04/02/2023

Girone F – 2 Giornata 20 Novembre 2021

BRESCIA, 20 NOVEMBRE 2021 – Sconfitta con onore e al termine di una partita gagliarda per applicazione, voglia e determinazione del Brescia Calcio Femminile, che tra le mura amiche del “Gino Parzani” di Rodengo Saiano cede alla distanza alla Fiorentina per 2-0 nella seconda giornata del girone F della prima fase della Coppa Italia Timvision Femminile. Al termine di un match nel quale alla lunga i valori delle Viola sono venuti fuori e hanno fatto valere la categoria di differenza, a decidere la sfida sono state le marcature – entrambe nella ripresa – di Piemonte al 31′e della grande ex Sabatino al 45′. Per Sabatino, 207 gol con il Brescia, anche una piccola cerimonia di bentornata del pregara, con una targa e un mazzo di fiori donati dalla presidente Clara Gorno e dall’ex vicepresidente Rosangela Visentin.

LA GARA – Mister Elio Garavaglia deve fare a meno all’ultimo momento di Cristina Merli per un risentimento al polpaccio: al suo posto Viscardi in difesa con Barcella, Perin e Galbiati davanti a Lonni; a centrocampo Asta, Magri e Ghisi; in attacco Hjohlman, Bianchi e Luana Merli. Arbitra Bortolussi di Nichelino.

La Fiorentina allenata da Patrizia Panico, come prevedibile, prende subito in mano il controllo delle operazioni in manovra col Brescia che invece aspetta e va ad un pressing offensivo mirato e ad ondate: proprio su una situazione di questo tipo Bianchi trova il filtrante per Luana Merli al 4′ma davanti a Tasselli l’attaccante biancoblu si lascia ipnotizzare e il portiere viola respinge. Risponde la Fiorentina al minuto 8 con Sabatino: supera Barcella ma Lonni dice di no, poi la difesa libera. C’è grande equilibrio in campo: il Brescia copre bene tutti gli spazi e il giropalla della Fiorentina non è così incisivo: si arriva così al minuto 39 con Luana Merli che su un pallone lungo da dietro brucia Ceci dopo il rimbalzo e incrocia col sinistro, col pallone che esce di poco.
Nella ripresa esce dai blocchi una Fiorentina ben più determinata: al 1′Catena davanti a Lonni calcia, ma il portiere del Brescia devia sul palo e poi in angolo. Al 3′altro legno delle toscane con Vigilucci da fuori. sugli sviluppi di un corner. Al minuto 11 ancora Vigilucci ci prova da fuori: pallone bloccato da Lonni. Al 30′Lonni ancora protagonista su Piemonte da distanza ravvicinata. E’ solamente il preludio al vantaggio della Fiorentina, che arriva al 31′: Monnecchi trova il fondo e crossa basso nel cuore dell’area piccola dove arriva Piemonte in scivolata che insacca. Le Viola continuano a spingere ma il Brescia non molla e ribatte colpo su colpo: al 42′calcia Monnecchi dalla distanza, col pallone che esce di poco. Al 45′il raddoppio delle Viola con Sabatino che trova l’angolino lontano con un diagonale preciso.


Al fischio finale le Leonesse si prendono l’applauso del “Gino Parzani” di Rodengo Saiano per una prova di spessore dal punto di vista del sacrificio e dell’abnegazione. Tra otto giorni sfida di altissima classifica per la Serie B in casa della Pink Bari.

LE INTERVISTE – Nonostante la sconfitta, è soddisfatto il commento di mister Elio Garavaglia: «Ci aspettavamo una partita così, l’avevo detto alle ragazze. Sono contento di quello che hanno messo in campo, senza sudditanza nei confronti di un avversario di categoria superiore. Ho detto alle ragazze negli spogliatoi che sono orgoglioso di loro perché hanno giocato una partita di sostanza tenendo bene quasi fino alla fine. Nel primo tempo abbiamo avuto due palle gol con Luana, quindi abbiamo fatto quello che potevamo». Grande prova a livello difensivo delle Leonesse: «Sì, assolutamente. Le ragazze cominciano a fare loro determinati concetti tattici, tant’è vero che a gara in corso ho dovuto cambiare perché stavamo facendo fatica sulle fasce e lì sono state brave perché si sono organizzate bene e messe a disposizione l’un con l’altra». Ora inizia una settimana importante perché in preparazione della sfida alla Pink Bari: «Dopo questa partita penso che abbiamo un altro passo in avanti dal punto di vista dell’organizzazione in campo, quindi andremo con tutta serenità a Bari consapevoli che stiamo crescendo».
Tra le più positive a livello difensivo, Chiara Barcella: «Sapevamo di trovare un’avversaria difficile, però abbiamo dimostrato di saper fare grandi cose. Purtroppo alla fine hanno vinto le altre, però noi siamo consapevoli di essere in un percorso di lavoro, di crescita, e anche oggi siamo state in grado di dire la nostra. Ora continuiamo così». Primo tempo meglio, più equilibrato, poi nel secondo la Fiorentina ha alzato i ritmi del palleggio: «Sappiamo che contro questo tipo di avversarie ogni palla può essere quella buona per loro, quindi l’attenzione deve essere sempre al massimo. Siamo state brave soprattutto nel primo tempo ad arrivare a concludere nella loro porta; nel secondo siamo state un po’ più in difficoltà, ma abbiamo fatto il massimo». Da qualche settimana Barcella si sta destreggiando al centro della difesa: «E’ un ruolo molto delicato, chiaramente rispetto alle prime uscite mi sento molto più tranquilla e più a mio agio. Come ho detto altre volte, per me l’importante è dare il mio contributo alla squadra, la posizione non fa differenza».
Ottima prova anche per Lia Lonni: «Faccio i complimenti alle mie compagne perché abbiamo offerto una prova di grande personalità all’interno di una partita nella quale non avevamo nulla da perdere. Abbiamo cercato di fare la nostra partita, e questo ci deve caricare per il futuro. Ho visto una squadra che aveva voglia di dimostrare di meritare questi palcoscenici e sono convinta che ci siamo riuscite». Fino a un quarto d’ora dalla fine, gara in bilico: «Non è certo da tutti tenere una squadra di categoria superiore, con la qualità che ha la Fiorentina, sullo 0-0 quasi fino alla fine. Ovviamente ci aspettavamo una partita di sofferenza, e abbiamo cercato di resistere con coraggio e ordine. A fine partita l’atmosfera nello spogliatoio era di grande positività e siamo già tutte concentrate per i prossimi impegni».

Brescia-Fiorentina 0-2
Brescia Lonni, Galbiati, Perin, Barcella, Asta, Ghisi, Magri, Bianchi (42’ st Farina), Hjohlman (35’ st Pasquali), Viscardi (1’ st Tengattini), Merli Luana (35’ st Brayda). (Ballabio, Maroni, Pellegrinelli, Merli Cristina). Allenatore Garavaglia
Fiorentina Tasselli, Vigilucci, Kravets, Vitale, Ceci (1’ st Cafferata), Catena (23’ st Huchet), Breitner (1’ st Monnecchi), Pires Neto, Baldi (35’ st Zazzera), Sabatino, Piemonte (42’ st Martinovic). (Schroffenegger, Forcinella, Lundin, Fortunati). Allenatore Panico
Arbitro Bortolussi di Nichelino. AssistentiPetarlin di Vicenza e Merlino di Asti
Reti st 31’ Piemonte, 45’ Sabatino
Note Stadio Comunale Rodengo Saiano. Calci d’angolo 2-8. Recupero pt 0’, st 4’.

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer