SHARE

Al termine del girone d’andata il mister delle bianco blu Filippo Migani traccia un primo bilancio provvisorio di stagione, analizzando il buon settimo posto in classifica occupato nel girone C della serie C dal Riccione, posizione in linea con i programmi e le ambizioni prefissate ad inizio stagione, consapevole purtuttavia dei margini di crescita e di miglioramento della sua squadra in vista del girone di ritorno che partirà domenica prossima con la trasferta in terra umbra sul terreno della capolista Perugia.

Salve mister Migani, una breve descrizione del suo curriculum in ambito sportivo

Ho allenato nel settore giovanile percorrendo la trafila dagli esordienti agli allievi a livello regionale, ho avuto due esperienze nel campionato interno di San Marino, la serie A della Repubblica sammarinese per intenderci ed infine un ruolo di aiuto ed assistente in promozione ed eccellenza, sedendo sulle panchine del Real Miramare, Real Misano e Junior Coriano, prima di ricoprire da questa stagione il ruolo di allenatore del Riccione calcio femminile.

Il suo impatto nella nuova realtà del calcio femminile

Io sono nuovo nell’ambiente, l’esperienza nel femminile è bella ed avvincente ma indubbiamente molto diversa dal maschile, ci vuole tempo per entrare nel sistema, è un bel movimento in espansione, ne sentiremo parlare spesso in futuro, l’intero settore ha una genuinità che il calcio maschile sta perdendo a livello dilettantistico.

Un bilancio provvisorio della sua squadra al termine del girone d’andata

Occupiamo una buona posizione in classifica, eravamo consapevoli che avremmo disputato questo tipo di campionato, stiamo raccogliendo quello che abbiamo seminato, qualche punto in più lo avremmo potuto prendere, la squadra è in evidente crescita; i presupposti per crescere e migliorare ci sono tutti, mi aspetto un ulteriore miglioramento della squadra nel girone di ritorno.

Quali obiettivi vi eravate prefissati ad inizio stagione ?

L’obiettivo primario era quello di valorizzare e far crescere le ragazze più giovani che militano nel settore Primavera (attualmente prime in classifica nel loro girone di appartenenza) decisamente il fiore all’occhiello della nostra società; a tal proposito, potendo vantare una rosa con l’età media tra le più basse della categoria, siamo riusciti nel nostro intento facendo esordire promettenti ragazze del 2000 e 2001.

Quali le calciatrici più rappresentative della sua rosa ?

Fare un nome significherebbe sminuire il valore e la forza del gruppo che si basa su un mix esplosivo di esperienza delle più grandi e vivacità delle più giovani; ad ogni modo citare Nicole Arcangeli, gioiellino della squadra Primavera, fresca di convocazione in Nazionale è come sfondare una porta aperta.

Chi vede favorito per la promozione nel girone ?

La classifica rispecchia i valori delle squadre, le tre di testa San Marino, Perugia e Pontedera hanno decisamente qualcosa in più rispetto alle altre, se la giocano alla pari per la promozione, un gradino sotto colloco la Jesina e a seguire il Bologna, poi veniamo noi e la Sassari Torres.

Pari beffa allo scadere con il Real Bellante nell’ultima gara disputata

Con il Real Bellante, abbiamo giocato la gara su un campo difficile al limite della praticabilità, non ho potuto pertanto valutare al meglio la prestazione delle mie ragazze. Sono stati ad ogni modo, due punti persi, la dinamica della partita è stata abbastanza strana con la nostra squadra che è andata in svantaggio nel primo tempo come sovente ci capita durante la stagione, prima di avere una buona reazione che ci ha portati a ribaltare il risultato prima del pareggio delle padrone di casa; al 91’ pensavamo ormai di aver chiuso i conti con la nostra rete del 3-2 ma due minuti dopo ci siamo fatti riacciuffare concludendo la gara sul punteggio di 3-3; onore alle nostre avversarie che non hanno mai mollato fino alla fine ma probabilmente su un campo normale e sintetico si sarebbe vista un’altra partita.

Nella prossima giornata incontrate il Perugia

La prossima gara con il Perugia sarà una gara tosta ma al tempo stesso affascinante, sarò un banco di prova importante per valutare la maturità delle ragazze, siamo stimolati nel confrontarci con squadre di questa portata, ci aspetta una squadra di livello che troveremo fortemente vogliosa di riscattare il passo falso con il Pontedera.

Ufficio stampa Asd Femminile Riccione calcio