SHARE
Teresa Saraniti

E’ la siciliana Teresa Saraniti, 25 anni, nativa di Agira in provincia di Enna, il secondo acquisto per la Royal Team Lamezia. Dunque dopo la brasiliana Kalè, la squadra del presidente Mazzocca mette a segno il secondo colpo. Saraniti nonostante la giovane età vanta già una discreta esperienza sia in C ma soprattutto in A2. Nel torneo regionale ha giocato 3 anni in due squadre siciliane (Assoro e Iron Team) e poi 4 anni in A2 con Iron Team, Vittoria, Fondi e Balduina. In serie C ha totalizzato circa 90 gol mentre in serie A2 106. Ovviamente contenta di approdare a Lamezia in Serie A, l’esordiente Saraniti spiega: “Il contatto con la Royal è nato tramite Ciccio Solito, mi ha contattata e mi ha illustrato il progetto che ho subito condiviso. Quest’anno sarà una stagione tosta, perché a differenza della A2 il livello è nettamente più alto, ma sono sicura che dal punto di vista anche personale sarà una bella esperienza e crescerò ancora di più calcisticamente parlando”. Obiettivi? “Intanto come primo obiettivo personale ho quello di realizzare più gol possibili, dal punto di vista della squadra invece vogliamo sicuramente posizionarci nelle migliori posizioni. Certo essendo noi una neopromossa non sarà facile, si preannuncia una stagione lunga e difficile, e però non per questo non ci batteremo fino alla fine contro qualsiasi squadra per ottenere sempre il massimo”. La Serie A giunge dunque per Saraniti al momento giusto, una sfida importante dopo tanta gavetta in C e A2. Ovviamente non può mancare un riferimento al pubblico lametino: “Lo ricordo certamente da avversaria: era e sarà sicuramente un pubblico abbastanza agguerrito e caloroso, se non ricordo male sono venuti tanti tifosi anche al palazzetto di Vittoria per tifare la propria squadra. Quindi un pubblico che ti dà la giusta carica”

Dunque a fari spenti ma la Royal è attiva, sicuramente senza tanto clamore e chiacchiere inutili. Tutto procede secondo la tabella di marcia prestabilita tra la società e mister Ragona. Il mercato è ancora lungo e le calcettiste disponibili sono tante, per cui ancor di più essendo al primo anno di A si vogliono fare scelte oculate e ponderate.

Semmai la preoccupazione è un’altra e riguarda il PalaSparti. Dal Palazzo Comunale silenzio assoluto: il paradosso purtroppo continua, si è ormai entrati nell’ottavo mese di immobilità quasi assoluta! Le notizie ottimistiche del mese scorso sull’imminente inizio dei lavori sono rimaste lettera morta, e purtroppo sembra che la cosa non interessi nessuno per chi dovrebbe intervenire e non lo fa. La Royal Team Lamezia nella persona del presidente Mazzocca rilancia un grido d’allarme accorato e manifesta tutta la sua preoccupazione: “Siamo davvero al paradosso più completo: i tecnici comunali hanno eseguito i sopralluoghi un mese fa ma da allora tutto tace. Sembra che tra assenze di dirigenti e mancate firme di avvio lavori si vada troppo per le lunghe. Tra l’altro si tratta di lavori che richiedono non più di due settimane, per cui speriamo di dover saltare soltanto la prima partita al PalaSparti. Senza considerare che stiamo già cercando una struttura anche dove poterci allenare, visto l’atavico problema in tal senso”