SHARE

Ringrazio calcioinrosa.it per questa nuova rubrica in cui si analizzerò i “top” per me, ruolo per ruolo del calcio femminile….. italiano ed estero vedendole nella loro completezza analizzandone pregi e difetti.
Analizzare i tre migliori difensori (e lo stesso sarà per gli altri ruoli) … non è semplice e pertanto cercherò di restringere il cerchio scegliendo tra coloro che più giocano, e sono determinanti, nel loro club.
In ordine prettamente alfabetico dico: Fusetti, Guagni, Sembrant.

Laura Fusetti, classe ’90, giocatrice tecnica, duttile, di personalità, solare e disponibile fuori dal campo.
Nasce calcisticamente come centrocampista ed ai più, me compreso, ricordava Pirlo …ricordava, poiché dal Como 2000, di cui era Capitano, passò al Brescia divenendo difensore centrale, prima per esigenze poi, ricoprendo il ruolo grazie alla sua bravura.
Giocatrice vincitrice di un Europeo, da titolare, nel 2008 (Europeo che sinceramente fatico a capire perché negli anni poco pubblicizzato, considerato che annoverava grandi giocatrici, 2/3 presenti ora nella Nazionale Maggiore) con l’Italia U19 guidata dal CT Corrado Corradini ed una Supercoppa Italiana con la maglia bresciana.
Ha classe, eleganza e sinceramente non riesco a trovarne un punto debole … basti pensare a come comanda la difesa del Milan indossando un numero di maglia estremamente importante per i tifosi rossoneri e per tutti gli sportivi…la numero 6 che al Milan fu, e venne ritirata nel maschile, di Franco Baresi storico Capitano  del Milan e della Nazionale Italiana.

Alia Guagni, Fiorentina…. in tutti i sensi… lei come Antognoni in passato per amore della Viola rinuncia a palcoscenici importanti (Tacon che dalla prossima stagione cambierà la denominazione in… Real Madrid)…classe ’87, ha grinta, carisma, cuore, qualità, tecnica, corsa, leadership…Tutto!
Per me Alia è colei che impersonifica la migliore giocatrice italiana, Capitano viola e per me Capitano morale azzurro…in assoluto da Tutte le tifoserie è benvoluta ed apprezzata (non nascondo che amerei avere un giorno la sua maglia viola… sarebbe per me ricevere la maglia di un Top… per fare un esempio avere la maglia di Maldini del Milan nel maschile ma soprattutto impersonificherebbe colei che meglio rappresenta una calciatrice completa).
Bandiera della Fiorentina di Mister Cincotta, sempre con lui ha giocato nel campionato estivo con l’Osa Seattle, in USA, e Tacoma del Presidente Pezzano…. questa volta come per Fusetti e Sembrant non riesco a trovare punti deboli.

Linda Sembrant, svedese, classe ’87 come Guagni, è un difensore centrale della nazionale svedese e della Juventus e con entrambe… vincente.
Giocatrice tecnica, di fisico, abbina qualità e tecnica dando solidità ad un reparto di per se poco perforato come quello della Juventus con cui ha vinto una Supercoppa italiana.
Calciatrice di caratura internazionale che l’ha vista giocare e vincere in Patria con il Goteborg la Coppa di Svezia e col Tyresö il campionato svedese… squadra che aveva in rosa lei in difesa ed in attacco l’attaccante verdeoro Marta.
Il tutto prima di trasferirsi in Francia, in D1, col Montpellier dove vi resterà cinque stagioni prima di essere prelevata dalla Juventus.
Altro risultato importante è l’argento olimpico con la Svezia a Rio de Janeiro nel 2016.
Impossibile trovare un difetto anzi… chi l’ha vista giocare la vorrebbe in squadra e bene ha fatto la Juventus a rinnovarle il contratto che andava in scadenza il prossimo giugno…si parla spesso nella Juventus del centrocampo e dell’attacco…a parer mio…bisognerebbe parlare di più dell’importanza che Linda ha e dà al reparto arretrato bianconero…senza di lei la Juventus avrebbe qualche “problema” in più.

Il miglior difensore europeo
Non ho dubbi… il Capitano della Nazionale Inglese Lucy Bronze, classe ’91, esterno basso attualmente in forza al Lyone “piglia-tutto” in Europa…almeno sino a questa stagione poiché per la prossima credo vi sarà una rivoluzione con molte giocatrici che credo approderanno al Real Madrid o andranno a rinforzare altre forti squadre… ad esempio per la prossima Champions vedo molto bene il Chelsea che ha già forti giocatrici ed è riuscita a tesserare a dicembre Samantha Kerr, Capitano australiano nonché un acquisto già annunciato per la prossima stagione Melanie Leupolz, forte centrocampista della Nazionale tedesca… attualmente in forza al Bayern.
Giocatrice che mi ricorda Maldini per grinta, cuore, personalità e statura fisica….. se avessi la possibilità economica la vorrei in squadra affidandole anche la fascia di Capitano, avendo tra l’altro un palmarès di tutto rispetto sia a livello di squadra che individuale: con l’Inghilterra ha conquistato il Titolo di Campione d’Europa U19 nel 2009 (succedendo all’Italia che lo vinse l’anno prima), La SheBelieves Cup, nel 2019, una competizione calcistica ad invito istituita negli Stati Uniti d’America nel 2016, riservata alle nazionali di calcio femminili di tutto il mondo, che si svolge con cadenza annuale.
Ha inoltre vinto a livello di club: tre campionati inglesi (due col Liverpool ed uno col Manchester City)… poi… col Lyone ha vinto due campionati, una Coppa di Francia, una Supercoppa di Francia e ben due Champions League.
A livello individuale ha inoltre vinto due volte il titolo di migliore giocatrice inglese nelle stagioni 2013-2014 (con la maglia del Liverpool) e 2016-2017 (con la maglia del Manchester City); nella scorsa stagione ha inoltre vinto il titolo di UEFA Women’s Player of the Year Award (in precedenza noto come UEFA Best Women’s Player in Europe Award), premio calcistico assegnato alla calciatrice, militante in una squadra europea, che si sia distinta come la migliore dell’ultima stagione.
Nel 2019 bissa anche col titolo di migliore calciatrice mondiale dell’anno aggiudicandosi il Globe Soccer Awards.
Ho avuto il piacere di vederla giocare lo scorso autunno, a Wembley, nell’incontro di qualificazione tra Inghilterra e Germania … è veramente una Top Player… si cerca sempre un’attaccante forte ma..avere lei dietro…farebbe la fortuna di qualsiasi squadra ne detenga il cartellino.

Il miglior difensore in prospettiva

Heden Corrado, classe 2002 della Roma. Heden è il prototipo di difensore moderno: sicura in fase di costruzione, gioca sempre a testa alta ed è molto precisa tecnicamente.
Difende e spinge, anche grazie una buona corsa, ha spiccate doti tecnico-tattiche. Ha inoltre carattere, dentro e fuori dal campo ed è umile. Meriterebbe maggior spazio a parer mio e forse come Labate, Cantore, Glionna andare in prestito una stagione potrebbe essere utile per la sua crescita.