SHARE

Una vittoria per non rischiare di avere rimpianti. La San Marino Academy rientra dalla sosta consapevole che per raggiungere la Fortitudo Mozzecane – con dieci punti da recuperare e quindici a disposizione – serve un miracolo sportivo. Intanto, però, le ragazze di Baschetti fanno quel che devono fare per non essere costrette a dichiarare anticipatamente la resa: prendersi i tre punti con l’Imolese, penultima forza del girone.

Memori della gara di andata, dove il gol decisivo per la vittoria biancoazzurra era giunto soltanto nei minuti finali, le Titane decidono di schiacciare le ospiti nella loro metà campo fin dalle prime battute di gara. Le conclusioni si susseguono a pioggia, ma quando non è il portiere ospite – Sassi – a disinnescare i tiri delle attaccanti e delle centrocampiste di casa, è la mira difettosa di queste ultime a lasciare il punteggio intatto.

Al 21’ si genera una mischia nell’area dell’Imolese: Prenga prima e Cimatti poi cercano di risolverla con conclusioni sottomisura, ma la difesa della squadra ospite, compreso il portiere Sassi, alzano un muro su cui si infrangono entrambi i tiri. Sull’altro fronte la prima conclusione si vede al 23’ e parte dal piede di Colasuonno: Giorgi è sulla traiettoria e blocca.

Al 25’ Prenga salta la diretta avversaria e mette al centro per Cimatti, che anticipa l’estremo difensore ospite ma commettendo fallo. L’intesa fra le due attaccanti è la chiave per sbloccare il match. Al 31’, però i ruoli si invertono: Prenga taglia in mezzo alle due centrali della difesa, Cimatti la vede e la asseconda con un pallone che la compagna, in diagonale, spedisce alle spalle di Sassi.

La San Marino Academy non si accontenta del minimo vantaggio e continua a spingere. Alla manovra partecipano praticamente tutte le biancoazzurre, comprese le due centrali di difesa: al 36’ è dal piede di una di esse, Venturini, che parte una conclusione da fuori area che termina di poco alta rispetto alla traversa.

Traversa che trema al 39’, quando Cimatti, defilata sulla destra, si sposta la palla sul piede mancino e prende la mira: la palla sbatte sulla parte bassa del montante e poi rimbalza in campo, seppur di poco.

Nella ripresa il copione non subisce mutamenti. La San Marino Academy prende le redini del gioco già dai primi minuti, quando Costantini prova una delle tante conclusioni da fuori della sua partita, sparando alto. All’11’ la traversa di Sassi torna a tremare: questa volta è Prenga a disperarsi, dato che il suo colpo di testa sulla punizione calciata in area da Vagnini sembrava destinato a tramutarsi nel gol del 2-0.

C’è poco tempo per rammaricarsi, però, perché in capo a due minuti la rete del raddoppio arriva e la firma ce la mette Cimatti: punizione di Venturini, controllo e sinistro rabbioso – sottomisura – per la numero 19 che non lascia scampo a Sassi.

Cimatti che a metà frazione prova a beffare l’estremo difensore avversario con un lungo pallonetto proiziato da una svirgolata di Lenzi: la palla schizza in alto dopo il rimbalzo e sorvola la traversa di poco.

Di lì a poco Baschetti inizia ad effettuare le prime sostituzioni. Menin si rivede in campo in un incontro ufficiale dopo l’infortunio al ginocchio che l’ha costretta a saltare tutte le precedenti gare di questa stagione. E la nuova entrata approccia subito bene la gara. Così come fanno anche le altre nuove entrate, tra cui Fratti, che di sinistro prova a mettere anche la sua firma sul risultato, ma Sassi è vigile. Poco prima, Cimatti aveva cercato il palo lungo con un mancino a giro che aveva trovato pronta e reattiva Sassi.

Una conclusione debole di Iraci, bloccata da Giorgi, spezza in qualche modo il monologo biancoazzurro. Che però riparte subito e nei minuti finali produce una conclusione imprecisa di Fratti su preciso cross di Micciarelli, una punizione non angolata di Cimatti bloccata da Sassi e soprattutto il gol del definitivo 3-0: le Titane ripartono in massa dopo un angolo delle ospiti; Menin si presenta davanti al portiere e conclude; sulla respinta corta si avventa Cimatti che deve solo appoggiare la palla in rete.

Altri tre punti per continuare a sperare. E domenica prossima le Titane andranno a far visita all’attuale terza forza del torneo, ossia la Fortitudo Mozzecane, gara che offre loro la possibilità di accorciare sulla terza posizione. Inutile dire che anche quella , per le biancoazzurre, sarà una partita con un solo risultato a disposizione.

 

Ieri si è chiuso il campionato della formazione Primavera. Si giocava il recupero della 19’ giornata e neanche stavolta, come nella gara infrasettimanale con l’Imolese, il risultato ha sorriso alle biancoazzurre. È stato un rigore assegnato in pieno recupero a far pendere in favore del San Paolo il punteggio della gara di Montecchio.

Il primo tempo si chiude senza gol. Padrone di casa e ospiti si dividono la frazione con un numero più o meno identico di occasioni da rete. Fra le Titane Gennari si fa vedere nei sedici metri avversari con particolare frequenza, mentre dall’altra parte del campo è Durantini a creare le maggiori apprensioni alla difesa.

Dopo un primo tempo bloccato, la ripresa si apre con il gol del vantaggio ospite, che arriva dopo poco più di due giri d’orologio e porta la firma di Bruno. Michelini avvicina la rete del raddoppio dopo pochi minuti, mentre Bruno cerca la rete della doppietta personale a metà frazione, senza trovarla. Gli sforzi delle Titane si tramutano nelle rete del pareggio poco oltre la mezz’ora di gioco, con Mariotti.

Ma l’equilibrio, che si incrina al 36’ con una buona opportunità del San Paolo, si spezza definitivamente al 4° minuto di recupero, quando Geraneo trasforma il rigore che vale il 2-1 ospite.

 

Campionato femminile di Serie B, 26. giornata | San Marino Academy-Imolese 3-0

 

SAN MARINO ACADEMY (4-3-1-2)

Giorgi; Micciarelli, Montalti, Venturini, Paganelli (dal 79’ Innocenti); Costantini, Mainardi, Rossi (dal 75’ Fratti); Vagnini (dal 71’ Menin), Cimatti (dal 91’ Casali), Prenga

A disposizione: Dulbecco, Mastrovincenzo

Allenatore: Fabio Baschetti

 

IMOLESE (4-4-2)

Sassi; Zotti, Antonellini, Lenzi, Giovannini (dal 61’ Nahi); Biondi, Manara, Baharvand, Iraci; Colasuonno, Finotello

Allenatore: Carmine Esposito

 

Arbitro: Dylan Marin di Portogruaro

Assistenti: Andrea Caruso e Stefano Tonti di Rimini

Ammoniti: Nahi

Marcatori: 31’ Prenga, 58’ e 90’ Cimatti

 

Ufficio stampa Federazione Calcio Sammarinese

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here