13/06/2024

Asd Caprera femminile, Roberto Cau : “Festeggiamo 32 anni di vita senza poter giocare; per salvare la stagione in serie C, sarebbero auspicabili quattro promozioni dirette e uno stop alle retrocessioni”

Lo scorso 13 Aprile si sono festeggiati i primi 32 anni di vita del Caprera calcio femminile, un evento storico per lo sport dell’isola de la Maddalena; correva l’anno 1988, allorquando, in quella data il Presidente Roberto Cau, diede inizio alla nascita della sua creatura, fondando la società bianco-verde

 

 

“Proveniente dal Campidano, insieme a mia moglie ed ex calciatrice Adriana Manca” esordisce il fondatore Cau “coadiuvati da un ristretto gruppo di amici, nell’intento di dare continuità alla passione vissuta nelle squadre femminili dell’oristanese, abbiamo dato vita, all’epoca, all’ambizioso progetto di porre le radici del calcio femminile nell’arcipelago; gli inizi della nuova avventura non sono stati certo facili ma nel tempo la nuova realtà ha preso piede nell’isola, muovendo i primi passi nel momento dell’iscrizione al campionato di serie D;  

le prime partite si sono disputate nell’impianto “Faravelli’ messo a disposizione dalla Marina Militare con risultati non certo incoraggianti che tuttavia non hanno fermato la nostra ferrea volontà di voler portare avanti il progetto; nel corso degli anni, si sono susseguite numerosi partecipazioni a campionati di livello in serie B e di categoria in serie C e D, affrontando sempre a testa alta i tornei, onorando i colori della nostra maglia”.

 

La stagione 2019-2020

“La situazione che stiamo vivendo attualmente ci impedisce di portare avanti il campionato di serie C, non permettendoci di poter scendere in campo e provare a ribaltare la posizione della nostra classifica; in questo delicato momento, sarebbe pertanto auspicabile una riforma dei campionati, garantendo innanzitutto la promozione delle prime quattro squadre del campionato di terza categoria (con il numero delle squadre partecipanti alla serie B che salirebbe, pertanto, da 12 a 14), correggendo in tal modo l’attuale regolamento che impedisce a chi vince il girone di salire direttamente di categoria; in secondo luogo, sarebbe giusto bloccare anche le retrocessioni per evitare di penalizzare squadre, come ad esempio la nostra, che non potrebbero gareggiare in estate (la maggior parte delle atlete lavora per la stagione), garantendo, in tal  modo, la regolare preparazione per la prossima stagione”.

 

Asd Caprera calcio femminile ufficio stampa

 

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer