SHARE

La Corte di Appello Federale, in seguito alla riunione tenutasi a Roma il 1/2/2019, ha accolto il ricorso presentato dall’Asd Riozzese avverso la partita persa a tavolino con annesso punto di penalizzazione inerente la mancata disputa della gara contro l’Atletico Oristano del 16/12/2018, decretandone la relativa disputa in data da destinarsi.

In virtù di questo provvedimento la società di Cerro al Lambro raggiunte in testa a quota 31 punti il Vittorio Veneto, diretto rivale alla vittoria del girone.

Grazie all’impianto difensivo sostenuto dall’Avvocato Francesco Riondini dell’Associazione Italiana Avvocati Sportivi, è stato ribaltato, pertanto, quanto deciso dal Giudice Sportivo di Primo Grado.

In particolare, secondo quanto sostenuto dalla società rosanero, nella suddetta circostanza “In seguito a problemi di imbarco presso lo scalo aeroportuale di Orio al Serio da parte della Società esercente l’attività di controllo agli accessi di sicurezza, la prima squadra non potette decollare per raggiungere Oristano per disputare la partita prevista alle ore 14.30, segnalando prontamente quanto accaduto al Dipartimento Calcio Femminile”.

Queste le parole del Legale incaricato: “Non era semplice ma ci siamo riusciti. Per questo motivo sono molto soddisfatto del risultato ottenuto innanzi la Corte Federale di Appello che ha accolto la nostra tesi secondo cui la ASD Riozzese ha tenuto in questa assurda vicenda, una condotta ispirata ai principi di lealtà e correttezza previsti dall’ordinamento sportivo”

Raggianti e soddisfatti anche il Presidente Mileto Faraguna e il ds Germano Sessa per i quali “se prima il Campionato non era ancora chiuso, adesso è obbligatorio andarlo a giocare fino in fondo con la consapevolezza di essere oggi a pari punti con il Vittorio Veneto, in attesa di disputare la partita contro l’Oristano.”