15/04/2024

A due giorni dalla gara decisiva per la promozione in A parla il tecnico della Royal RAGONA: “SERVIRA’ FAME, VOGLIA DI VINCERE E GRUPPO” Il sindaco Merante di Pentone: “Lieti di ospitare questa gara importante e chissà l’anno prossimo”

0

Si conclude oggi a Pentone, sede domenica della gara col Napoli, la preparazione della Royal Team che anche ieri si è allenata nel palasport catanzarese.

Mister Ragona, può dirsi che il grande giorno sta arrivando…

“Ci lavoriamo da otto mesi, è chiaro che l’attesa è incessante nella nostra testa, cercheremo di prepararci al meglio possibile come fatto finora. La squadra deve capire che è un’occasione irripetibile, ma sono fiducioso perché sta dimostrando di avere carattere, in particolare da cinque gare a questa parte. Quindi non alcun dubbio che domenica metta tutta la rabbia positiva e la determinazione per chiudere questa contesa”.

E’ una sorta di finale: ci arrivano le due squadre migliori?

“Sì, il Napoli sicuramente come organico è la squadra più forte del campionato. Magari gli è mancato qualcosa in certe partite importanti, compresa la nostra all’andata, perché assemblare una squadra nuova, con molte straniere, magari non è molto facile. Non so se la Royal sia la prima o la seconda forza del campionato, di sicuro è quella che ha cercato di fare maggiormente gioco, fraseggi più veloci, pressione più alta. Quindi ha portato anche qualche novità da un certo punto di vista, rispetto a tante altre squadre che preferiscono una tattica attendista”.

La Royal arriva in ‘vantaggio’ di punti (3) e di risultati a disposizione. E’ un bene o no?

“Potrebbe essere uno svantaggio nel momento in cui le ragazze pensino che sia già fatta prima di scendere in campo, e questo è un monito anche per loro in modo da concludere gli allenamenti settimanali con concentrazione e determinazione. E poi non è certo un handicap dal punto di vista dei risultati disponibili. Noi partiamo come se fossimo a pari punti e dunque una finale, senza pensare al vantaggio che abbiamo”.

Si gioca a Pentone, un campo ‘nuovo’, e l’incognita di tutto ciò può e deve essere magari compensato dal grande affetto e sostegno che si preannuncia da parte del pubblico lametino.

“Sicuramente. Siamo ovviamente contenti di giocare davanti al nostro pubblico che sono sicuro ci sosterrà per tutta la gara. D’altro canto debbo ammettere che ci troveremo in un campo che non è il nostro, quello in cui abbiamo fatto oltre 160 allenamenti. Abbiamo però già preso confidenza con la struttura nell’allenamento di giovedì ed anche oggi saremo nuovamente lì. E ci si dovrà abituare anche Napoli, che gioca tra l’altro in un campo ancora più piccolo del nostro a Lamezia, per cui sarà un’incognita anche per loro”.

Cosa conta in una gara di questo tipo?

“La fame, la voglia, la determinazione ed il gruppo, ovvero tutto quello che c’è stato per ultimo a Salerno domenica scorsa. Ma anche ella ripresa a Taranto, col Reggio e col Vittoria in casa e ad Ottaviano specialmente. Se ci mettiamo in testa che solamente correndo su ogni pallone, raddoppiando, aiutando la compagna allora possiamo spuntarla. Ormai un atteggiamento questo ed una mentalità che invoco da tempo e che le ragazze conoscono a memoria: per cui al momento serve soltanto la scintilla, il pallone, il campo domenica e la voglia di vincere”.

 

PENTONE. La Royal Team Lamezia si gioca una gara storica ed importantissima: lo farà a Pentone grazie alla disponibilità del sindaco e della sua Amministrazione.“Siamo contenti di ospitare questa partita – spiega il sindaco Michele Merante – soprattutto per la rilevanza che potrà avere a livello nazionale perché ci si gioca la possibilità di figurare in Serie A nel prossimo anno. Tra l’altro è una squadra femminile e quindi ci fa piacere ospitare un’iniziativa di questo tipo. Il Palazzetto è stato rilanciato da noi qualche anno fa: è chiaro che necessita ancora di interventi ed è quello che vogliamo fare nelle prossime settimane insieme alla società, pervalorizzarlo al meglio. Speriamo che la Royal possa partecipare al campionato maggiore e giocare qui l’anno prossimo ospitando gare di livello nazionale”. Insomma un’aperura da parte del sindaco che la Royal potrebbe cogliere al volo viste le attuali e probabilmente lunghe problematiche esistenti col PalaSparti… “Sarebbe bello per noi – continua Merante -, Lamezia fa parte della provincia di Catanzaro, gli antagonismi e i campanilismi spesso sono aspetti politici deleteri per il nostro territorio. Noi siamo un unico territorio e dobbiamo tentare di sodalizzare tra noi. E’ chiaro che il nostro palazzetto è un fiore all’occhiello essendo l’unico ad avere il nulla osta pe ospitare il pubblico. Non si è compreso ciò a livello comunale per cui spesso sono stato ostacolato dalle opposizioni, ma è normale che quando non si ha contezza sulle difficoltà che ci sono nella gestione delle strutture sportive non si capisce neanche l’operazione che si è fatta qualche anno fa e soprattutto a costo zero. Noi dobbiamo rilanciare e soprattutto rendere visibile anche questo Comune di Pentone, che è a ridosso della città capoluogo e merita sicuramente quell’attenzione  e quella visibilità tipica dei paesi vicini alle città capoluogo di regione”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer