03/12/2022

Qualificazione mondiale – 02 settembre 2022

Si ringrazia per la foto la Figc

La Nazionale italiana è ad un passo dalla qualificazione al prossimo mondiale. Per farlo però deve superare la Moldova nell’impegno di giornata e poi la Romania a Ferrara la settimana prossima.

Milena Bertolini di affida alla seguente formazione: Giuliani, Bartoli, Lenzini, Filangeri, Boattin, Caruso, Rosucci, Giugliano; Bonfantini, Girelli, Giacinti.

Al 2’ pallone in profondità di Lenzini verso Giugliano che calcia da posizione impossibile ma non trova la porta. 

Un minuto dopo, Arianna Caruso calcia dal limite dell’area, il tiro è centrale e il portiere blocca.

Grandissima azione di Giacinti al 4’ che salta di slancio la diretta avversaria e offre un pallone d’oro a Girelli la cui conclusione da pochi passi termina tra le braccia del portiere.

Al 9’ cross di Boattin dalla sinistra e splendido colpo di tacco di Giacinti con il pallone che termina di poco largo alla sinistra del portiere. Il 

direttore di gara però, richiamata dall’assistente segnala una posizione di fuorigioco.

Ancora Italia pericolosa al 13’ con la punizione calciata da Boattin, pallone verso Giugliano che calcia dalla distanza ma il pallone la beffa e termina di poco alto sopra la traversa.

Continua a spingere la nazionale azzurra, cross di Bartoli dalla destra e colpo di testa a botta sicura di Bonfantini con l’estremo difensore locale che vola e in tuffo respinge.

È un tiro al bersaglio è un minuto dopo arriva ancora la conclusione di Giugliano dalla distanza, il pallone passa in mezzo a tante gambe è viene respinto in angolo dal portiere.

Al 17’ altra conclusione di Giugliano che riceve da Boattin e calcia ma il rasoterra è ancora una volta respinto da Munteanu.

Un minuto dopo, Arianna Caruso mette a segno il gol del vantaggio azzurro ma il direttore di gara vede una carica sul portiere e annulla.

Al 26’ rimessa laterale per l’Italia con Bartoli che lancia in area, tocco di testa di Girelli per l’accorrente Giugliano che calcia di prima intenzione e spedisce il pallone nell’angolo alto dove il portiere non può arrivare. È 1-0 per la Italia.

La più pericolosa tra le azzurre è senza ombra di dubbio Giugliano che al 31’ ha una grande opportunità ma all’altezza del dischetto del rigore, non riesce a dare la giusta potenza al tiro .

Al 32’ grandissima conclusione di Bonfantini respinta con i pugni da Munteanu, il pallone arriva a Gicinti che colpisce di testa ma il portiere con una grandissima spinta di reni riesce ancora una volta a salvare la propria porta; l’azione non è finita e Giacinti da grandissimo attaccante riesce nuovamente a calciare e questa volta il salvataggio della difesa non va a buon fine. Il pallone attraversa la linea di porta e la Roma è in vantaggio per 2-0.

Ottima azione azzurra al 34’ con Giugliano che serve in profondità Giacinti, cross al centro verso Caruso che tutta sola, stacca da ottima posizione ma il pallone termina alto sopra la traversa.

Al 37’ cross di Giugliano sul secondo palo e colpo di testa di Girelli, il pallone sbatte sul palo e torna in campo con Caruso che sempre di testa realizza 

il 3-0.  

Al 45’ tocco magico di Bonfantini  che libera Caruso, conclusione di potenza sul palo lontano e pallone che incredibilmente termina alto.

Dopo 3’ di recupero, il direttore di gara manda le squadre al riposo, sul risultato di 3-0 per l’Italiia.

Doppio cambio tra le file azzurre, escono le ottime Manuela Giugliano e Lisa Boattin, al loro posto entrano Giada Greggi e Angelica Soffia.

Al 46’ passaggio di Soffia per Bonfantini che si presenta a tu per tu con il portiere ma allarga troppo la conclusione e diagonale termina a fondo campo.

Azione tambureggiante delle ragazze italiane al 48’ con le conclusioni in rapida successione di Girelli, poi Caruso e Bonfantini, tutte respinte da interventi casuali dei difensori. 

