SHARE

Consueta analisi del campionato cadetto, con particolare attenzione all’Empoli nonché commenti e approfondimenti della serie A affidati all’esperto vice allenatore della squadra toscana, talent scout nonché opinionista sportivo Antonio Genovese.

Salve mister Genovese, larga vittoria del suo Empoli sulla Roma cf, un suo commento sulla prestazione delle sue ragazze

Le ragazze sono state splendide, conoscevamo la Roma, la squadra è scesa in campo per chiudere la gara subito ed in effetti dopo solo 17 minuti conducevamo 3-0, è stata una partita che abbiamo meritato di vincere per quanto visto sul terreno di gioco.

Alle nostre ragazze non si può far che un plauso per l’abnegazione che mettono sempre in allenamento e per lo spirito di appartenenza che cresce sempre più nella rosa.

Alla ripresa del campionato, il calendario propone due interessanti match: Lazio Women-Empoli e Ravenna-Inter. Meditate l’aggancio se non il sorpasso sulle dirette rivali romagnole?

Sì, no, forse, scusa ma sono un po’ scaramantico, al momento posso solo dire che abbiamo voltato pagina in campionato dalla gara di Genoa, affronteremo ogni gara dando sempre il massimo, ogni partita per noi sarà giocata come se fosse una finale.

Un giudizio sulla crisi delle due società romane, Lazio Women e Roma cf. Si aspettava un calo così netto delle due squadre?

Quello che posso dire è che entrambe le squadre hanno cambiato molto, stravolgendo la rosa o implementandola in modo massiccio, non è semplice incastrare sempre al posto giusto le tessere in un puzzle.

La Juventus chiude il girone di andata in testa con un punto di vantaggio sul Milan. Fermata la corsa della Fiorentina che impatta al Tre fontane. Un commento sulla giornata di serie A.

La Roma è in fase crescente a livello di risultati e per un gruppo completamente nuovo è un aspetto da considerarsi positivo moralmente e non mentre la Fiorentina ha iniziato ad allenarsi a luglio ed in questo periodo un po’ di stanchezza può sentirsi anche se la rosa a disposizione è ampia e di valore; ad ogni modo, non dimentichiamo la partita da recuperare contro il Bari(sul campo la vinse 6-2), quindi ipoteticamente, potrebbe avere più punti in classifica, avvicinandosi ulteriormente al vertice della classifica.

Milan e Juve sono sempre lì davanti sopra le altre, se le rossonere riuscissero ad avere la stessa continuità di risultati che hanno con le grandi anche con le squadre di minor caratura, chiuderebbe in anticipo il campionato (non si batte in trasferta la Roma ed in casa Fiorentina e Juventus a caso, è una rosa molto forte e competitiva), sarà un bel testa a testa fino alla fine del campionato; grazie al mercato invernale rinnovate anche le ambizioni dell’Atalanta che ha rinforzato il parco attaccanti con Caccamo e Martinovic e il nuovo Chievo targato Bonazzoli che ambisce a ritrovarsi per risollevarsi dai bassifondi della classifica.

Infine una valutazione degli aspetti positivi e negativi che può caratterizzare il periodo di riposo forzato e in particolare la sosta natalizia.

Il periodo di riposo forzato questa stagione è sempre stato breve, lo stesso dicasi per la sosta natalizia (non si gioca solo per un week-end); gli aspetti positivi o negativi della sosta possono variare a seconda del periodo in cui la stessa cade, in particolare ad inizio campionato la si può considerare in assoluto negativa perché interrompe un processo di crescita fisica e mentale della squadra che si sta portando avanti dalla preparazione in poi, specie per le nuove arrivate e per le nazionali; il break natalizio invece lo valuto in modo positivo perché ci fa stare più vicini ai nostri cari, favorendo in particolare le giocatrici straniere o fuori sede, ricevendone una carica maggiore oltre al fatto che fa ricaricare le pile per affrontare un campionato come quello di quest’anno dove, sia in A che in B, il livello è più alto rispetto al passato.

Il periodo di sosta natalizia, tra l’altro, è brevissimo, l’ultima partita dell’anno è stata giocata il 23 dicembre alla vigilia di Natale ed il 6 gennaio, giorno dell’Epifania, siamo di nuovo in campo, quindi per forza di cose i giorni in cui non ci si allenerà saranno ridotti all’osso per preparare al meglio la prima del nuovo anno ed arrivare quasi al girone di boa nelle migliori condizioni.

Foto cene di Natale della Juventus e dell’Inter campionesse d’inverno della serie A e B.