SHARE

Cresciuta nella Grifo Perugia, ha militato una stagione nella Roma Cf, vantando importanti apparizioni con la nazionale under 17, prima del lungo ritorno nel capoluogo umbro, fino all’approdo in prestito per un anno, nella fila della società amaranto toscana.

Calciatrice di talento e personalità è stata capace più volte di rialzarsi dopo gravi infortuni che avrebbero potuto condizionare la carriera.

Omaggio a Martina Ceccarelli, classe 1997, attaccante e valore aggiunto dell’Arezzo, squadra prima classificata a punteggio pieno del girone C di serie C con 12 punti in 4 gare, nonché capocannoniere del torneo con 8 reti.

Ciao Martina, la tua scelta di approdare ad Arezzo

“Avevo intenzione di cambiare aria e di provare una nuova esperienza; sono arrivata con le idee chiare di puntare a vincere il campionato e ritornare a giocare in serie B; mi trovo a mio agio nel nuovo ambiente……

Capocannoniere del girone

“Aver realizzato così tante reti mi rende particolarmente soddisfatta ma il merito di questi risultati va indubbiamente condiviso con le mie compagne di squadra, brave a mettermi sempre nelle condizioni di farmi trovare davanti alla porta nonché del mister abile nell’avermi collocato in una posizione più avanzata del reparto offensivo…..

Pregi e difetti della squadra

“Siamo una gran bella squadra unita e coesa composta da un gruppo di valide ragazze che sa divertirsi quando è il momento e lavorare quando serve; non ci sono dei limiti particolari da evidenziare, forse il paradosso di essere tutte potenziali titolari…..

Le rivali per la promozione

“La Torres in primis è l’avversario da battere per la vittoria del girone, forte del blasone, dell’organizzazione di squadra e dei proclami di inizio stagione; il Bologna è un’autentica sorpresa ma occorre rivederla nel tempo…..

Le gioie e i dolori della tua carriera

“Sono cresciuta nella Grifo Perugia dove ho avuto modo di esordire in serie A a soli 15 anni; ho avuto l’onore di far parte della selezione under 17 che ha conquistato due bronzi nel 2014 all’Europeo in Inghilterra e al mondiale in Costarica; ricordo con piacere l’annata alla Roma cf che mi ha permesso di ritornare a giocare in Umbria con maggiore consapevolezza e fiducia nei propri mezzi……