SHARE

Dopo il weekend di stop per assistere, purtroppo solo da spettatori, il primo Europeo di calcio a 5 femminile (vinto dalla Spagna), si torna a fare sul serio. Il Futsal Breganze ricomincia con un esame davvero ostico e importante per misurare la maturità delle biancorosse che vengono da due vittorie: quella contro il Bisceglie in Coppa Italia e quella con il Lamezia in campionato. Neanche a dirlo, a distanza di poco più di due settimane, le avversarie saranno ancora le pugliesi delle ex Buzignani e Pereira. Uno scontro fondamentale sia per la classifica (il Bisceglie occupa la settima piazza con 3 punti in più rispetto al Breganze), ma soprattutto per il morale. Appuntamento alle 20.30 al PalaDolmen di Bisceglie (BT) con diretta Facebook per tutti i tifosi sulla loro pagina Facebook.

A raccontarci come sono andate queste due settimane lontano dal campo – ma solo in quanto a gare ufficiali – in casa biancorossa, è Juliana Bisognin, che nello spareggio di Coppa ha siglato il suo primo gol con la maglia del Breganze. “Quando fai gol è sempre bello e lascia un bel ricordo – commenta Juliana – se poi quel gol serve alla squadra per vincere e raggiungere un risultato per cui si è lavorato molto e quindi ripagare tutti, società, tifosi e compagne di squadra per gli sforzi fatti, ancora di più”. Un gol che ha regalato al Breganza il pareggio ed è stato il la alla vittoria biancorossa, valsa la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia: “Partecipare a questa competizione è sempre stimolante e ripaga per il lavoro svolto – ha detto la Bisognin – e soprattutto è la dimostrazione che si è lavorato bene. Speriamo di arrivare a quell’appuntamento nella forma migliore per regalare qualche altra soddisfazione ai tifosi”. Ora però la testa è tutta al campionato e all’impegnativa sfida di domani sera: “La pausa è servita soprattutto a ricaricare le batterie e lavorare sulle disattenzioni e sugli errori che abbiamo fatto – continua Juliana Bisognin – la partita di domani sarà tosta: loro vorranno fare il risultato a tutti i costi quindi non potremo mai abbassare la guardia. Il Bisceglie cercherà una specie di rivincita: un ulteriore ragione per cui dobbiamo rimanere concentrate e non mollare nemmeno un centimetro”.

Juliana Bisognin è di fatto l’ultimo arrivo in casa Breganze, dove è approdata a gennaio assieme alla sorella Edicarla: “Sono passati quasi due mesi da quando sono qui e io impiego sempre un po’ più del dovuto ad ambientarmi. Qui però mi sento bene e la società è fantastica. Spero di riuscire a completare questo percorso di ambientamento nel minor tempo possibile”. La squadra? “È un cantiere aperto con delle buonissime potenzialità per il prossimo futuro. Sappiamo di essere in competizioni con squadre molto forti, ma questo non ci spaventa: siamo consapevoli di poter fare bene e noi pensiamo partita per partita. Alla fine tireremo le somme”.