SHARE

Dopo la brillante passata stagione culminata con la vittoria del campionato regionale Juniores e l’uscita ai quarti della fase nazionale per mano del Perugia, la squadra Primavera si appresta a ripartire con una rosa rinnovata, orfana di diversi elementi ceduti ad altri lidi di primo piano o passati alla prima squadra.

Sulla panchina romagnola siederà ancora una volta il mister Federico Casadei, chiamato a valorizzare e lanciare altre giovani atlete, puntando a ripetere nel giro di due-tre anni l’impresa sportiva che tanto entusiasmo e presenze ha portato nell’intero ambiente.

Ciao Federico, quando inizierà la vostra stagione ?

La nostra preparazione dovrebbe iniziare a fine Agosto, una settimana dopo il raduno della prima squadra, al momento non ci sono date certe, ne dovremmo parlare quanto prima.

Vincolo annuale con la società

Mi sono legato alla società per un altro anno, mi piace lavorare senza legarmi troppo agli ambienti dove lavoro, sarà stimolante ripartire e rifondare l’ambiente insegnando il calcio alle ragazze, con l’intento di farle crescere e portarle in prima squadra.

Ti aspetta un nuovo lavoro con una squadra in gran parte rinnovata

Oltre alla perdita di Arcangeli e Diversi destinati ad altri palcoscenici di primo livello, almeno 6-7 elementi della Primavera andranno a giocare con la prima squadra di Migani.

Il nostro obiettivo, era quello di valorizzare e lanciare le giovani atlete per permetterle il salto di qualità, essere riusciti in questo intento è un motivo di vanto e di soddisfazione personale, ero stato chiamato per questo compito, è quello che ho sempre fatto nella mia carriera e che mi piace indubbiamente fare. Siamo la “cantera” della prima squadra, ora ci rocca rifondare tutta la rosa, pescando tra le giovanissime nonché cercando ragazze disponibili a venire a Riccione, pronti per una nuova sfida.

Il programma settimanale

Come nella passata stagione disputeremo tre allenamenti alla settimana oltre all’eventuale partita nel fine settimana. La possibilità di poterci misurare nel nuovo impianto di via Arezzo ci permetterà una migliore organizzazione del lavoro.

Obiettivi per la prossima annata

Sarà difficile quest’anno ripetere l’impresa della passata stagione, credo che nell’arco di un biennio, al massimo un triennio, potremmo raccogliere i nuovi frutti del lavoro che ci attende.

L’effetto azzurre a Rimini

L’effetto mondiale si è fatto sentire indubbiamente anche a Rimini, le ragazze che prima erano timide hanno trovato la giusta spigliatezza per avvicinarsi al movimento, le famiglie che erano restie si sono ricredute sull’intero ambiente, le imprese delle azzurre nella rassegna iridata ha fatto da traino al calcio femminile, portando indubbiamente una serie di benefici all’intero settore.