SHARE

Analisi della stagione nerazzurra affidata alla fondatrice e attuale Presidente dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Femminile Inter Milano Elena Tagliabue che analizza il “Triplete” al femminile nel settore giovanile nelle categorie under 12, u15 e u17 oltre che il secondo posto nel campionato di serie B della prima squadra e l’eliminazione in semifinale della Primavera.

Salve Presidente Tagliabue, un suo commento sul triplete al femminile con le vittorie delle selezioni under 12, 15 e 17 ?

Le ragazze sono state semplicemente strepitose, hanno raccolto gli ottimi frutti di quello che è stato seminato nel corso di questi dieci anni, la valorizzazione del settore giovanile procede con grande ambizione e prospettive per il futuro.

La prima squadra è arrivata per il secondo anno consecutivo al secondo posto in serie B

Abbiamo sfiorato la promozione anche in questa stagione, giungendo a soli due punti dalla neopromossa Orobica; probabilmente è mancata la giusta concentrazione a inizio stagione dove abbiamo perso punti importanti per strada con squadre certamente non irresistibili; abbiamo pagato la responsabilità di dover vincere a tutti i costi oltre al peso della maglia che indossavano, considerato che per la prima volta le ragazze hanno rivestito la casacca ufficiale della Fc. Internazionale.

Nel campionato Primavera la corsa si è fermata in semifinale con la Juventus

Non vogliamo fare polemiche sugli arbitraggi, resta la consapevolezza che nella gara di ritorno abbiamo vinto meritamente mancando di poco la qualificazione, colpendo pali e traverse; ci è stata un po’ di sfortuna ma abbiamo dimostrato che siamo in grado di arrivare sempre in fondo vicino al traguardo, siamo sulla buona strada per migliorarci ulteriormente.

Tra la Juventus e il Brescia chi avrebbe meritato di vincere lo scudetto in serie A ?

Senza togliere nulla togliere alla Juventus, squadra molto forte e organizzata credo che il campionato lo meritasse di vincere il Brescia che ha sempre messo in ogni gara testa e cuore, giocando ad alti livelli e facendo un percorso eccezionale seppur senza lieto fine.

Come giudica l’ingresso del Milan nel calcio femminile ?

Ormai sono tanti i club professionisti che stanno intraprendendo questo percorso, l’ingresso della società milanista darà indubbiamente maggiore lustro e maggiore attenzione al campionato, al costo di pagare il prezzo in termini di perdita di purezza e genuinità; fino a due anni fa si giocava solo per passione con il cuore, ora le cose stanno cambiando, è giusto e sacrosanto dare la possibilità anche alle ragazze di arrivare ad essere professioniste, anche l’Inter si sta muovendo su questa strada.

Che ruolo occupa attualmente all’interno della società ? 

Io sono attualmente fino al 30 Giugno il Presidente dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Femminile Inter Milano, carica che ricopro con grande onore da circa dieni anni; nel futuro vedremo cosa accadrà, sono a disposizione della FC internazionale, se mi vorranno in organico a livello gestionale valuterò ogni proposta, altrimenti diventerò tifosa della squadra in prima linea.