9° giornata – NAPOLI – JUVENTUS 1 – 2 Nel segno della solita Girelli

Cristiana Girelli alla Juventus

Cristiana Girelli posa con la maglia della Juventus

Al “Caduti di Brema”, la Juventus fa bottino pieno non senza difficoltà con un Napoli che regge nel primo tempo, per poi calare fisicamente, nella ripresa.  La Juventus continua ad essere la capolista , col Milan, unica inseguitrice delle bianconere. Tra le fila partenopee, Mainguy dal 1’ al posto di Perez, Nocchi e Goldoni in panchina per Cafferata e Hjholman. Nella Juventus, Bacic per Giuliani nemmeno convocata, Gama in panchina con Cernoia.

Primo tempo col Napoli molto aggressivo che mette in difficoltà la Juventus che forse sta con la testa in Champions. Al 5’, colpo di testa di Zamanian per le bianconere di Guarino. Alla mezz’ora, Huchet fa le prove generali ma Huchet si rifugia in corner. E’ il preludio al vantaggio locale con una grande conclusione di Huchet dai 30 metri che infila Bacic con la sfera che gonfia la rete. E’ l’1-0 per le padrone di casa che chiudono la prima frazione di gioco in vantaggio.

La ripresa si apre con una Juventus che finalmente si sveglia dal tepore iniziale con Bonansea che al 10’ calcia angolato ma Di Criscio salva in angolo. Al quarto d’ora, pasticcio della retroguardia del Napoli, coinvolta anche l’estremo difensore che esce anzitempo dall’area consentendo a Maria Alves di segnare di testa per il momentaneo pari (1-1). La Juventus continua a spingere anche grazie agli ingressi di Hurtig, Straskova e Cernoia, con quest’ultima pericolosa. Al 18’, un tiro di Girelli fa la barba al palo. Il Napoli è visibilmente calato ed un’incursione di Hurtig in area piccola azzurra, inganna Errico che commette fallo da rigore. Dagli undici metri è Girelli su penalty a portare la Juventus in vantaggio per il definitivo 1-2.