SHARE
Un Capena che va a duemila: primo tempo da favola con sette gol e tanto gioco, un movimento perpetuo che impone ritmo e gioco alle avversarie. Apre le marcature dopo un minuto Neka con una serpentina strepitosa e un gran tiro: vantaggio e corsa verso il fisioterapista Alicata che in settimana ha perso il papà. Dopo neanche un minuto è Will che raddoppia anche lei con una bella azione. Il Capena ha gamba e voglia di correre e si vede. Quartetto iniziale senza novità, Mister Chiesa punta come sempre sulle titolari: Menichelli, Mercuri, Ribeirete, Will e Neka. Dopo il 2-0 entra, esordendo, la Pocha Serqueira ed è un vero e proprio ciclone che si abbatte sulla partita. Grande corsa e grande irruenza fisica per la numero quattordici che trova subito il gol su passaggio di Mercuri. Il Decima è in difficoltà soprattutto perché le rotazioni delle biancorosse non lasciano un secondo di respiro: il gioco è bello a vedersi ed efficace in fase offensiva. Will fa il quattro a zero con un tiro dei suoi poi Mercuri si prende il palcoscenico con una tripletta nel giro di quattro minuti. Prima frazione di gioco che termina 7-0 per le Leprotte, ma che soprattutto fa divertire il pubblico presente.
Nel secondo tempo le rotazioni sono ancora più ampie e trovano spazio addirittura tutti e tre i portieri: Móczik fa buona guardia e nulla può sul gran gol del Decima. D’Amelia si mette in mostra per un può di uscita e la sicurezza dimostrata tra i pali. L’ottava rete è sempre di Serqueira che corre, lotta e si fa trovare sempre ovunque: riesce a prendere anche un rigore che però poi tira sul palo interno e non concretizza la tripletta di giornata. Ancora un palo per lei sul finale su passaggio di Ribeirete, quest’ultima invece sigla l’unica personale marcatura di giornata chiudendo il tabellino sul 9-1. Una prova perentoria del Capena che mette in mostra una forma strepitosa nonostante i carichi di lavoro natalizi e le assenze di Fuhrmann e Csepregi.
Ufficio Stampa