Bellissimo passaggio di Greggi per Bonfantini al 53’ ma l’uscita del portiere è perfetta e la Moldavia si salva.

Al 55’ un tiro di Girelli diventa un assist per Bonfantini che posizionata sul secondo palo lascia partite una pronta conclusione respinta in calcio d’angolo dall’ottima Munteanu.

Passano due minuti e arriva un’altra doppia sostituzione per Milena Bertolini che inserisce Glionna e Di Guglielmo al posto di Bartoli e Girelli.

Al 58’ calcio d’angolo dalla bandierina di destra di Caruso e conclusione al volo di Bonfantini che incrocia sul palo lontano e realizza il gol del 4-0.

Per Agnese la gioia è doppia perché è anche la prima rete ufficiale in maglia azzurra.

Al 64’ grandissima giocata di Giacinti che si libera della diretta avversaria e offre un pallone d’oro a Caruso, controllo perfetto, dribbling sul difensore e conclusione che termina alle spalle di Monteanu per il gol del 5-0 dell’Italia.

Due minuti dopo, azione tutta di prima Caruso-Bonfantini-Glionna ma la conclusione termina alta sopra la traversa.

Altro cambio al 68’ per le azzurre, esce dal campo Martina Rosucci ed entra Aurora Galli.

Al 69’ pallone servito con il conta giri da Greggi verso Glionna che si libera con una finta della diretta avversaria e calcia verso la porta ma l’estremo difensore locale respinge, il pallone finisce tra i piedi di Greggi che calcia dal limite dell’area, il portiere è battuto ma un difensore salva sulla linea.

La spinta azzurra non si placa, al 78’ Bonfantini effettua un cross dalla destra, il pallone viene controllato da Glionna e dopo una serie di rimpalli termina tra i piedi di Caruso che lo gira in porta e mette a segno la rete del 6-0. 

Per Arianna arriva la gioia anche della tripletta personale.

Conclusione dalla distanza di Giacinti all’81’ ma il pallone termina alto sopra la traversa.

Un minuto dopo, Giada Greggi recupera il pallone sulla trequarti offensiva, serve Glionna che con un tocco morbido lo serve a Giacinti; controllo del pallone e conclusione secca a mezza altezza sul secondo palo per la rete del 7-0 azzurro. Per l’attaccante della Roma è il gol numero 20 in nazionale. 

Al 92’ calcio di punizione per l’Italia, il tiro di Lucia Di Guglielmo da fuori area è respinto in tuffo da Munteanu.

Triangolazione Caruso-Greggi-Caruso al 94’ pallone in profondità verso Bonfantini che calcia a botta sicura ma si vede respingere la conclusione dall’intervento del portiere locale che compie l’ennesimo miracolo.

Al 96’ altra azione tambureggiante dell’Italia con il pallone che in maniera fortuita termina tra i piedi di Caruso, abile a girarlo in rete per il gol del definitivo 8-0. Per Arianna è il quarto gol personale in una partita che l’ha vista assoluta protagonista.

Dopo 6’ di recupero arriva il triplice fischio dell’arbitro che sancisce la vittoriosa dell’Italia sulla Moldavia per 8-0.

MOLDAVIA-ITALIA: 0-8

26’ Giugliano (I), 32’ Giacinti, (I) 38’ Caruso (I), 59’ Bonfantini (I), 64’ Caruso (I), 78’ Caruso (I), 82’ Giacinti (I), 96′ Caruso (I)

MOLDAVIA (4-3-2-1): Munteanu; Gutu (46’ Covali), Mardari, Mitul, Sivolobova; Cerescu (46’ Cernitu), Topal, Colesnicenco; Doiban (87′ Vlas), Tabur; Cojuhari (57’ Catarau). All.: Blanuta

ITALIA (4-3-3): Giuliani; Bartoli (57’ Di Guglielmo), Lenzini, Filangeri, Boattin (46’ Soffia); Caruso, Rosucci (46’ Greggi), Giugliano; Bonfantini, Girelli (57’ Glionna), Giacinti. All.: Bertolini

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer