Analisi ed approfondimenti delle migliori attaccanti del campionato italiano ed estero a cura di mister Antonio Genovese

Ringrazio calcioinrosa.it per questa nuova rubrica in cui analizzerò le “top” per me, ruolo per ruolo del calcio femminile….. italiane ed estere vedendole nella loro completezza, analizzandone pregi e difetti.
Analizzare le tre migliori attaccanti … non è semplice e pertanto cercherò di restringere il cerchio scegliendo tra coloro che più giocano, e sono determinanti, nel loro club.
In ordine prettamente alfabetico dico: Giacinti, Girelli e Martinovic.

Valentina Giacinti, attaccante della Nazionale e del Milan di cui è Capitano, classe ’94.
Valentina è un Bomber di razza come pochi ce ne sono in giro ed infatti il suo idolo è un Bomber che fu di razza… Bobo Vieri. A differenza di Bobo, Vale ha meno prestanza fisica ma è molto più veloce, tecnica e disposta al sacrificio.
E’ sempre stata una giocatrice di tecnica sopraffina e quando tocca il pallone sembra lo sfiori appena… ricordo ancora quando giovanissima giocò nell’allora Atalanta e venne a San Donato Milanese a giocare contro l’allora Acf Milan del compianto Presidente Crudo ed il Milan vinse 2-1 ed il gol nerazzurro fu il suo..un gran gol come la prestazione sua e di una sua compagna… Giorgia Spinelli. A fine gara le scrissi di continuare così, e di elargire questo suggerimento alla compagna Spinelli, restare umile ed il futuro sarebbe stato suo… vidi bene a quanto pare anche se..se già faceva parte dell’Atalanta, qualcuno prima di me la scoprì.
Ovunque abbia giocato la sua squadra ha beneficato dei suoi gol che per ben tre volte l’hanno vista vincere la classifica marcatrici.. Da questa stagione è anche Capitano del Milan, segna meno ma fa segnare le compagne ed il suo apporto è sempre determinante…da leader.

Cristiana Girelli, attaccante classe ’90 della Juventus e della Nazionale.
Attaccante cresciuta con gli insegnamenti del tecnico Longega che ancora giovanissima ne apprezzò le doti portandola in prima squadra… di anno in anno continuò a migliorare, incrementando la vena realizzativa. Con Bonansea ero indeciso se scegliere lei o l’attaccante torinese di cui sono grandissimo estimatore ma, come detto inizialmente restringo il cerchio tra coloro che più giocano e sono determinanti nel loro club… beh… 16 presenze e 16 gol in maglia bianconera… non si può chiedere di più ad un’attaccante.
La Juventus non poteva scegliere numero 10 migliore… numero 10 che la Juventus maschile ha visto indossare da calciatori del calibro di Roberto Baggio, Alex Del Piero e Carlos Tevez.
Grazie alla sua classe, ai suoi gol, come Giacinti, ha fatto la fortuna delle squadre in cui ha giocato ed il suo palmarès parla da solo: 7 scudetti di cui 4 col Bardolino Verona, 2 col Brescia ed uno con la Juventus; 6 Coppe Italia: 3 col Bardolino Verona, 2 col Brescia ed una con la Juventus e… 8 Supercoppe Italiane: 3 col Bardolino Verona, 4 col Brescia ed una con la Juventus.
Prolifico in gioco e realizzazioni anche il suo apporto in maglia Azzurra.

Melania Martinovic, attaccante romana classe ’93 del Florentia San Gimignano.
Attaccante di peso, classico bomber centrale di fisico, potenza e tecnica…per potenza simile a Dzeko ma per modo di giocare a parer mio più simile a Filippo Inzaghi… di anno in anno è andata sempre in crescendo facendo la gavetta in B a suon di gol, tra questi va ricordata la straordinaria stagione al Chieti che grazie ai suoi gol approdò in Serie A ma, in massima serie lei iniziò con la Res Roma per poi passare al Sassuolo, al Mozzanica a metà stagione ed ora alla Florentia dove in sedici partite ha realizzato ben dieci reti dietro Girelli, Sabatino e Bonetti e …davanti a colei che negli ultimi anni è sempre stata la capocannoniere del campionato… Giacinti… già Giacinti… Giacinti-Martinovic non sarebbe una bella coppia d’attacco la prossima stagione al Milan?
Secondo me sì ..sarebbe una coppia perfetta.
In estate consigliai Martinovic  a diverse squadre ma, mi fu detto che non interessava… fossi stato io il Mister l’avrei presa eccome…è una trascinatrice..un Bomber col fuoco dentro, con la voglia di crescere, migliorare, ambiziosa e seppur affollato il reparto d’attacco Azzurro, credo… meriti comunque una chance.

La migliore attaccante europea

Risposta scontata la mia ma, non può essere, a parer mio, altra se non Ada Hegerberg…norvegese, classe ’95 attaccante del Lione.
Dotata di tutto…fisico, tecnica, classe, carattere (non va dimenticata la sua diatriba con la federazione norvegese prima del Mondiale di Francia che la videro auto-escludersi dalle convocazioni),…da sempre attaccante di razza che ovunque sia stata l’ha vista andare abbondantemente in doppia cifra.
Seppur ancora sia giovane, ha al suo attivo numeri impressionanti… al Lione in 104 presenze ha segnato ben 129 gol..
Il suo palmarés è straordinario: 5 campionati francesi col Lione, sempre col Lione ben 4 Coppe di Francia; 1 Coppa di Norvegia con lo Stabæk; sempre col Lione ben 4 Champions League.
A livello personale è stata la prima giocatrice ad aggiudicarsi il Pallone d’Oro Femminile, ha inoltre vinto l’UEFA Women’s Player of the Year Award, nel 2011 è stata la migliore giocatrice norvegese dell’anno, 3 volte capocannoniere del Campionato francese e 2 volte Capocannoniere della Champions League. Unica.

La migliore giovane attaccante italiana

Sara Tamborini, varesina classe 2001, giovanissima attaccante ambidestra del Milan.
4 presenze, poco minutaggio ma…  1 gol, un bel gol… in Serie A contro il Tavagnacco.
Delle squadre femminili, dall’Inter, passa poi alle Azalee nel varesotto e successivamente nel Milan Ladies per passare questa stagione al Milan.
In lei, le movenze, la tecnica innata, la corporatura minuta ma agile, ricca di numeri mi ricorda Messi giovane… spero di non sbagliarmi, non credo, se dico che sarà il Messi femminile per i prossimi anni a venire e consiglierei al Milan di blindare il giovane talento ed aumentare gradatamente il minutaggio…la soddisfazione sarebbe… di entrambe le parti.