SHARE

Un’altra partita di grande sostanza, cuore e grinta per le nostre ragazze che non riescono però a battere una Ternana dimostratasi davvero solida, con delle individualità che possono fare la differenza, ma questo lo sapevamo già. Quel che importa è sapere che questo è un Breganze che può far tremare anche il PalaDiVittorio, colmo in ogni suo ordine di posto. E non solo: importa anche sapere che il Breganze rimane lì, in ottava posizione in compagnia della Lazio. Lo Statte infatti vince con la Bellator, mentre tra Lazio e Cagliari oggi pomeriggio è finita in parità (6-6). Una lotta che continua e si fa sempre più serrata: quattro squadre in due punti per aggiudicarsi tre posti ai play off.

A Terni, si diceva, il Breganze s’è comportato bene, anche se nei primi minuti ha subito “l’effetto PalaDiVittorio” ed è partito con il freno a mano tirato. La sveglia in casa biancorossa, però, suona quando Jessika Manieri, al 4′, trova il gol del vantaggio: la squadra di Zanetti comincia a macinare gioco e poco dopo arriva il meritato pareggio per mano di Pinto Dias che direttamente su calcio piazzato mira e colpisce l’angolino basso. Poco più di un minuto dopo, poi, il Breganze mette la freccia e supera le Ferelle con un gran gol di Lisiane Buzignani sugli sviluppi di un corner. La Ternana non sta a guardare e la prima frazione continua con andamento altalenante: qualche errore e belle giocate da ambo le parti. Nella ripresa la squadra di Zanetti parte con il piglio giusto, ma Valeria Schmidt al 3′ sigla il gol del pareggio rossoverde. La partita si infiamma e lo spettacolo non manca: la solita, super, Castagnaro chiude la serranda da una parte, ma Mascia fa lo stesso dall’altra e a estrarre dal cilindro la giocata vincente è Renatinha che serve a Bianchi un pallone perfetto per essere appoggiato in rete. È vantaggio Ternana. Zanelli allora si gioca la carta del portiere di movimento e il Breganze va vicinissimo al pareggio almeno in due occasioni, deve però fare i conti con una grande Mascia e il risultato rimane invariato.

“Le ragazze sono state veramente brave”, è il commento del tecnico biancorosso a fine gara, “non posso recriminarli nulla. Hanno dato tutto quello che avevano, anzi, mi dispiace davvero per loro perché ovviamente quando si perde subentra un po’ di tristezza, ma la prestazione è stata di valore. Ora dobbiamo solo continuare, domenica dopo domenica, ad inseguire il nostro obiettivo”.

Ternana: Mascia, Renatinha, Jessika, Brandolini, Valeria, Coppari, Neka, Bianchi, Torelli, Bisognin,  Lorenzoni, Trumino. All. Shindler.

Breganze: Castagnaro, Pereira, Perez, Buzignani, Pinto Dias, Cerato, Rovito, Laurenti, Troiano, Fincato, Dalla Pellegrina. All. Zanetti.
Arbitri: Moro (Latina) e Pubblico (Roma 1).

Marcatrici. Pt: 4′ Jessika (T), 5’50” Pinto Dias (B), 7’05” Buzignani (B); st: 2’55” Valeria (T), 14’35” Bianchi (T).