. La.società e lo staff, nonostante le tante difficoltà iniziali, ci stanno facendo lavorare serenamente e duramente; ora siamo alle porte del campionato e non vedo l’ora di iniziare a raccogliere già da subito il duro lavoro che è stato fatto. Abbiamo ancora alcune defezioni ma avremo la forza di superare anche questo, e come dico sempre, ci sono 2 cose che non tornano mai indietro: una freccia scagliata e un’occasione perduta! Sono nata lottatrice e sognatrice e credo che soltanto.una cosa rende impossibile realizzare un sogno…la paura di fallire! E noi non avremo paura!”