SHARE
Serie A femminile
Serie A femminile

La Serie A femminile 2017-2018 avrà una “coda” attesissima da tutti da settimane e probabilmente quella più giusta: Brescia e Juventus si affronteranno per la quarta volta in stagione, e questa volta la sfida varrà addirittura lo Scudetto. Questo il verdetto (non l’unico, come vedremo in seguito), della 22a e ultima giornata di campionato.

Serie A femminile: Brescia e Juventus a valanga

Le bianconere di Rita Guarino si sbarazzano del Tavagnacco per 4-0 (Cantore, doppietta di Bonansea e Cernoia), mentre il Brescia chiude il “set” contro il Verona per 6-3 al termine di una partita scoppiettante (doppiette di Giacinti e Sabatino, autogol di Lipman e Sikora per il Brescia; autogol di Sikora, Koggouli e Decker per le gialloblu). Con questi risultati il Brescia si prende la palma di squadra col miglior attacco della Serie A femminile (71 gol) e anche la capocannoniere del campionato (Valentina Giacinti con 19 centri). Per la Juventus invece la difesa meno perforata (addirittura solo 9 gol incassati).

Serie A femminile: le altre “tranquille”

Tanti gol nelle sfide che riguardavano le squadre che non avevano più nulla da chiedere a questo campionato: la Fiorentina agguanta il terzo posto affiancando il Tavagnacco grazie alla vittoria nel derby per 3-1 su un Empoli già retrocesso (Mauro, Bonetti e Parisi per la Viola, Prugna per l’Empoli); l’Atalanta batte il Chievo 3-2 (Mendes, Pirone e Monterubbiano per le bergamasche; Mascanzoni e Fuselli per le clivensi). L’Atalanta chiude così al quinto posto ad una sola lunghezza dal terzo, mentre il Chievo, salvo da alcune settimane, si attesta alla sesta piazza, con il Verona in settima.

Serie A femminile: Res Roma salva. Per Ravenna e Bari un ultimo dubbio da sciogliere

Alla Res Roma bastava un solo punto per salvarsi matematicamente senza l’incubo dei playout: missione compiuta. E’ 1-1 nello scontro diretto contro il Ravenna (Ciccotti e pareggio – fondamentale – di Tucceri in pieno recupero). Il gol del laterale sinistro della Nazionale è stato talmente importante che ha gettato nello sconforto la Pink Bari che nel frattempo a Bitetto ha battuto 2-1 il Sassuolo (Quazzico e Novellino per le pugliesi, la solita Tarenzi per le neroverdi): entrambe a quota 16 punti in classifica c’è il grande dubbio su come sarà gestita la questione. Il comunicato numero 1 pubblicato a luglio (proponiamo uno stralcio) parla esplicitamente di “classifica avulsa” per determinare chi ha diritto a partecipare al playout.

Da vari giri di telefonate (ancora in corso) con il Dipartimento Calcio Femminile però, pare che l’orientamento sia quello di disputare uno spareggio fra Bari e Ravenna per determinare la seconda retrocessa e chi invece giocherà il playout con la perdente del playoff di Serie B. Come si dice in questi casi, chi vivrà vedrà.

Serie A femminile – 22a giornata

Juventus-Tavagnacco 4-0
Verona-Brescia 3-6
Res Roma-Ravenna 1-1
Empoli-Fiorentina 1-3
Bari-Sassuolo 2-1
Atalanta-Chievo Verona 3-2

Serie A femminile – Classifica

Juventus, Brescia 60
Tavagnacco, Fiorentina 43
Atalanta 42
Chievo Verona 26
Verona 25
Res Roma 22
Sassuolo 19
Ravenna, Bari 16
Empoli 11

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here