SHARE

Torna il campionato di serie A dopo gli impegni della Nazionale e per il Fimauto Valpolicella è tempo di trasferta pugliese. Sabato 10 marzo infatti le ragazze allenate da mister Zuccher saranno impegnate al Comunale Antonucci di Bitetto contro il Pink Bari, formazione locale anch’essa neopromossa nella massima serie, attualmente al 9° posto in classifica con 13 punti.

“Le ultime tre settimane – spiega Daniele Signori, responsabile area tecnica e Primavera – sono trascorse molto tranquille e serene sotto l’aspetto dell’umore. Ovviamente le due vittorie prima della sosta contro Empoli e Verona hanno aiutato molto; la posizione in classifica ora è molto migliore rispetto un mese fa e questo ci fa ben sperare per il futuro. Resta però la consapevolezza che la strada per la salvezza è ancora lunga e piena di insidie, ad iniziare proprio dalla sfida contro il Bari. In queste tre settimane di lavoro siamo riusciti a recuperare alcune ragazze che avevano qualche acciacco e in generale abbiamo lavorato bene sotto l’aspetto fisico. Abbiamo avuto qualche intoppo la settimana scorsa a causa della neve, problema che hanno avuto tutte le squadre, ma non ci sono stati grossi stravolgimenti nella preparazione”.

Prosegue Signori: “La sosta è stata utile ed è stata sfruttata al meglio; le ragazze sono pronte per ripartire e affrontare al meglio questo mese che si presenta assai complicato, con tanti scontri diretti per la salvezza. Dovremo cercare di non sbagliare e raccogliere più punti possibile; la lotta per non retrocedere è ancora aperta e coinvolge molte squadre che sono racchiuse in pochi punti”.

Questa sosta ha portato inoltre importanti novità per lo staff tecnico. “I nostri mister Davide Zuccher e Manuel Pignatelli – spiega Signori – hanno iniziato il corso Uefa a Coverciano che si protrarrà fino alla metà di maggio e si svolgeranno il lunedì, il martedì e metà mercoledì. Perciò Davide e Manuel raggiungeranno le rispettive squadre a metà settimana: questo ha implicato una riorganizzazione degli allenamenti che ha trovato grande disponibilità da parte delle ragazze e del resto dello staff tecnico. Con questi corsi i mister potranno accrescere le loro competenze e conoscenze. E’ un impegno sia per loro che per le società, ma è una scelta giusta che condivido in pieno, indispensabile per aumentare la qualità del calcio femminile”.

“Per quanto riguarda la Primavera – conclude Signori – siamo arrivati alla rush finale del campionato: mancano tre partite e poi concluderemo questa stagione. Stagione con un po’ di alti e bassi, del resto quando lavori nel giovanile è da mettere in preventivo che non tutte le stagioni possano essere uguali visto che hai a che fare con ragazze in fase di sviluppo. L’impegno non è mai mancato; forse sarebbe servita qualche vittoria in più che avrebbe giovato al un morale. Sono sempre dell’idea che nei settori giovanili bisogna però guardare oltre il risultato, bisogna tenere conto della crescita delle ragazze. Valutare il campionato per le vittorie ottenute, in questo caso, vale fino a un certo punto. Abbiamo avuto una buona crescita e questo credo conti molto perché dimostra che abbiamo una buona base su cui lavorare”.