SHARE

POMIGLIANO  – JUVENTUS  1 – 5

Sfida tra prime in classifica, quella tra Juventus prima in A e reduce dal successo in Supercoppa che accede ai quarti di Coppa Italia, dopo aver eliminato il Pomigliano con una “manita”. La Juventus si presenta con molte giovanissime nell’undici iniziale (2002/2003) per far rifiatare le titolarissime, mentre la prima della classe di B è al gran completo. Al 3’, tiro-cross di Cernoia con Balbi che blocca. Dopo 2’, Daddos per la padrone di casa conclude di poco fuori. Al 10’, traversa piena di Zamanian per le ospiti. Al quarto d’ora, diagonale velenoso di Tyler Dodds e dopo 3’, ancora Pomigliano con Pinna lanciata da Dodds, ma Romina Pinna non ci arriva in quanto la sfera è mal calibrata dalla compagna di reparto. Al 28’, si rivedono le bianconere con Rosucci che calcia fuori. Al 33’, magia di Valentina Cernoia che caccia dal cilindro un mancino a giro nel sette per il vantaggio bianconero: è 0-1. Al 40’, nuova legno per le ragazze di coach Guarino sempre con Zamanian.

La ripresa è tutta di marca bianconera: al 5’, la Staskova, nell’area piccola, si gira in un fazzoletto di campo e trafigge Balbi (0-2). Al 20’, è tris bianconero con la neo-entrata Ippolito classe 2002 con una bordata da venti metri. Col Pomigliano calato fisicamente, la Juventus sale in cattedra e cala il poker con Maria Alves che batte Balbi con un rasoterra nell’area di competenza del numero uno di casa. Il Pomigliano alza la testa ed accorcia le distanze al 40’ con Pinna (1-4) che infila Tasselli, dopo l’ottimo assist di Miroballo. Sul gong, arriva il quinto gol e la doppietta di Staskova di testa su cross di Michela Giordano. Nell’extra-time, è il terzo di recupero, quando la Juventus centra il terzo legno, questa volta con Ippolito.

Per la neo-nata società del Pomigliano della famiglia Pipola, resta la storica sfida con la Juventus ed un ottimo primo tempo, con un campionato da continuare a dominare per quel sogno chiamato serie A. Tra le fila delle pantere, prova sontuosa di Schioppo.