SHARE
Serie A femminile
Serie A femminile

Penultimo turno di Serie A femminile che va in archivio con le vittorie delle capoliste Brescia e Juventus rispettivamente contro Empoli (ora già condannato alla retrocessione in Serie B) e Chievo Verona: a 90 minuti dal termine del campionato è sempre più vicina la possibilità che lo Scudetto si deciderà con uno spareggio.

Serie A femminile: le capoliste non sbagliano

Con il Chievo Verona già tranquillo per la salvezza acquisita da qualche settimana, per la Juventus l’unico rischio era quello di lasciarsi prendere dalla frenesia di dover raggiungere il risultato a tutti i costi dopo oltretutto la sconfitta in Coppa Italia contro il Brescia rimediata in settimana. Un altro campanello d’allarme per Guarino, che dopo un’intera stagione da imbattuta, in poche settimane ha visto le sue ragazze cadere per tre volte sgretolando non poche certezze. Al termine di una partita vivace, e con un gol per tempo di Galli su rigore e Caruso, le bianconere hanno la meglio e tornano a sorridere. Per il Brescia la sfida contro l’Empoli poteva rappresentare un’insidia solo se affrontata non con la dovuta concentrazione, invece le ragazze di Piovani hanno messo subito le cose in chiaro segnando due gol nel primo quarto d’ora, limitandosi a controllare la gara, finita 4-1. Sugli scudi Giacinti, autrice di una doppietta e sempre più vicina a vincere il titolo di capocannoniere.

Serie A femminile: l’unico verdetto è la retrocessione dell’Empoli

Ebbene sì: a 90 minuti dalla fine del campionato si sa solamente che l’Empoli è matematicamente retrocesso in B. Tutti gli altri verdetti sono in bilico, e assisteremo ad un’ultima giornata al cardiopalma. Partendo dall'”alto”, la Res Roma esce dal campo della Fiorentina sconfitta duramente: 5-0 il finale, con le giallorosse in dieci per quasi tutta la ripresa a causa del rosso inflitto a Simonetti. Ora le giallorosse dovranno fare risultato pieno contro il Ravenna in casa la settimana prossima per evitare la beffa di farsi superare dal Sassuolo, che nelle ultime settimane ha ingranato la marcia alta e spera nella rimonta che avrebbe del clamoroso: le neroverdi grazie alla vittoria per 2-1 sul Verona hanno raccolto il terzo successo di fila e dovranno battere il Bari (schiacciato a Tavagnacco per 4-0) a Bitetto e sperare quantomeno che la Res Roma non vinca il proprio impegno per almeno giocarsi uno spareggio per evitare il playout. Di contro il Bari, per evitare la retrocessione diretta dovrà battere il Sassuolo e sperare che il Ravenna non batta la Res Roma.

Serie A femminile: l’ultima giornata da vivere tutta d’un fiato

Indubbiamente, considerato tutto quanto detto finora, i campi da tenere sotto controllo con particolare interesse non saranno solamente quelli di Vinovo e Verona (con la Juventus che ospita l’insidioso Tavagnacco e il Brescia che va a giocarsi il “Derby del Garda” con le gialloblu), ma anche quelli di Roma e Bitetto. Ultimi 90 minuti davvero entusiasmanti, come non si vedevano da tempo

Serie A femminile – 21a giornata
Fiorentina-Res Roma 5-0 – 2 Bonetti, Parisi, Mauro, Linari
Ravenna-Atalanta 1-3 – Tucceri (R); Monterubbiano (A), Piacezzi (A), Alborghetti (A)
Sassuolo-Verona 2-1 – Tarenzi (S), Costi (S); Hannula (V)
Tavagnacco-Pink Bari 4-0 – 2 Camporese, 2 Brumana
Chievo Verona-Juventus 0-2 – Galli rig., Caruso
Brescia-Empoli 4-1 – 2 Giacinti (B), Sabatino (B), Sykora (B); Mastalli (E)

Serie A femminile – Classifica
Juventus, Brescia 57; Tavagnacco 43; Fiorentina 40; Atalanta 39; Chievo Verona 26; Verona 25; Res Roma 21; Sassuolo 19; Ravenna 15; Pink Bari 13; Empoli 11

Serie A femminile – Prossimo turno (12 maggio 2018 ore 15)
Pink Bari-Sassuolo
Res Roma-Ravenna
Empoli-Fiorentina
Atalanta-Chievo Verona
Juventus-Tavagnacco
Verona-Brescia