SHARE

Le amaranto cadono sotto i colpi del Riccione e vedono sfumare la
qualificazione agli ottavi di finale

AREZZO- Amaro esordio casalingo per la prima squadra amaranto che, tra
le mura del campo sportivo di Rigutino, cade sotto il gioco di un buon
Riccione nel terzo turno preliminare della Coppa Italia di Serie C.

Pre-gara. Reduci entrambe da una vittoria per 2-1 contro la Jesina
Femminile, le due contendenti entrano in campo consapevoli che, solo con
una vittoria, potrebbero staccare il pass per la fase successiva del
torneo. Mister Paduano opta nuovamente per un 4-1-4-1 confermando buona
parte dell’undici rientrato vittorioso da Jesi. Dall’altra parte il
Riccione di Migani arriva ad Arezzo determinato a passare il turno e si
affida alla vena realizzativa di Abouziane con Antolini che cerca di
svariare alle spalle del centroavanti.

Arezzo-Riccione. L’Arezzo scende bene in campo, mantenendo per un buon
quarto d’ora il pallino del gioco e creando subito due occasioni da
rete: prima Gwiazdowska, poi Verdi cercano la via del gol, ma vengono
fermate dagli ottimi interventi del portiere avversario Giorgi. I rischi
appena corsi scuotono il Riccione che inizia ad esprimere gioco palla a
terra facendo arretrare le padrone di case e costringendole più volte
all’errore in fase di costruzione della manovra. Al 25’ il Riccione
passa in vantaggio: dopo un’azione sventata dalla retroguardia amaranto,
la palla arriva sulla destra ad Amaduzzi che, di prima, mette in mezzo
una palla apparentemente innocua. Sulla sfera arriva però Antolini che,
anticipando difensore e portiere, sigla la rete dell’1-0! Da questo
momento il match diventa un monologo delle ospiti con l’Arezzo che si
spezza in zona centrale favorendo di fatto il gioco e il possesso veloce
del Riccione. Nella ripresa le ragazze amaranto provano a scuotersi dal
torpore del primo tempo: Paganini prova a più riprese la conclusione ed
anche Baracchi e Arzedi riescono ad inserirsi arrivando più volte al
tiro. Nel momento migliore dell’Arezzo (75’), il Riccione trova il 2-0:
break di Peroni sulla destra che, sfilando dietro il terzino amaranto,
cerca lo specchio della rete. Antonelli si supera nella respinta che,
tuttavia, arriva sui piedi di Antolini la quale, da pochi passi, trova
il raddoppio. La formazione di Paduano accusa il colpo e subisce il tris
una manciata di minuti dopo (78’) con Magnani, abile a staccare alle
spalle dei difensori locali e battere Antonelli con un bel terzo tempo.
La girandola dei cambi trasforma la partita, ma il copione resta lo
stesso: l’Arezzo prova a spingere con la forza delle subentrate mentre
il Riccione fa buona guardia proteggendo il risultato. Al triplice
fischio del direttore di gara la squadra ospite festeggia la
qualificazione agli ottavi di finale; l’Arezzo subisce invece la prima
sconfitta stagionale in attesa della prima gara di campionato (domenica
6 ottobre) che la vedrà nuovamente in trasferta sul campo della Jesina.

“Abbiamo approcciato il match nel modo giusto e le occasioni create lo
hanno dimostrato – spiega il tecnico amaranto Antonio Paduano. –
Purtroppo siamo una squadra che non si può permettere di sbagliare
troppo davanti alla porta perché quando troviamo formazioni più
organizzate della nostra potremmo pagare pegno. Fino al 26’ abbiamo
tenuto il campo in maniera discreta rendendoci anche pericolose. Nel
secondo tempo abbiamo cercato di avanzare il baricentro dando maggior
peso alla parte offensiva, ma le nostre manovre sono risultate troppo
macchinose. Nonostante le nostre incursioni, il Riccione ha fatto il suo
gioco e la rete del 2-0 ha chiuso l’incontro. Già da questa settimana
lavoreremo per limare alcuni difetti: creare senza penalizzare è un
limite che dobbiamo subito superare. La squadra è ancora in fase di
rodaggio e occorreranno tempo e impegno per trovare la giusta amalgama.”

TABELLINO
Arezzo – Riccione 0-3

Marcatori: 26’ e 75’ Antolini (R), 78’ Magnani (R).

ACF Arezzo: Antonelli, Mencucci, Carleschi, Zeghini (79’ Gualdani),
Razzoli, Baracchi (89’ Cartarasa), Verdi (79’ Prosperi), Arzedi, Mazzini
(57’ Orsi), Paganini, Gwiazdowska. A disposizione: Ruotolo, Perricci.
Allenatore: Paduano.

Riccione Femminile: Giorgi, Amaduzzi A. (75’ D’Aprile), Maccaferri,
Magnani, Rodriguez, Amaduzzi M. (83’ Barocci), Ciavatta (75’ Esposito),
Perone (83’ Dominici), Abouziane, Antolini, Marcattili. A disposizione:
Sommella, Della Chiara, Gostoli, Russarollo, Messi. Allenatore: Migani.

 

Ufficio stampa Arezzo